L'eredità di Iwata  6

BOXBOXBOY! è un titolo semplice che però incarna grandi valori

Difficile trattenere ancora oggi le lacrime. Un anno fa Satoru Iwata abbandonava questo mondo per un posto forse migliore, lasciando un'eredità enorme e una responsabilità di pari grandezza al futuro possessore dello scettro di Kyoto. Non sappiamo quanto Kimishima abbia detto la sua sulla produzione di BOXBOXBOY!, ma è splendido pensare che l'anima semplice e pura di Iwata avvolga ancora una volta il prodotto di HAL Laboratory, quello che - più di qualunque altro - possiamo chiamare "il suo team". Quel tratto unico, semplice, minimale eppure capace di non stancare in quanto semplice strumento di espressione creativa: ad aprile dello scorso anno abbiamo conosciuto Qbby e quel quadratino ha vinto la sua sfida. Ma ne eravamo certi: andate a ripescare quanto scritto al tempo e capirete che nel recitare "ci aspettiamo che Nintendo investa in un seguito", sapevamo di non sbagliare. Questa è la potenza di un brand piccolino, low budget ma non in senso dispregiativo, tutto il contrario, anzi, esattamente il contrario. Divertimento e gameplay partono anche da quel substrato di umiltà in cui prodotti microscopici ma estremamente curati come BOXBOXBOY! ci ricordano che basta pochissimo per ammaliare, anche in movimento.

BOXBOXBOY! è la dimostrazione che spesso le idee più semplici sono anche le migliori

Piccole novità

Potrebbe sembrare quasi banale, ma è la verità: questo - come tantissimi altri - è il classico titolo da console portatile. Livelli corti, divisi in enigmi giocabili e rigiocabili in caso di errore, uniti alla possibilità di chiudere il guscio del Nintendo 3DS e mandare il tutto in stand-by rappresentano ormai un'offerta ludica alla quale i pratici del giocare in giro difficilmente riusciranno a rinunciare. Noi compresi. Come il migliore dei rompicapi, gli ostacoli di BOXBOXBOY! hanno una chiave di lettura che alterna soluzioni multiple ad altre a senso unico, con un piccolo twist: stavolta Quby può realizzare due file di blocchi.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, urge un riassunto: BOXBOXBOY! è un intelligente puzzle in cui l'avanzamento dipende dalla nostra capacità di utilizzare l'abilità di creare un numero limitato di quadrati adiacenti con i quali superare gli enigmi. Presto detto, o quasi: la bravura di HAL Laboratory sta proprio nella maestria di alternare situazioni apparentemente banali ad altre meno scontate del previsto, con il risultato che sarà complesso non rimanere incollati al doppio schermo del Nintendo 3DS. Ora, è necessario anche chiarire un altro aspetto: rispetto al primo episodio, BOXBOXBOY! non aggiunge praticamente nulla. O perlomeno, la capacità di creare due file è una novità ma alla fine della fiera il fulcro rimane comunque assolutamente identico, aumenta solo il numero di strumenti e di logica alla base dei puzzle.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Il piacere della sfida

Certo, devono piacervi i rompicapi. Magari, dovreste anche apprezzare quel retrogusto di completismo che il software in maniera subdola insinua nel vostro ego, costringendolo a masterizzare il gameplay per sfruttare meno blocchi possibili in ogni livello e agguantare così l'ambita corona, unico collezionabile con un piglio di utilità. Sì, è tornato il negozio in-game ma come in passato parliamo di oggetti extra, tutta roba che potete tranquillamente lasciare lì perché il vero premio non è utilizzare le monete guadagnate per acquistare merce, quanto l'averle guadagnate e basta. Forse avete un'altra visione del mondo, eppure nulla ci toglie dalla testa che in questo tipo di prodotti ciò che elettrizza è unicamente quel momento in cui capisci di avercela fatta, di essere vicino alla soluzione sulla quale magari ti eri bloccato per minuti o più. BOXBOXBOY! è un titolo leggero, che accompagna all'inizio di ogni mondo spiegando l'elemento su cui si basa la prossima sequenza di livelli e poi ti lascia la mano, lasciandoti tentare. È anche per questo motivo che è veramente complesso resistergli, seppur chiunque abbia già giocato il primo episodio si sentirà forse un po' troppo a casa.

Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

BOXBOXBOY! non è quel seguito che lascia il solco, è quel seguito che rende gli amanti dei primo episodio - o nuovi arrivati - felici di averlo tra le mani per ciò che ha da offrire. Brillante, veloce, mai soporifero, Quby conferma in pieno la sua essenza senza essere snaturato da rivoluzioni ludiche accentuate. Per 4,99€ va bene così. Non ha l'impatto del primo e nel suo riproporre certe meccaniche a tratti - e solo inizialmente - sa un po' di déjà vu, ma c'è poco da fare, BOXBOXBOY! rimane un acquisto assolutamente consigliato per chiunque adori spremere le meningi e sentirsi di fronte a una sfida, più o meno impegnativa.

PRO

  • Semplice e divertente
  • L'idea funziona sempre alla grande...

CONTRO

  • ...anche se non c'è più la sorpresa dell'originale