La vendetta dei rhythm game  9

Forte di qualcosa come quindici milioni di download, la serie pubblicata da Tapulous si presenta sull'App Store per la terza volta.

Se sui cellulari Java è sempre stato difficile realizzare un buon rhythm game per via delle limitazioni tecniche di tale piattaforma, con gli sviluppatori che dovevano oltretutto fare i conti con i dispositivi più svariati anziché con un unico standard, su iPhone le cose sembrano andare in maniera diametralmente opposta.

La serie Tap Tap Revenge lo dimostra in modo inequivocabile, del resto: sincronia perfetta fra audio e video, dispositivo di input ideale per il tipo di applicazione e un ottimo supporto alle funzionalità online intese come multiplayer, chat, liste amici, classifiche e ovviamente DLC (gratuiti o a pagamento che siano). Tap Tap Revenge 3, ultimo episodio del prodotto realizzato da GoGo Apps, costituisce un po' la "summa" degli elementi messi a punto finora e non a caso focalizza la propria attenzione sulle modalità online, pur concedendo al giocatore non solo qualche traccia musicale per le partite in singolo, ma anche un simpatico multiplayer locale in cui due persone possono sfidarsi toccando lo schermo di un unico iPhone. Trattandosi di un'applicazione dal costo molto contenuto (79 centesimi), appare chiara la politica di rendere immediatamente disponibili solo quattro brani di artisti non molto popolari, lasciando all'utente la libertà di acquistare i pacchetti firmati dai grandi nomi delle classifiche mondiali (al solito prezzo di 1 euro a brano) o di scaricare liberamente tutte le canzoni gratuite comunque disponibili. E ce ne sono tantissime.

Battaglie online

L'aspetto che più impressiona di Tap Tap Revenge 3 è senz'altro il supporto alle modalità multiplayer online, che di fatto costituiscono il fulcro del gioco.

Una volta creato il nostro alter ego, possiamo infatti selezionare una stanza fra quelle disponibili, divise a seconda del genere musicale e del livello di difficoltà, e trovare tantissime persone pronte a sfidarci. I tempi di attesa fra una partita e l'altra vengono utilizzati dall'applicazione per scaricare i brani sulle cui note ci si darà battaglia, dunque è il caso di giocare collegandosi a una rete wi-fi per mantenere alta la velocità dei download. Una volta in pista, il nostro obiettivo è quello di tappare lo schermo nelle zone indicate, seguendo il ritmo della canzone. A seconda del livello di difficoltà selezionato, la struttura dei brani può cambiare anche radicalmente e prodursi in dettagli che al livello più basso non vengono mostrati. Chiunque conosca la serie di Guitar Hero o Rock Band sa benissimo di cosa stiamo parlando. Il touch screen non è l'unico dispositivo di input a essere chiamato in causa, comunque: talvolta ci viene chiesto di agitare l'iPhone in alto, a sinistra o a destra. In questi frangenti, purtroppo, la precisione di Tap Tap Revenge 3 lascia molto a desiderare: spesso lo scuotimento "verticale" viene riconosciuto anche qualora non l'abbiamo effettuato, mentre quelli laterali sono davvero ardui da far recepire. Nulla da dire, invece, sui tap: la corrispondenza fra immagine e suono è molto precisa, quasi perfetta, e ci permette di fare vere e proprie acrobazie con le dita.

Canzoni belle da vedere

In questo genere di rhythm game l'interfaccia conta moltissimo, e in tal senso GoGo Apps ha saputo fare grandi cose. Seppure la schermata di selezione della modalità appaia un po' caotica al primo impatto, le cose diventano semplici nel giro di pochi minuti e si riesce a organizzare le partite piuttosto velocemente. Lo scenario al cui interno si muovono i "colpi", da toccare a ritmo, è contraddistinto da un'ottima "leggibilità" e da un buon uso dei colori. La grafica scorre sempre in modo fluido, cosa molto importante, e la resa visiva dei "bonus" e dei "malus" appare convincente. Come in qualsiasi prodotto del genere, la nostra precisione ci dà diritto ad alcune armi che possiamo usare per rendere la vita difficile agli avversari, oltre al classico "stato di grazia" in cui il punteggio viene moltiplicato per alcuni secondi. Nel caso in cui i brani siano stati acquistati, lo sfondo cambia di conseguenza con un'immagine del gruppo o del cantante.

La versione testata è la 3.0

Multiplayer.it

8.0

Lettori (4)

5.5

Il tuo voto

Tap Tap Revenge 3 si pone come un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di rhythm game che possiedono un iPhone. È divertente, immediato e appassionante, dotato di un buon bilanciamento della difficoltà e di un supporto al multiplayer online che farebbe l'invidia di diverse console portatili (e di qualcuna anche non portatile...). Entrare in una delle tante stanze disponibili e misurarsi con giocatori di tutto il mondo non è mai stato così facile, con il sistema che scarica automaticamente le canzoni protagoniste delle sfide. La realizzazione tecnica è ottima, con una sincronia audio-video praticamente perfetta e priva di sbavature. Gli unici dubbi riguardano la rilevazione dello scuotimento, tutt'altro che precisa, nonché l'appeal esercitato dalle pur numerose tracce gratuite: alla fine dei conti, nei rhythm game la track list conta sempre molto...

PRO

  • Multiplayer online agile e divertente
  • Numerosi achievement da sbloccare
  • Corrispondenza audio-video precisa

CONTRO

  • La rilevazione dello scuotimento lascia a desiderare
  • Track list corposa, ma i brani famosi bisogna acquistarli a parte

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

In digital delivery su None