Alcuni ex-impiegati di AMD sono stati accusati di aver rubato dei dati riservati  12

Ora rischiano grosso

Alcuni impiegati di AMD sono stati accusati di rubare segreti industriali all'azienda per darli alla compagnia rivale nVidia. Tra gli accusati c'è Bob Feldstein, uno degli artefici degli accordi con Microsoft e Sony per l'uso di tecnologia AMD nelle console di futura generazione.

Gli altri accusati sono Manoo Desai, Richard Hagen e Nicolas Kociuk. L'avvocato di AMD ha dichiarato che la società ha le prove per dimostrare che i tre hanno fatto uscire dei dati riservati proprio nei giorni prima di lasciare la società per andare a lavorare per nVidia.

I file rubati ammontano a circa 100 mila e i nomi corrisponderebbero a quelli presenti nelle loro cartelle nei server di AMD. Il giorno prima di andarsene Feldstein avrebbe collegato due periferiche di archiviazione alla sua macchina, dove avrebbe trasferito tutti i file, tra i quali molti con contenuti riservati. Insieme alla copia delle sue email, queste informazioni potrebbero essere usate da nVidia.

Anche Manoo Desai avrebbe collegato una periferica di archiviazione dati alla sua macchina prima di lasciare AMD, copiando più di 200 file riservati.

I quattro dovranno rispondere di Misappropriation of Trade Secrets, Unfair Competition, Violations of the Computer Fraud and Abuse Act, Breach of the Employee's Duty of Loyalty, Breach of Contract e Conspiracy. Insomma, si tratta di accuse pesantissime, che rischiano di rovinarli per tutta la vita se confermate. Al limite, se verranno condannati, potranno comunque cercare riscatto diventando politici in Italia.
Fonte: eurogamer.net