Hardware PCNacon GC-400ES Alpha Pad 

Un controller per giocatori esigenti che ambisce a competere con mouse e tastiera

Nell'ultimo quinquennio il fenomeno degli eSport ha avuto un sensibile incremento di popolarità, catalizzato da numeri in crescita costante sia sotto il profilo degli eventi, sempre più ricchi e autorevoli, che di giocatori e team professionisti coinvolti, spesso sostenuti da sponsor prestigiosi e da uno stuolo di appassionati che non perde una competizione, via streaming o dal vivo. Nacon GC-400ES Alpha Pad Grazie alle copiose cifre in ballo, molte aziende hanno avviato la produzione di hardware d'eccellenza in grado non solo di soddisfare i campioni, ma anche (e soprattutto) semplici giocatori che desiderano il meglio sotto il profilo delle performance e della personalizzazione. È con tali premesse che è stato ideato il Nacon GC-400ES Alpha Pad, un sofisticato controller per PC finanziato attraverso una campagna su Indiegogo e sviluppato con lo scopo di far concorrenza alla "coppia perfetta" mouse e tastiera, anche nello spietato mondo dell'eSport. Per raggiungere tale ambizioso obiettivo, gli ingegneri della giovane azienda francese hanno coinvolto nell'impresa la France eSports Academy e il vice campione del mondo Norman "Gen1us" Chatrier, noto principalmente per i suoi successi nazionali e internazionali su Tekken, dove è ritenuto il miglior giocatore in assoluto nell'utilizzo di Paul. Dopo aver conquistato l'attenzione di visitatori e addetti ai lavori in svariate manifestazioni, come l'E3, l'IFA di Berlino e la recentissima Games Week di Milano, il pad è finalmente pronto a sbarcare sul mercato a un prezzo di 99 Euro: noi lo abbiamo messo alla frusta in anteprima e queste sono le nostre impressioni.

Il Nacon GC-400ES è una periferica versatile che può sostituire mouse e tastiera in diversi generi

Un pad per domarli tutti

All'interno della confezione, caratterizzata da un gradevole accostamento cromatico tra nero e verde acqua, oltre al pad vero e proprio troviamo alcuni accessori che completano l'offerta del pacchetto Nacon. Innanzitutto vi è il cavo intrecciato (sganciabile) per collegare il GC-400ES Alpha Pad alla porta USB del PC; benché l'assenza della tecnologia wireless possa scontentare alcuni giocatori, va tenuto a mente che si tratta di una periferica pensata per l'eSport, dove tale soluzione viene generalmente snobbata in favore della maggiore qualità e solidità del segnale cablato. Nacon GC-400ES Alpha Pad Il cavo, non particolarmente lungo, possiede un connettore proprietario a quattro pin che si aggancia al profilo superiore del pad, dove può essere fissato in totale sicurezza grazie a un pratico anello di metallo. Nella confezione è incluso anche un set di sei pesi (tre coppie da dieci, quattordici e diciassette grammi) che possono essere alloggiati alla base delle due "corna" dell'impugnatura; aperti i due vani con un'apposita chiavetta, anch'essa inclusa nella dotazione, è possibile estrarre gli alloggi in plastica dove incassare comodamente una coppia dei suddetti pesi. Noi abbiamo preferito inserire quelli più pesanti per donare alla periferica un maggiore senso di robustezza, sebbene il peso complessivo resti di poco inferiore rispetto a quello del pad Xbox e paragonabile a quello del DualShock 4. Chiudono l'offerta un curioso set di adesivi, una custodia in morbido tessuto nero e l'immancabile libretto delle istruzioni. Per quanto concerne il design del joypad, risulta palese la fonte d'ispirazione per gli ingegneri Nacon, ovvero il controller per Xbox One, non a caso ritenuto da buona parte dei giocatori il migliore sulla piazza per comodità ed efficacia. Pur essendo presenti alcune inevitabili differenze, l'impugnatura, la disposizione asimmetrica delle leve analogiche, la posizione dei pulsanti frontali e dorsali (grilletti compresi) sono praticamente le stesse, e se siete abituati a giocare su PC con i joypad Microsoft vi troverete quasi immediatamente a vostro agio. Il GC-400ES Alpha Pad, anche grazie al già citato peso regolabile, risulta dunque decisamente comodo ed ergonomico, inoltre il rivestimento in plastica morbida e antiscivolo lo rende particolarmente confortevole al tatto. Non manca qualche piccolo dettaglio in plastica meno rifinito, ma nel complesso si tratta di una soluzione con pochi compromessi sotto il profilo della qualità.

Concorrenza leale

Tra le principali caratteristiche del controller vi è la possibilità di impostare tre differenti modalità combinando i tre pulsanti centrali: oltre alla classica DirectInput (luce blu) e alla XInput (luce viola), che in pratica lo trasforma in una replica del joypad Xbox ma senza vibrazione, vi è l'affascinante modalità "Pro-gamer" (luce rossa) che sostituisce con efficacia le funzioni di mouse e tastiera, anche grazie ai quattro profili completamente personalizzabili. Nacon GC-400ES Alpha Pad I due stick analogici, come già indicato, hanno la medesima disposizione di quelli del pad Microsoft, tuttavia tra quello sinistro (concavo) e quello destro (convesso), vi sono importanti differenze. Il secondo infatti, oltre a possedere un'ampiezza di movimento di ben 46°, è il vero e proprio cuore pulsante del GC-400ES Alpha Pad e attraverso l'interfaccia del software Nacon può essere finemente regolato con una pletora di opzioni. È possibile impostarne la zona morta statica, la zona morta dinamica intervenendo su raggio, latenza e soglia, la sensibilità sui due assi e la curva di risposta in base al tipo di movimento effettuato (piccolo, medio e grande), il tutto accompagnato da grafici chiari ed esplicativi. Ciò permette di creare e salvare impostazioni raffinatissime per ogni singolo titolo, inoltre non manca la possibilità di scaricare profili preimpostati per i giochi e i generi più famosi, come ad esempio il MOBA League of Legends, Skyrim e Counter Strike Global Offensive. Nonostante l'enorme versatilità e la precisione, nell'ambito degli FPS difficilmente il Nacon GC-400ES Alpha Pad si farà preferire all'accoppiata mouse e tastiera, tuttavia potrebbe essere la soluzione perfetta per tutti quei giocatori particolarmente abili col pad che magari hanno fatto il passaggio da console a PC. Nei nostri test effettuati con alcuni sparatutto popolari come Rainbow Six Siege, Star Wars Battlefront e Battlefield 4, abbiamo sì ottenuto risultati incoraggianti, ma non paragonabili - anche per una questione di abitudine - a quelli con la classica coppia tastiera e mouse. Nacon GC-400ES Alpha Pad Il discorso può cambiare radicalmente con MOBA, strategici e altri generi, dove la periferica Nacon potrebbe tranquillamente imporsi anche tra i vari team di professionisti. Ovviamente si può mappare ogni singolo tasto, compresi i quattro aggiuntivi denominati M1, M2, M3 ed M4 posizionati nella parte posteriore del joypad. A tal proposito, sottolineiamo che questi ultimi non sono molto intuitivi da raggiungere con il dito medio e l'anulare, pur regalando buone soddisfazioni con un po' di pratica. Abbiamo testato il joypad anche con Skyrim, e attraverso il profilo ad hoc, scaricato direttamente dal software, è possibile gestirne comodamente tutti i vari menù; del resto col Nacon GC-400ES Alpha Pad si può navigare su internet o sul desktop come con un normalissimo mouse. Tra gli aspetti più interessanti vi è la possibilità di alternare i quattro profili salvati semplicemente premendo il tasto centrale del pad, che è totalmente Plug&Play e può essere collegato a qualunque PC senza aver bisogno del software per funzionare o "ricordare" le impostazioni personalizzate. Durante i nostri test abbiamo sperimentato un conflitto col dongle delle cuffie wireless e soprattutto qualche problema di comunicazione col PC a causa del firmware, che provocava blocchi e impediva il salvataggio dei profili; fortunatamente abbiamo aggirato il problema cambiando porta USB e rimuovendo il pad dai dispositivi e reinstallandolo. L'ultima interessante caratteristica del GC-400ES Alpha Pad risiede nella croce direzionale, sviluppata con la consulenza del campione di Tekken per dare il massimo anche nei picchiaduro. La forma peculiare è stata infatti ideata per facilitare le catene di combo e le mosse speciali con rotazioni, come i classici "hadoken" della serie Street Fighter. Nonostante la necessità di prendere confidenza con la gestione delle diagonali, abbiamo ottenuto buoni feedback sia su Killer Instinct che in Street Fighter 5.

Realizzato in due anni di lavoro e caratterizzato da quattro brevetti, il Nacon GC-400ES Alpha Pad è un controller di alto profilo che strizza l'occhiolino al design del pad Xbox, solido, versatile e con diverse feature all'avanguardia, che gli permettono di rendersi una valida alternativa a mouse e tastiera in determinati generi. Grazie ai profili totalmente personalizzabili, alle tre modalità d'uso e alla leva analogica destra finemente regolabile, può dire la propria praticamente su ogni titolo ed essere la soluzione perfetta per i giocatori che prediligono l'uso del pad in qualsivoglia circostanza. La croce digitale studiata con un campione di eSport, infine, lo rende valido anche con i picchiaduro.

Andrea Centini

Pro

  • Leva analogica destra ad alta tecnologia
  • Possibilità di salvare sino a quattro profili per la modalità "Pro-Gamer"
  • Confortevole, solido e con peso regolabile
  • Può essere un must per i giocatori che non digeriscono mouse e tastiera

Contro

  • Niente vibrazione, anche nella classica modalità XInput
  • Non è wireless, ma è una scelta legata all'uso negli eSport
  • Abbiamo riscontrato qualche problema di comunicazione tra periferica e PC, poi risolto