MSI Aegis X  31

Abbiamo provato il desktop estremo di MSI: sistema di raffreddamento a liquido, GTX 1080 e design studiato appositamente per la realtà virtuale

Qualche settimana addietro vi abbiamo presentato l'Aegis, un computer gaming mini-itx assemblato che nonostante le dimensioni ridotte non ha assolutamente rinunciato alla potenza di calcolo. L'unico neo della configurazione che abbiamo provato era rappresentato dalla scheda video, una GTX 970 che sebbene sia ancora valida come alternativa non è certo all'altezza della nuova serie di GPU NVIDIA basate su architettura Pascal che da pochi mesi hanno fatto il loro ingresso trionfale sul mercato. Con l'Aegis X, MSI spinge sulle prestazioni senza badare a compromessi confezionando un mini PC dalle caratteristiche hardware di tutto rispetto: processore Intel i7 e scheda video GeForce GTX 1080 si affiancano in un case dalle dimensioni ridotte e mantenuto sempre fresco dal sistema di raffreddamento a liquido Silent Storm Cooling 2 Pro, prodotto e studiato dalla stessa azienda di Taiwan. Sebbene esteticamente sembri in tutto e per tutto identico al suo fratello minore, vi anticipiamo che l'Aegis X nasconde due caratteristiche uniche che rendono l'overclocking e la realtà virtuale di facilissimo utilizzo. Percorrendo la strada tracciata negli anni scorsi, MSI vuole infatti continuare ad offrire delle soluzioni desktop pre-assemblate dalle dimensioni compatte che permettono performance altissime con zero capacità tecniche da parte dell'acquirente, necessitando solamente di essere collegate alla corrente elettrica per poter funzionare.

MSI ha scelto raffreddamento a liquido e la GTX 1080 per spingere al massimo le prestazioni dell'Aegis X

Overclock e Realtà Virtuale

Esteticamente, l'Aegis X è per gran parte simile al fratello minore, salvo un paio di introduzioni di spessore che ne rimarcano l'orientamento alle prestazioni più spinte. Il design particolare del case colpisce nuovamente con la sua forma insolita tagliente e spigolosa: si tratta di un monolite nero posto obliquamente su una spessa base di metallo nella quale è incastonato l'alimentatore, una scelta dettata dall'intenzione di mantenere il più fresco possibile il case per non surriscaldare scheda video e processore che in questo modo godono di un flusso d'aria più pulito.

In questo modo il calore prodotto dall'alimentatore viene espulso direttamente all'esterno da un'apposita ventola senza entrare in contatto con il resto della componentistica. Questa è stipata nella parte superiore con grande cura e organizzazione in un case che ha una capienza inferiore ai 20 litri e misura 43 cm in lunghezza, 38 cm in altezza e circa 17 in larghezza, rimanendo dunque molto compatto e facilmente trasportabile grazie al peso di 10 chilogrammi. In tal senso aiuta moltissimo la maniglia presente nelle parte superiore che ne fa una soluzione perfetta per i frequenti spostamenti anche in caso di lan party. Questi non sono un problema anche grazie agli ottimi materiali utilizzati per lo chassis che da un lato ne proteggono la componentistica e dall'altro favoriscono la dissipazione del calore. Sul pannello frontale oltre al tasto di avvio, è presente il lettore ottico DVD, una porta USB 3.1 di tipo C affiancata da due USB 3.1 tradizionali di cui una Supercharger e due jack da 3,5mm per l'ingresso al volo di cuffie e microfono, mentre sul retro trovano posto altre sei porte USB 3.1, sei jack audio per gli impianti esterni, porta Ethernet, un'HDMI e una Display Port. A questa configurazione Input/Output si aggiungono due novità che distinguono l'Aegis X dal modello inferiore e ne sostanziano il salto di qualità verso livelli di performance nettamente più elevate: il tasto OC e l'HDMI frontale per la realtà virtuale. Nel primo caso, in corrispondenza del logo del produttore vi è un tasto apposito che innalza automaticamente la frequenza della CPU senza costringere l'utente ad andare ad agire nel BIOS impostando manualmente clock e voltaggio. L'HDMI frontale si aggiunge alle porte USB 3.1 permettendo di attaccare direttamente il visore della realtà virtuale - sia questo Oculus Rift o HTC Vive - senza dover ogni volta andare a trafficare con i cavi e le entrate video poste nel pannello posteriore del PC e rendendo quindi l'azione di utilizzo dei visori più veloce e immediata. Entrambe queste introduzioni perseguono la strada della semplificazione voluta fortemente dal produttore di Taipei per i suoi nuovi desktop gaming: l'Aegis X è un concentrato di potenza estremamente semplice da utilizzare grazie al lavoro fatto da MSI. Basta estrarlo dalla scatola, connetterlo alla corrente elettrica per avere accesso a una soluzione mini itx con processore Intel i7 6700K che va in overclock automatico grazie al testo OC frontale e la GTX 1080 da utilizzare per la realtà virtuale semplicemente inserendo i cavi del visore nella parte frontale del PC. Il tutto, senza dimenticare che MSI offre 24 mesi di assistenza sulle componenti interne - anche a coloro che l'abbiano acquistato con partita IVA - con servizio pick & return che prevede ritiro e riconsegna dell'Aegis X in piena funzionalità, con l'utente che dovrà solo preoccuparsi di ricollegare monitor e periferiche.

GTX 1080 senza compromessi

All'interno dell'Aegis X l'accoppiata di processore Intel Core i7-6700K a 4,00 GHz e la NVIDIA GeForce GTX 1080 sono affiancati da 16GB di memoria RAM DDR4 a 2133 MHz divisa in due banchi da 8GB, ma ne sono supportati fino a 32 GB da posizionare nei due soli slot disponibili. L'hard disk Seagate da 2TB è affiancato da un SSD Toshiba M.2 NVMe da 250 GB, ma anche in questo caso è possibile espandere la memoria con un'ulteriore disco da 3,5 pollici.

Sostituzione e incremento della memoria sono operazioni piuttosto immediate grazie alla facile accessibilità degli slot di alloggiamento che sono posti sotto la scocca nella parte superiore del PC. Allo stesso modo anche la scheda video è facilmente raggiungibile. Il modello scelto per l'Aegis X è ovviamente di marca MSI, una GeForce GTX 1080 Armor da 8GB di memoria video GDDR5X, frequenza di 1658 MHz che può arrivare fino a 1797 MHz grazie al boost di performance. Il sistema di raffreddamento sfrutta la classica doppia ventola proposta dal produttore taiwanese, è molto silenzioso ed efficiente con le pale che si fermano quando la GPU è in idle per minimizzarne la rumorosità. Si tratta di una scheda video discreta anche piuttosto ingombrante che garantisce spazio per futuri upgrade, un'aspetto questo sicuramente tra i più interessanti delle soluzioni targate MSI che nonostante le dimensioni compatte non rinuncia mai a dare la possibilità ai propri acquirenti di mettere mano all'hardware per futuri aggiornamenti. Sulle performance c'è poco da dire vista la potenza di calcolo messa in campo dall'attuale top di gamma della serie 10 di NVIDIA: il chip grafico GP104 a 16 nanometri FinFET Plus forte dell'architettura Pascal è perfetto per il 1440p senza compromessi ma anche per il 4K. Titoli come The witcher 3: Wild Hunt e The Division vanno abbondantemente sopra i 30 frame al secondo in 4K per poi sfondare la barriera dei 60 in 1440p. Anche se spinto al massimo durante sessioni di gioco prolungate le temperature della scheda video superano appena i 70 gradi, mentre il processore si ferma poco sopra i sessanta grazie alla presenza del sistema di raffreddamento a liquido Silent Storm Cooling 2 Pro che con silenziosità ed efficienza ne evita il surriscaldamento. Il Silent Storm Cooling 2 Pro è una soluzione di grande qualità e pressoché unica nei mini PC da gaming pre assemblati che si trovano sul mercato, facendo dell'Aegis X una soluzione al top nella sua categoria. Il design, la qualità costruttiva e la dimensione del radiatore permettono di dissipare il calore in accesso senza problemi anche quando la CPU si trova in modalità OC mantenendo a pieno carico la rumorosità sotto la soglia dei 36dB. Al pacchetto hardware va ad aggiungersi una ricca libreria software che oltre al sistema operativo Windows 10 comprende l'MSI Gaming Center dal quale monitorare le performance del sistema attraverso parametri come l'utilizzo dei dischi, il carico di processore, memoria e scheda video, nonché la velocità della rete via Ethernet e wireless, il tutto in modo veloce e intuitivo. Tra i programmi gratuiti preinstallati c'è anche XSplit Gamecaster che consente di registrare con facilità la propria esperienza di gioco e di trasmetterla live sulle principali piattaforme di streaming online. In ultimo, la funzione Mystic Light permette di regolare i led posti nella parte frontale dell'Aegis X scegliendo tra più di sedici milioni di colori e quattro modalità di illuminazione per dare un tocco personale all'estetica del proprio PC da gaming. Per quanto riguarda i prezzi, si passa dai 2.199€ per la versione con la GTX 1070 ai 2.399€ per quello con la GTX 1080.

PRO

  • Ottimo design e qualità costruttiva
  • Senza compromessi...

CONTRO

  • ...anche se chiaramente non si rivolge a tutti