Eggggg: The Platform PukerGilbert e le avventure vomitose 

Un platform a base di vomito? Che idea soave!

Non si può negare che il primissimo impatto con Eggggg: The Platform Puker, a partire dal nome stesso, possa essere un po' sgradevole: non tanto per il semplice concetto del vomito sparato dappertutto (anche se effettivamente questo fa la sua parte), quanto per l'idea che una scelta del genere possa essere stata dettata soltanto per fare un po' di rumore e cercare di distinguersi in maniera un po' buzzurra. Gilbert e le avventure vomitose Un Boogerman più modaiolo e al passo con l'estetica giovane, insomma, tuttavia bastano pochi minuti per capire quanto possa essere sbagliata questa impressione. Giusto il tempo di uscire fuori da un uovo e scappare veloci da un gigantesco gallinaceo furente e vendicativo (tanto per dare l'idea di una situazione tipo per Eggggg), dopo aver preso confidenza con gli unici due comandi a disposizione un pensiero affiora spontaneo nella mente: "ben ritrovato, level design!" Anche qui bisogna fare i conti con i riflessi ormai condizionati dalle abitudini del mercato mobile, e quando il gioco si apre con una corsa forsennata tra piattaforme con controlli estremamente semplificati è facile credere di essere di fronte all'ennesimo runner senza arte né parte, ma non è proprio così. C'è una grande attenzione alla progettazione dei livelli in Eggggg, al mantenimento del ritmo ma anche allo studio di strade alternative e segreti da scoprire e c'è in definitiva un sensibile amore nei confronti del genere platform che trasuda in questa produzione di Hyper Games, impreziosita dal grande lavoro di design grafico effettuato dagli illustratori spagnoli di Brosmind. Il risultato è a tutti gli effetti un platform vero e proprio, che si fonda sui punti di forza storici del genere ma propone anche qualcosa di nuovo, proprio in quella sua caratteristica così folle e grottesca del vomito schizzato ovunque.

Eggggg ovvero un nome, un programma: attraversare i livelli tra piattaforme con la forza del vomito

La strana avventura di Gilbert

Se avete presente lo stile del mitico Adventure Time o produzioni simili potete farvi una buona idea della caratterizzazione di Eggggg, sia per quanto riguarda il folle tratto dei grafici sia per il bizzarro taglio umoristico dato a personaggi e mondo di gioco. Ci troviamo dunque a controllare Gilbert, un ragazzo dotato dello straordinario dono del vomito perenne, all'interno di uno strano mondo popolato da galline robotiche, uova, gelatine e altre amenità più o meno aggressive, nel tentativo di arrivare in fondo ai livelli e possibilmente raccogliere i vari oggetti collezionabili sparsi in giro, sempre guardandosi dall'ira funesta di Zia Doris, che a quanto pare ha qualche problema a contenere la rabbia. Gilbert e le avventure vomitose Di per sé la dinamica è molto semplice, ma è facile notare come il level design sia comunque strutturato in maniera studiata e intelligente in modo da stimolare l'esplorazione al di là del semplice tempismo richiesto per saltare di piattaforma in piattaforma verso la fine dei livelli. La meccanica del salto, che si basa sul contraccolpo dato dallo schizzo di vomito a terra, apre in realtà la porta a un modo tutto particolare di calcolare i tempi e le traiettorie e la scelta della direzione da intraprendere rende questo gioco un platform quasi canonico nella sua libertà di movimento, e questa è certamente un'ottima cosa. La possibilità di raccogliere power-up in grado di fornire delle abilità speciali (sempre legate al vomito, ovviamente) dona un ulteriore livello di profondità al gioco, consentendone lo sfruttamento per aprire nuove possibili strade nella più classica tradizione mariesca. I controlli sono ovviamente semplificati dalla presenza dei due tastoni sullo schermo, ma la loro implementazione e la risposta del protagonista non fa rimpiangere quasi l'input via joypad, mentre la cura riposta nelle animazioni e nell'interazione tra Gilbert e gli scenari circostanti è indice del grande valore produttivo di questo strano titolo.

Clicca per votare!
8.8

Redazione

S.V.

Lettori

Senza mezzi termini, Eggggg è probabilmente uno dei migliori platform visti negli ultimi anni in ambito mobile, un gioco che ha il raro pregio di scardinare i canoni imposti dal sistema dei generi presentandosi quasi come un platform classico, eppure con il sistema di controllo semplificato derivato dagli endless runner. L'aspetto estetico certamente da una grossa mano a caratterizzare al massimo questo titolo Hyper Games, ma la scioccante idea di base sul ragazzo vomitante è sempre ben supportata da una rigorosa progettazione dei livelli e della struttura di gioco. Peccato che non duri poi molto, considerando che i 15 livelli di cui è composta la storia si esauriscono in fretta, ma per il prezzo richiesto sarebbe veramente un peccato perdersi quest'ottima e folle interpretazione del platform su dispositivi mobile.

Giorgio Melani

Pro

  • Ottimo level design che stimola l'esplorazione
  • Caratterizzazione grafica meravigliosa
  • Risposta ai comandi reattiva e soddisfacente

Contro

  • Piuttosto corto, al netto di eventuali espansioni
  • Un po' più di power-up e variazioni sul tema sarebbero state gradite