Dave Mirra Freestyle BMX 2  0

Dave Mirra torna su PS2 a suon di pedalate! Non vi resta altro che prendere la vostra BMX e scatenarvi con lui!

... e adesso pedala!!!

Dave Mirra Freestyle BMX 2 può certamente godere di una buona veste grafica e di una colonna sonora decisamente azzeccata. Tuttavia i problemi che attanagliavano il sistema di controllo delle due precedenti versioni sono ancora presenti.
Ma andiamo con ordine. Il gioco è essenzialmente strutturato sulla modalità “carriera” dove dovrete scegliere un BMX rider professionista e guidarlo attraverso gli otto livelli base del gioco, completando una grande varietà di sfide lungo il percorso. L’ obiettivo principale rimane essenzialmente immutato: ottenere il punteggio più alto possibile grazie a sfide basate sull’ “ high score”, “ long grind” e “ big air challanges”. Ogni livello è popolato da altri BMX riders professionisti che accresceranno la difficoltà delle sfide, molte delle quali consistono nell’ eseguire “tricks” in specifici luoghi all’ interno dei vari livelli. Questa interazione tra i personaggi vi servirà a calarvi all’ interno dell’ atmosfera del gioco, anche se in realtà gli altri “ riders” fungono essenzialmente da “ marionette” dotate di una discutibile intelligenza artificiale. Troverete inoltre una discreta varietà di veicoli motorizzati che si aggirano all’ interno delle ambientazioni, ognuno dei quali vi darà la possibilità di interagire con un “grind".
La modalità a due giocatori è stata notevolmente potenziata offrendo ora 13 differenti tipologie di sfida tra cui il solito” high score challange” ed un originale “ butta giù il più in gamba” con tanto di caccia al più abile. Il gioco include inoltre un “ level editor” paragonabile a quello visto in Tony Hawk's Pro Skater 2. Infatti avrete a disposizione molti temi con i quali caratterizzare il vostro livello, un largo spazio sul quale costruirlo e una miriade di oggetti con i quali lo renderete unico.

Tricks a go-go!!!

Uno dei miglioramenti più vistosi che l’ hardware PS2 ha permesso di apportare, è quello della enorme ampiezza e larghezza dei livelli. Lo stage “ Woodward Camp” è adesso quattro volte più grande del primo Dave Mirra, e anche il design dei livelli in generale risulta molto più vario e definito con percorsi che variano da vecchie stazioni industriali ad affollati centri urbani, fino al pacifico deserto dell’ Arizona. Purtroppo il bilanciamento dei controlli è rimasto lo stesso delle due precedenti incarnazioni. Lo schema di controllo è basato sul pulsante X per i salti, triangolo per il “ grind”, O per le acrobazie del biker e della bicicletta e Quadrato, utilizzato in tandem con il O per variare i tricks. Ciò consente la possibilità di performances acrobatiche fisicamente impossibili. Il gioco soffre ancora della capacità magnetica dei ”grind”, della facilità di atterraggio dalle acrobazie e della scarsità di precisione delle collisioni con l’ ambiente circostante. La fisica in generale manca di credibilità e questo rimane un grosso neo che non è stato eliminato o quantomeno migliorato.

Dave è tra noi....e si vede!

I livelli sono grandi e ricoperti da textures di buona fattura, qualsiasi effetto di “pop up” risulta davvero impercettibile. I modelli dei bikers sono stati nettamente migliorati, aggiungendo un grande senso di diversità alla collezione dei ciclisti spericolati. Questi risultano anche meglio animati, permettendo esecuzioni di acrobazie con molta più dolcezza e fluidità. Tuttavia il titolo soffre di occasionali rallentamenti e la camera virtuale a volte si incastra negli angoli più reconditi dei livelli, lasciando il videogiocatore spiazzato e confuso.
La colonna sonora è adatta allo spirito allegro e dinamico di un qualsiasi gioco di sport-azione: canzoni stile pop-funk di artisti del calibro dei Sum 41, Methods of Mayhem, Rage Against the Machine, Sublime e Fenix TX funzionano bene come rumore di fondo alle performances dei bikers scatenati.

Che faccio...lo compro?

Anche se Dave Mirra Freestyle BMX 2 soffre di alcune piaghe non sanate rispetto alle precedenti versioni, mi sento di consigliarlo a chiunque di voi sia in cerca di un titolo divertente e immediatamente giocabile, anche se non siamo certamente di fronte alla massima espressione virtuale di questo sport.

    Pro:
  • Graficamente buono
  • Un sacco di tricks
  • Colonna sonora da urlo!
    Contro:
  • Controlli imprecisi
  • Telecamera virtuale anomala
  • Interattività limitata con gli scenari

Hai voluto la bicicletta...

Acclaim è stata la prima ad addentrarsi nel territorio BMX su Playstation con Dave Mirra Freestyle BMX e il titolo riscosse allora un discreto successo grazie alla sua immediatezza e semplicità. E' rilasciata anche una versione “remixata” del gioco, contenente nuovi livelli e un sistema di tricks più intuitivo ed efficace. Ora la softco americana ha deciso di trasportare il suo spericolato BMX biker sul monolite nero Sony ed il passaggio all’ hardware della “next generation” ha giovato positivamente al titolo in molti aspetti.