8.0

Redazione

7.8

Lettori (11)


  • 4
  • 1
  • 2
  • 10
  • Data di uscita: 11 aprile 2012
  • Piattaforme: psvita
  • Tipologia di gioco: Action

StarDrone ExtremeGira e spera, spera a gira 9

Versione potenziata di un action game uscito un anno fa su PlayStation Store, StarDrone Extreme punta su numeri, immediatezza e prezzo per arricchire l'offerta "budget" di PlayStation Vita

Cosa succede quando si mescolano meccaniche action puzzle, un contesto inerziale, un'ambientazione filospaziale e un pizzico di elementi flipper? Viene fuori StarDrone Extreme, la nuova produzione di Beatshapers, che arriva su PlayStation Vita ad arricchire un settore in crescita come quello dei titoli "budget", capitanato dal divertente MotorStorm RC, e che al prezzo di soli 3,99 euro ci offre ben sessanta livelli man mano più impegnativi e sfaccettati. Gira e spera, spera a gira Si tratta dell'edizione rivista e migliorata di un gioco uscito lo scorso anno su PlayStation 3, che sulla console ammiraglia Sony vantava un sistema di controllo via Move e che in questa nuova versione sfrutta invece il touch screen per proporre il medesimo gameplay immediato e intuitivo, con ottimi risultati. E, a proposito di risultati, l'impegno della casa nipponica nel proporre agli utenti anche una serie di giochi a basso prezzo, di fianco a quelli "tradizionali", non potrà che far bene alle possibilità del nuovo handheld di imporsi presso un pubblico la cui attenzione è sempre più catalizzata dai mobile game venduti a pochi centesimi. Chiusa questa doverosa parentesi, vediamo come si presenta esattamente StarDrone Extreme e quali sono i suoi punti di forza...

Come fossi una bambola

Se su PlayStation 3, come detto, StarDrone adottava un sistema di controllo basato su Move, consentendoci di "agganciare" il nostro drone puntando il controller verso l'appiglio di turno, su PlayStation Vita il tutto funziona tramite touch screen e le soluzioni messe in campo si rivelano fin dai primi minuti piuttosto efficaci ed "elastiche", ovvero l'individuazione del bersaglio non richiede una precisione assoluta bensì viene rilevata in base alla distanza dal tocco. Chi preferisce non invadere la schermata con le proprie dita può attivare i controlli tramite touch pad posteriore, anch'essi ben implementati ma, alla fine dei conti, meno pratici rispetto all'impostazione di default. Gira e spera, spera a gira Nei sessanta livelli che compongono la modalità single player di StarDrone Extreme (di cui cinquanta sono "rimasterizzati" dalla versione PS3 e dieci completamente nuovi) il nostro obiettivo è semplice: gestire i movimenti di un drone spaziale perché, all'interno di ogni scenario, si possa "accendere" un determinato numero di stelle oppure, eventualmente, raccogliere oggetti capaci di attivare particolari interruttori. Un'impresa che diventa man mano più complessa, perché non possiamo muovere il dispositivo in modo diretto, bensì dobbiamo di volta in volta agganciarci a degli appigli e ruotare intorno a essi per poi lanciarci nella direzione desiderata, calcolando l'eventuale inerzia nonché la presenza di possibili minacce, che siano nemici o trappole. Il gameplay è terribilmente immediato, del resto basta toccare un appiglio perché il drone vi si allacci e cominci a girare, ma l'esperienza si rivela tutt'altro che banale e muoversi negli stage alla ricerca di tessere mancanti o altro richiede un grado di precisione che può essere acquisito solo con un po' di pratica, e che a ogni manovra perfettamente eseguita fa corrispondere un gran senso di soddisfazione.
StarDrone Extreme - Trailer della versione PlayStation Vita StarDrone Extreme - Trailer della versione PlayStation Vita

Trofei PSVita

StarDrone Extreme consente di ottenere quindici Trofei. Di fianco a quelli più semplici da sbloccare, che si ricevono semplicemente completando un determinato numero di livelli o l'intero gioco, se ne affiancano alcuni molto simpatici. Ad esempio il Trofeo "Epic Fail!", che si ottiene quando si fallisce il completamento di uno stage per venti volte di fila...

L'affare si complica

Considerando che i livelli diventano man mano più grandi e complessi, e che altresì vengono introdotti nuovi oggetti che possono influenzare il movimento del drone, StarDrone Extreme assicura una longevità di tutto rispetto e vale fino all'ultimo centesimo i 3,99 euro del suo prezzo su PlayStation Store. Certo, non è simpatico che all'ennesimo tentativo fallito in uno stage il gioco ci proponga di "saltarlo" acquistando un cheat a pagamento per rendere subito disponibili tutti gli scenari, ma c'è decisamente di peggio in giro da questo punto di vista. Gira e spera, spera a gira Piuttosto, dispiace che gli elementi di variazione del gameplay alla fine siano tutti "esterni" al dispositivo che gestiamo, ovvero dipendano dalla conformazione e dalle peculiarità dell'ambiente, mentre le nostre capacità rimangono fondamentalmente le stesse per tutta la durata dell'esperienza. Osare di più in tale frangente avrebbe magari reso l'azione ancora più coinvolgente. Per il resto, le tessere del puzzle appaiono tutte al proprio posto: i comandi touch sono precisi e reattivi, la grafica risulta perfettamente adeguata al tipo di prodotto e allo stesso modo musiche ed effetti si rivelano appropriati.

Sony sta facendo molto bene sul fronte dei giochi a basso prezzo per PlayStation Vita, e StarDrone Extreme va ad arricchire un'offerta che si fa sempre più sostanziosa e interessante col passare delle settimane. I sessanta livelli del gioco, man mano più complessi e sfaccettati, assicurano un'adeguata longevità, coadiuvati da un gameplay terribilmente immediato e intuitivo grazie ai controlli touch. Buono anche il bilanciamento, con una fase iniziale molto semplice, perfetta per prendere confidenza con la filosofia del prodotto sviluppato da Beatshapers, che però a un certo punto comincia a crescere e a proporci nuove problematiche da affrontare. Sarebbe stato bello un approccio cross-platform come quello adottato da MotorStorm RC, dunque un unico acquisto per giocare sia su PSVita che su PS3, ma alla fine dei conti è davvero difficile lamentarsi di un action puzzle così carino.

Tommaso Pugliese

Pro

  • Intuitivo e immediato
  • Controlli touch precisi
  • Un gran numero di livelli

Contro

  • Gameplay relativamente statico
  • Sa essere frustrante
  • Si poteva puntare di più sul cross-platform