Bayonetta 2 "non esisterebbe" senza Nintendo  154

Il publishing partner ideale, il cambio di piattaforma è una conseguenza

Atsushi Inaba di Platinum Games ha affermato che, senza l'apporto di Nintendo, il progetto Bayonetta 2 non sarebbe potuto esistere.

C'era bisogno di un partner forte per il publishing del gioco e Nintendo ha risposto alle esigenze del team di sviluppo: insomma, senza Nintendo Bayonetta 2 non sarebbe potuto esistere. "Non vediamo la cosa come un semplice cambio di piattaforma", ha detto Inaba, "stavamo cercando un partner per creare Bayonetta 2 e Nintendo si è dimostrata essere un partner forte e cooperativo, volenteroso nell'aiutarci a creare e far crescere un Bayonetta 2 più forte".

Il passaggio del gioco a Wii U è dunque una diretta conseguenza della scelta di Nintendo come partner per lo sviluppo del gioco, cosa che peraltro non ha modificato nulla al livello di gameplay e struttura: "creiamo il nostro framework di base su un PC, dunque i cambi di hardware influiscono relativamente nella creazione dei nostri giochi", ha detto Inaba, "abbiamo già un engine che può funzionare su diverse piattaforme", tuttavia, è logico che Bayonetta 2 sfrutterà le caratteristiche specifiche della nuova console Nintendo. "Vista la presenza del GamePad, stiamo studiando varie soluzioni aggiuntive per utilizzare le caratteristiche della macchina. C'è da cambiare qualcosa al livello di design, ma si tratta di sfide che ci stimolano molto".

Fonte: Polygon