Pachter: Nintendo si pentirà del prezzo del 3DS  99

Nel senso che è troppo basso, secondo l'analista

I 249,99 dollari chiesti da Nintendo per il 3DS, secondo Michael Pachter, sono un prezzo troppo basso.
"Mi stupisce che chiedano solo 249 dollari. Penso che se ne pentiranno", ha dichiarato l'analista. "E' destinato a vendere tantissimo, quindi si tratta di un mancato guadagno per Nintendo. Non credevo sarebbero stati così 'consumer friendly', perché è chiaro che ai consumatori quel prezzo andrà benissimo. Possiamo dire che Reggie (Fils-Aime) dica delle cavolate, ma a questo punto mi trovo d'accordo con lui: se descrivi le feature del 3DS alla maggior parte delle persone, queste penseranno che costi 300 dollari o più. Per questo 249 dollari è un prezzo ridicolmente basso, tanto che non mi sorprenderebbe vedere la console venduta su eBay a 500 dollari non appena le scorte andranno esaurite".
"Penso appunto che il loro problema più grosso sarà la disponibilità. Voglio dire, andrà esaurito sempre e comunque. Ne arriveranno un milione o poco più in Europa, e verranno venduti nell'arco di poche settimane. Speriamo che possano costruirne due milioni al mese e distribuirne almeno 800.000 al mese negli USA, di modo che la gente possa comprarlo senza troppi problemi".