8.0

Redazione

3.7

Lettori (61)


  • 27
  • 6
  • 28
  • 0

Call of Duty: Black Ops - AnnihilationGiungla mortale 120

Abbiamo testato la nuova espansione per Call of Duty: Black Ops

Il gioco è disponibile per il download tramite Xbox Live
Versione testata: Xbox 360

Inutile girarci intorno, inutile spendere ulteriori parole sul prezzo di questi pacchetti mappe, tanto, mai come nessun altro videogioco recente, Call of Duty: Black Ops ha saputo spaccare il pubblico, diviso tra fan entusiasti e haters per partito preso. A noi non interessano questioni extra gameplay "di principio", in questa sede il costo ha certamente il suo peso, ma quello che è importante è stabilire se il contenuto di questo pacchetto Annihilation sia tanto buono quanto quello dei precedenti DLC rilasciati. E la risposta è senza dubbio sì. Dotazione standard per i soliti 1200 Microsoft Points. Quattro mappe "classiche", più una zombie, Shangri-La.

Segretissimo

Hangar 18 ci porta negli Stati Uniti e più precisamente nella famigerata Area 51 per una mappa che sembra strizzare l'occhio, ma senza eccedere, agli scontri dalla media distanza, soprattutto all'interno dell'hangar, anche se non mancano punti per appostarsi e zone dalle quali si gode di una buona linea di tiro su porzioni molto ampie del livello. La mappa è piena zeppa di easter egg e riferimenti alla teoria della cospirazione che da decenni girano sull'installazione militare supersegreta. Giungla mortale L'aereo che vediamo spuntare dall'hangar, è il mitico SR-71 Blackbird visto nella missione WMD di Black Ops, all'interno della base passiamo accanto a cadaveri alieni e addirittura, quando le armi tacciono possiamo sentire anche le loro voci. Possibile diretto riferimento ad un bug della mappa Villa è l'arancia che gravita all'interno di un congegno elettromagnetico. È come da tradizione Treyarch una mappa "media", sia per grandezza che per versatilità, e sembra essere fatta apposta per non scontentare nessun tipo di giocatore. Da una installazione supersegreta americana ad un'altra, in territorio sovietico, dove al posto degli alieni, troviamo "solamente" missili nucleari in procinto di lasciare i loro bunker sotterranei. Nulla da eccepire in termini di level design per Silo: spazi ampi, vie di fuga e buona verticalità con diverse strutture su più piani da esplorare e una torre dalla quale "camperare", ma senza dubbio è la mappa meno "peculiare" del pacchetto, di missili in volo ne abbiamo visti sin troppi, basta pensare a quello in partenza in Launch. Stesso discorso di Hangar 18, mappa media, buona per tutti.

Obiettivi Xbox 360

Call of Duty: Black Ops - Annihilation offre cinque obiettivi, per un totale di 150 punti, tutti relativi alla modalità zombi Shangri-La. Sono praticamente tutti relativi all'utilizzo delle nuove feature, come uccidere un certo tipo di zombie o utilizzare l'inedita arma speciale.

Tempo libero

Se siamo stati catapultati violentemente negli anni cinquanta con Nuke Town, Drive In ci riporta ancora con più forza agli anni di Fonzie e Richie Cunningham, ambientando scontri dalla brevissima distanza (ma con un paio di interessanti posti da dove cecchinare, come il cinema) in uno dei posti simbolo di quegli anni, il Drive In per l'appunto. Se Silo è sembrata piuttosto anonima, l'impressione opposta ci ha fatto questa mappa, coloratissima e ben dettagliata. Anche qui ci sono diverse chicche sparse per la mappa. La zona, oltre al cinema e al bowling comprende anche una sala giochi, nella quale ci sono diversi cabinati "ispirati" alle precedenti mappe e giochi di Treyarch. Possiamo trovare anche una sorta di Operation Wolf in versione World at War, con tanto di MP-40 con il quale sparare.
Sinora Annihilation ha offerto mappe non molto estese, l'ultima invece, Hazard è decisamente grande, piuttosto vasta e capace di esaltare i giocatori particolarmente versati col fucile da cecchino. Ci troviamo a Cuba, in un resort/golf club, e proprio uno dei percorsi è il protagonista di questa mappa visto che è una vera e propria terra di nessuno da percorrere, zigzagando tra i vari elementi dello scenario, nella quale si è alla mercè dei cecchini appostati. Non mancano certo passaggi defilati, ma il massimo della bagarre è tutta nel fairway della buca. Giungla mortale Chiude il pacchetto la mappa zombie, da sempre vera e propria ciliegina sulla torta della pietanza cucinata da Treyarch. Come suo solito lo sviluppatore americano non si è limitato a variare il setting, ma ha inserito tutta una serie di nuove armi, bonus e nemici, cosa questa sempre gradita e mai troppo apprezzata. Questa volta siamo in piena giungla, nella misteriosa città mitica di Shangri-La. La mappa è piuttosto grande, labirintica, piena di caverne e trappole, traboccante di zombi, umani e sotto forma di scimmie. Per difenderci dalle ondate di non morti sarà possibile ad esempio utilizzare, oltre al solito arsenale, la nuova 31-79 JGb215, fucile capace di rimpicciolire i nemici, o modificare una bella mina Claymore per farle lanciare, insieme alle biglie di acciaio anche del bel bambù acuminato. Da eliminare a distanza gli zombi al napalm, e quelli urlanti, capaci di accecare il giocatore. Inutile dire che la cooperazione è fortemente richiesta, e anche qui non mancano chicche ed easter egg disseminati per la mappa. Call of Duty: Black Ops - Annihilation - Gameplay in presa diretta Call of Duty: Black Ops - Annihilation - Gameplay in presa diretta

Nulla è cambiato dal precedente DLC. Tanta qualità al solito (salato) prezzo. Davvero interessante la nuova mappa zombi, e se l'interattività delle mappe è solo accennata, bisogna senza dubbio lodare il level design delle stesse, da sempre arma vincente dei ragazzi Treyarch. In definitiva, vale il solito discorso. L'acquisto non è imprescindibile, ma quanto offerto è sicuramente di grande spessore.

Matteo Santicchia

Pro

  • Ottimo level design
  • Novità nella mappa zombie

Contro

  • Prezzo alto
  • Interattività solo accennata