Com'è nato Call of the Dead?  35

Un omaggio a Romero

Joystiq ha intervistato il creative lead Jimmy Zielinski di Treyarch per avere informazioni sui retroscena di Call of the Dead, il particolare livello ad ambientazione trash-horror inserito nel nuovo pacchetto d'espansione "Escalation" di Call of Duty: Black Ops.

A partire dalle mappe con i nazi zombie di World at War, la preferenza del pubblico per i non-morti era parsa evidente agli sviluppatori, cosa confermata dalla mappa speciale rilasciata per il weekend del President's Day che conteneva appunto una modalità speciale a base di zombie. Da lì è nata l'idea di strutturare meglio l'esperienza e creare una vera e propria storia, con personaggi carismatici, nella quale inserire la lotta agli zombie.

Treyarch ha voluto puntare in alto e ha creato un vero e proprio omaggio per il creatore dell'intero genere horror in questione, ovvero George Romero, lui stesso inserito nel cast di Call of the Dead. Anche per gli altri personaggi servivano dunque dei volti conosciuti e carismatici, e ha facilitato l'opera il fatto che tutti quelli contattati, ovvero Michael Rooker, Sarah Michelle Gellar, Robert Englund e Danny Trejo (oltre a Romero) conoscessero bene la serie Call of Duty, chi più chi meno. E' stato così possibile mettere insieme un progetto di grande livello, seppure limitato ad una sola missione all'interno di un'espansione.

Fonte: Joystiq