Le CrociateAlla conquista di Gerusalemme! 

FX Interactive propone a prezzo budget uno strategico in tempo reale che ricalca lo stile dei Total War: vediamo di cosa si tratta

Siamo nell'anno 1095, al termine del Concilio di Clermont, e Papa Urbano II, avendo esaurito tutte le tartine di salmone, indice la prima crociata, che all'epoca non si chiamava neanche così, per cercare di liberare la città santa di Gerusalemme. L'urlo di Urbano giunge in tutte le terre d'occidente dove i nobili signori, mossi dalla fede e dal bottino promesso, decidono di appoggiare il progetto papale e iniziano la marcia verso Gerusalemme, che culminerà nell'assedio della città avvenuto nel 1099.
Alla conquista di Gerusalemme! Ovviamente la storia è molto più complicata di così, ma lo spazio è tiranno e riassumere tutti quegli eventi in poche righe è impossibile. Del resto non siamo qui a scrivere trattati storici, ma a introdurre un videogioco. Pubblicato da FX Interactive a un prezzo budget, Le Crociate è uno strategico in tempo reale ispirato nemmeno troppo velatamente alla serie Total War, di cui riprende alcune meccaniche inserendole in una struttura di gioco semplificata, che fa sua una visione più classica del genere, soprattutto a livello di concezione della campagna per giocatore singolo, composta da una serie di missioni lineari introdotte da una fase gestionale. Prima di lanciarsi in battaglia bisognerà scegliere le truppe, acquistarne di nuove, chiedere rinforzi agli alleati, assegnare o vendere le reliquie al nobile selezionato e così via. Tra le azioni preliminari più importanti, ci sono la scelta delle missioni secondarie di ogni mappa, che possono complicare parecchio la vita ma che fanno salire la reputazione con le fazioni fruttando risorse extra, e l'addestramento delle truppe, con il quale è possibile distribuire i punti abilità, migliorare l'attacco e la difesa delle unità o fornirle di un capitano.

Bibbia e spada

Una volta scesi in campo è possibile mettere in pausa per studiare la mappe e le forze visibili. La prima missione funziona da tutorial e spiega tutte le meccaniche base, compresi alcuni rapporti di forza tra le truppe. Come sempre gli arcieri sono ottimi contro la fanteria, i lancieri contro le truppe a cavallo, i crociati per le foto e gli eroi per raccogliere gli oggetti. Alla conquista di Gerusalemme! Come Total War insegna, è possibile sfruttare le zone boschive per nascondersi e tendere imboscate, anche se nel corso del gioco è più probabile che a farlo siano gli eserciti guidati dalla CPU. Il ritmo di gioco è piuttosto lento ed è chiaro sin dalle prime schermaglie che commettere errori tattici può costare caro. Ci vuole poco a trasformare un'azione apparentemente ben impostata in una disfatta completa e non sono rari i casi di perdite di truppe consistenti a causa di una leggerezza nell'assegnazione degli ordini. Basta dimenticarsi di considerare fattori quali la stanchezza delle unità o le variazioni meteorologiche per concludere la crociata in modo ignominioso. Quindi, se un minimo di capacità di pianificazione è necessaria già dalle prime missioni, in quelle avanzate, soprattutto attivando tutti gli obiettivi secondari, diventa essenziale per vincere.
Purtroppo, la mancanza di alcune opzioni viste in altri giochi si fa sentire, soprattutto per quanto riguarda la selezione e la gestione dei movimenti delle truppe. La riuscita semplificazione, che sarà gradita agli strateghi meno smaliziati e più diretti, risulta castrante in diverse occasioni, a volte creando confusione in fase di assegnazione delle destinazioni o dei bersagli. Niente di tragico quando si è presa confidenza con l'interfaccia, ma si poteva sicuramente inserire qualche pulsante in più per le formazioni.

Sa che tutto passa e tutto lascia traccia

Tecnicamente ci troviamo davanti a un prodotto abbastanza mediocre. Le inquadrature ravvicinate mettono in luce grosse carenze di dettagli delle unità, con animazioni appena passabili e qualche squadratura di troppo, mentre le panoramiche comportano un appiattimento generale delle texture e degli oggetti. Alla conquista di Gerusalemme! Nonostante la resa visiva non sia eccezionale, il motore grafico è decisamente pesante e a livello di dettaglio grafico elevato il framerate subisce dei crolli molto fastidiosi e ingiustificati per quello che si vede sullo schermo, contando anche che un gioco come King Arthur, riesce a fare molto meglio risultando al contempo molto più fluido.
Dal punto di vista audio, invece, non ci sono alti e bassi ma solo bassi: le musiche di sottofondo sono poco ispirate e inadatte all'ambientazione, oltretutto hanno dei momenti di drammatizzazione asincroni rispetto all'azione, ovvero la musica sale di intensità nei momenti morti ingannando il giocatore che si guarda intorno alla ricerca di un esercito aggressore che non arriverà mai. Gli effetti sonori, per spirito di adattamento, sono pochi e sotto la media; giusto buoni a coprire il silenzio.

Clicca per votare!
7.0

Redazione

8.4

Lettori (10)

Le Crociate è uno strategico interessante, soprattutto per il prezzo a cui viene proposto (9,90€) che fa lievitare leggermente il voto finale. Non è sicuramente un avversario competitivo per i Total War e i veterani sentiranno sicuramente la mancanza di diverse opzioni tattiche e di uno scenario più aperto, ma quello che c'è è ben fatto ed è innegabile che, soprattutto le missioni avanzate siano pane per i denti dei veri strateghi. Insomma, si tratta di un acquisto consigliato che non vi farà rimpiangere i soldi spesi.

Simone Tagliaferri

Pro

  • Prezzo molto basso
  • Longevità elevata
  • Alcune missioni sono ben strutturate

Contro

  • Copia parecchio dai Total War
  • Il motore grafico è ingiustificatamente pesante
  • Si sente la mancanza di una campagna dinamica

Requisiti di Sistema PC

  • Configurazione di Prova
  • Processore: Intel Core 2 Quad Q6600
  • RAM: 4 GB
  • Scheda video: GeForce 250 GTS
  • Sistema operativo: Windows Vista
  • Requisiti Minimi
  • Sistema operativo: Windows XP / Vista / 7
  • Processore: Intel Pentium IV 3,4 Ghz o equivalente
  • Scheda video: nVidia GeForce 6600, ATI Radeon X700 o superiore
  • RAM: 1 GB
  • Hard Disk: 3,5 GB di spazio
  • DirectX: 9.0c