For Honor ha già perso oltre il 50% dei giocatori su Steam  107

Netto calo per For Honor su Steam

A febbraio For Honor ha ottenuto ottimi risultati, collocandosi al primo posto sia nelle classifiche britanniche che in quelle giapponesi, e raggiungendo la vetta anche qui in Italia. Ciò nondimeno sembra che la nuova proprietà intellettuale di Ubisoft sia già stata abbandonata da una fetta considerevole degli utenti che ci ha giocato su Steam.

Il sito Githyp ha analizzato i numeri registrati dalla settimana di lancio fino ieri, dai quali emerge che al day one For Honor aveva una media oraria di 39.000 giocatori attivi su Steam. La settimana successiva c'è stata una flessione considerevole che ha portato l'affluenza media a 21.000 giocatori all'ora, poi ulteriormente ridotta fino a 15.000 unità nei sette giorni seguenti.

"Per provare a rimediare alla situazione, Ubisoft ha rilasciato un comunicato ufficiale sui problemi riscontrati dai server e nello scorso weekend ha proposto un evento speciale con XP bonus e ricompense, ma anche così For Honor nel fine settimana non è andato oltre la media di 17.000 giocatori all'ora di sabato... un calo del 56% rispetto al lancio", riporta Githyp. "Abbiamo assistito a un crollo analogo con The Division, che aveva perso il 57% della sua base utenti entro la terza settimana di presenza su Steam. In base ai numeri riteniamo che, se Ubisoft non inizierà ad abbassare i prezzi o a pubblicare nuovi contenuti per dare ai giocatori un motivo di tornare, For Honor sia destinato a perdere oltre il 90% del suo pubblico entro la fine del secondo mese".

For Honor è disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One dal 14 febbraio. Per ulteriori dettagli potete leggere la nostra recensione, a cura di Tommaso Valentini.