9.0

Redazione

7.3

Lettori (26)


  • 14
  • 1
  • 8
  • 0

Lara Croft and the Guardian of LightLe mirabolanti avventure di Lara Croft 31

Dopo il notevole successo ottenuto su Console e PC, Lara Croft arriva anche sui dispositivi Apple in tutta la sua bellezza!

Versione testata: iPad

Lara Croft può essere considerata a ragione una delle eroine più famose non solo in ambito videoludico, ma anche all'esterno di esso grazie alle numerose trasposizioni cinematografiche che l'hanno vista impersonata da donne di straordinaria bellezza e atletismo come ad esempio Angelina Jolie. La serie che la vede come protagonista, ovvero Tomb Raider, è ugualmente molto apprezzata in quanto è stata una delle prime che è riuscita a portare in maniera competente e in tre dimensioni il genere adventure con forte connotazione platform e puzzle. Le mirabolanti avventure di Lara Croft In attesa del nuovo capitolo della saga dopo gli ultimi abbastanza controversi, il 2010 ha visto arrivare su console e personal computer uno spin off con protagonista proprio la bella avventuriera sempre meno pettoruta, che è stato considerato da gran parte della critica come il miglior titolo in digital delivery dell'anno e in generale un videogioco assolutamente da provare. Fa piacere sapere quindi che Lara Croft and the Guardian of Light HD arrivi anche su iPad (e iPhone/iPod Touch con una versione dedicata) perlopiù con contenuti immutati e pieno supporto per la modalità cooperativa a due giocatori, sia offline che online.

La visuale che non ti aspetti

La connotazione di spin off si materializza soprattutto nella tipologia di visuale utilizzata, dall'alto e con un'angolazione "isometrica" fissa gestita direttamente dal gioco stesso. Il controllo di Lara è invece quello classico "dual stick", sulla sinistra dello schermo è presente infatti l'icona demandata al movimento con la selezione delle armi attorno, sulla destra invece quelle dedicate allo sparo, al salto e all'utilizzo delle bombe. Il risultato, seppur spiazzante magari per gli amanti della saga, è invece assolutamente convincente, perché la telecamera fa sempre bene il suo dovere e il titolo mantiene intatti elementi cardine quali platform e puzzle, cambia solo il punto di vista e il tipo di controllo che si avvicina maggiormente a titoli che propongono lo stesso tipo di soluzione. Le mirabolanti avventure di Lara Croft Lara Croft è una cacciatrice di tesori e l'oggetto di questa sua nuova ricerca è lo Specchio Fumoso, reperto custodito nella giungla sudamericana dalle origini abbastanza sconosciute. Inutile dire che il suo recupero provoca il risveglio di una divinità malvagia dal nome di Xolotl insieme al guerriero Totec, che l'aveva imprigionata per diversi millenni proprio grazie allo Specchio Fumoso. Lo scopo del gioco è quindi quello di inseguire Xolotl attraverso 8 livelli composti da templi, tombe e foreste concatenate tra loro, affrontando salti tra piattaforme, puzzle ambientali e diversi ostacoli rappresentati da trappole ma anche da nemici piuttosto agguerriti. Il tutto funziona piuttosto bene perché innanzitutto il sistema di controllo, fatta la debita pratica iniziale, permette di saltare da una piattaforma all'altra senza colpo ferire, mentre lo stick virtuale demandato allo sparo permette di colpire oggetti e avversari in tutte le direzioni. I puzzle ambientali solitamente propongono l'attivazione di ingranaggi per superare determinati ostacoli, alcuni sono semplici come la pressione in sequenza di mattonelle, altri invece sono più complessi e prevedono rompicapo che coinvolgono larghe porzioni della mappa di gioco e magari sono suddivisi in numerosi passaggi tesi a sbloccare ad esempio l'accesso al tempio successivo. A disposizione di Lara come detto ci sono le bombe, utili per distruggere alcuni elementi dello scenario che bloccano la strada piuttosto che ingranaggi che sparano frecce in continuazione, oppure ancora pistole, mitra e anche una sorta di giavellotto ideale per infilzare i nemici ma anche per essere incastrato nei muri e diventare scalino aggiuntivo per raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili. Insieme al rampino, che si attiva cliccando sullo schermo in prossimità degli agganci appositi, il giavellotto costituisce l'elemento portante delle fasi puzzle/platform del gioco, che si alternano in maniera sapiente con la parte di avventura e di esplorazione. In quest'ultimo caso ci sono delle piccole tombe apposite e parti dello scenario "facoltative" dove si trovano spesso potenziamenti e reperti appositi. I primi possono essere equipaggiati per migliorare la salute, difesa o capacità di attacco, i secondi invece sono legati ad una barra posta sotto quella della salute che si riempie in seguito agli attacchi portati a termine con successo senza subire danni, e permettono di aumentare momentaneamente le capacità atletiche e d'attacco di Lara stessa. Ogni livello, al di là degli oggetti presenti all'interno della mappa di gioco prevede una classifica online per il punteggio ed una serie interessante di sfide collegate al punteggio stesso piuttosto che al raccogliere determinati oggetti e risolvere puzzle entro un certo lasso di tempo. Il premio per il loro completamento è rappresentato da potenziamenti e reperti aggiuntivi (ce ne sono diverse decine in totale) che incidono decisamente in chiave rigiocabilità, anche perché il gameplay è tutto fuorché ripetitivo o frustrante. Le mirabolanti avventure di Lara Croft Lara Croft and the Guardian of Light HD è infatti un titolo dove tutte le sue componenti sono bilanciate alla perfezione, è piuttosto rigiocabile come impostazione ed è estremamente divertente, gli extra sono presenti in buon numero e il sistema di controllo funziona bene anche in modalità touchscreen dopo il necessario periodo di apprendimento, anche perché il ritmo non è così elevato da rendere il suo utilizzo confusionario e frustrante. Le classifiche online sono poi solo l'apice di quello che aggiunge ulteriore longevità e varietà al titolo, ovvero la componente cooperativa per due giocatori. Disponibile sia offline grazie al collegamento Wifi e Bluetooth, sia online grazie al pieno supporto Game Center (che "regala" anche 38 obbiettivi da sbloccare), la modalità multigiocatore mette a disposizione Lara Croft e Totec negli stessi livelli del single player. La cosa carina è che i puzzle vanno affrontati in maniera diversa sfruttando i due personaggi, ad esempio Totec può utilizzare il suo scudo per parare le frecce provenienti dagli ingranaggi e farsi strada mentre Lara posiziona le mine, quest'ultima può utilizzare il suo rampino per trainare Totec dopo aver sfruttato il giavellotto per raggiungere luoghi alti e non raggiungibili per il salto del proprio compagno. Dulcis in fundo il comparto tecnico; negli ultimi tempi sui dispositivi Apple si parla spesso e volentieri dei motori ID ed Epic per Rage e Infinity Blade, ma anche Lara Croft and the Guardian of Light HD dispone di una componente grafica di primissimo livello, come già era accaduto su console e pc. La mole poligonale rende le strutture solide e "piene", il dettaglio delle texture aumenta la varietà visiva, la presenza di diversi effetti di luce e particellari contribuisce a rendere l'impatto assolutamente piacevole, anche perché la fluidità è ottima per la maggior parte dell'avventura e la cura maniacale per il dettaglio aggiunge ulteriore beltà grafica. Il comparto sonoro dispone del doppiaggio in inglese con le voci dei protagonisti durante le sequenze di intermezzo e il testo in italiano, le musiche seguono la falsariga della grafica e sono orecchiabili e d'atmosfera per tutta la loro durata. Le uniche remore dal punto di vista tecnico le abbiamo per l'instabilità piuttosto elevata della versione attualmente disponibile su App Store: in più di un'occasione infatti il gioco si è bloccato tornando alla dashboard e senza apparente motivo, in maniera assolutamente casuale sia dopo un riavvio del dispositivo o dopo aver utilizzato diverse applicazioni. Un futuro aggiornamento dovrebbe risolvere questa problematica e rendere il titolo perfetto anche da questo punto di vista.

La versione testata è la 1.1
Prezzo: 7,99€
Link App Store

Lara Croft and the Guardian of Light HD riesce a restituire un'esperienza di gioco convincente anche su iPad, dove è immutato nei contenuti e dispone anche di un'ottima componente multigiocatore con supporto Game Center, perlopiù ad un prezzo molto aggressivo. L'ottima commistione di elementi platform, puzzle e di esplorazione garantisce tanto divertimento e presa costante sul giocatore, senza contare il comparto tecnico sicuramente tra i migliori mai visti sul dispositivo di Apple. Il titolo prodotto da Square Enix si posiziona quindi direttamente tra i videogiochi più validi in assoluto presenti su iPad, per grafica, profondità e divertimento garantito.

Antonio Fucito

Pro

  • Gameplay ottimamente bilanciato tra parte platform e puzzle
  • Tecnicamente ottimo
  • Multiplayer cooperativo via WiFi/Bluetooth e online grazie al supporto Game Center

Contro

  • Qualche bug di troppo