BioShock InfiniteTake-Two non si oppone alle remaster dei suoi titoli, ma solo se si tratta di progetti validi 

Il punto centrale non dev'essere unicamente il guadagno

Ancora notizie dalla conference call sui risultati finanziari di Take-Two, stavolta si parla di remaster. Il CEO dell'azienda, Strauss Zelnick, si è espresso in proposito dicendo che non ci sono veti al riguardo, ma solo nel momento in cui si tratti di progetti validi.

"Certamente non ci opponiamo alla realizzazione di remaster", ha detto Zelnick. "Alla fine dei conti si tratta di operazioni di tipo economico, ma non ci presteremmo mai a realizzare un progetto che non vanti un certo grado di creatività. Il punto di partenza, dunque, è sempre chiedersi se sarà qualcosa che piacerà agli utenti, se sarà un bel prodotto."

"Come saprete, non siamo un'azienda che si muove esclusivamente quando c'è la possibilità di realizzare un guadagno. La prima cosa che ci chiediamo, infatti, è se un prodotto sarà entusiasmante per gli utenti, se saranno felici di giocarlo, se rifletterà i valori del nostro brand e della nostra compagnia", ha continuato il CEO. "Se la risposta a tutte queste domande è 'sì', allora potrebbe rivelarsi una buona opportunità; ma se la risposta è indifferente o negativa, allora probabilmente lasceremmo perdere, anche se ci fosse la possibilità di guadagnare qualche soldo."

Take-Two non si oppone alle remaster dei suoi titoli, ma solo se si tratta di progetti validi

TI POTREBBE INTERESSARE