nVidia cauta su Xbox 2

Secondo l'Enquirer, la nVidia potrebbe essere meno entusiastica del previsto per quanto riguarda la fornitura di chip per la prossima console Microsoft. Il rapporto tra la casa dell'Xbox e il fornitore tecnologico si è infatti logorato a causa della politica distributiva di Microsoft che, nel promuovere Xbox fino ai recenti successi commerciali, è andata incontro a notevoli passivi, con il risultato di incorrere in un arbitrato legale sui i costi delle componenti. Con Microsoft in passivo di 348 milioni di dollari nell'ultimo quarto dell'anno nonostante i passi avanti nei confronti dello strapotere Sony, la freddezza di Nvidia appare giustificabile. Da parte nVidia, il commento del CEO Jen-Hsun Huang suona molto cauto: "saremmo molto felici di lavorare con Microsoft sul successore di Xbox, ma siamo una compagnia con molte opportunità". D'altro canto, secondo molti, il principale interesse di nVidia risiederebbe quindi nella battaglia con ATI, con l'ovvia conseguenza che lasciare il terreno ad ATI per i chip di Xbox2 si rivelerebbe una mossa controproducente. ATI sta infatti lavorando ad accordi con Nintendo per il successore del GameCube mentre sono ancora rumori, ma decisamente esaltanti, quelli relativi all'enorme sforzo tecnologico di Sony per la prossima Playstation. E' comunque probabile che nVidia sia intenzionata a mantenere il suo potere praticamente egemonico sul mercato dei PC, lasciando ad ATI il terreno console. Avremo aggiornamenti sulla vicenda non appena affioreranno nuovi comunicati.

TI POTREBBE INTERESSARE