True Crime: sistema di reputazione ma niente DLC  19

Peccato per i DLC

United Front ha rivelato, durante la GDC attualmente in svolgimento, che in True Crime verrà sfruttato un sistema di reputazione. Durante il gioco incontreremo una serie di personaggi che avranno sulle loro teste una serie di iconcine fluttuanti che indicheranno di quanta reputazione avremo bisogno per poter interagire con loro. Una volta raggiunto il livello necessario potremo ottenere delle missioni ma attenzione: la reputazione guadagnata non è persistente e potremo anche perderla. Per guadagnarla (o perderla) dovremo fare una serie di azioni a seconda del personaggio e più "faccia" avremo, maggiore sarà il numero di missioni che potremo sbloccare. Nel gioco ci saranno dieci missioni sotto copertura per il protagonista Wei ma le sottomissioni, comprese quelle della reputazione, convergeranno in qualche modo con quelle principali.
Ad affiancare quelli che sono dettagli davvero interessanti arriva però una notizia meno bella: il produttore del gioco, Jeff O'Connell, ha infatti rivelato che al momento non ci siano DLC in considerazione per il gioco, essendo il team focalizzato interamente sullo sviluppo del titolo principale. Questo naturalmente non significa affatto che successivamente al suo rilascio non ci si metta a lavorare anche su dei DLC, ma per il momento l'ipotesi non è in cantiere.
Viene invece rivelato che per dare un tocco di maggior maturità e coerenza al gioco siano stati assoldati dei consulenti speciali: ex-membri della Triade che hanno aiutato gli scrittori della sceneggiatura per rendere il background del gioco più autentico. Lo attendiamo nel prossimo autunno su PS3, Xbox 360 e PC.