PoliticaIl Primo Ministro britannico loda l'industria videoludica 

Almeno quella inglese

Non capita spesso che i politici mostrino apprezzamento per i videogiochi, dunque fa un certo effetto sentire il Primo Ministro britannico, Gordon Brown, proferire parole estremamente positive per l'industria videoludica britannica, sia pure per un motivo meramente economico.

Gordon Brown ha riferito in un podcast andato online poco prima della Global Investment Conference tenutasi a Londra lunedì scorso di apprezzare gli sforzi degli sviluppatori e dei publisher inglesi: "siamo i leader in questo campo per quanto riguarda le industrie creative, di gran lunga i maggiori produttori di videogiochi in Europa".

TIGA (The Independent Games Developers Association) spera che queste parole di Brown possano aprire la strada a quel programma di riduzione di tasse e sgravi fiscali per i produttori e sviluppatori videoludici che l'associazione sta richiedendo da un paio di anni al parlamento inglese.

Immagine tratta da Montreal Gazette
Il Primo Ministro britannico loda l'industria videoludica