I Simpson: fusione imminenteI Simpson: Fusione Imminente 

Anche se in Italia il loro attesissimo film uscirà nelle sale soltanto a settembre, i Simpson sono già protagonisti di un tie-in per cellulare, con Homer in qualità di protagonista assoluto: e parafrasando proprio il capofamiglia dei "gialli", vediamo ora se il gioco è più "mitico" o più "d'oh"...

Per quanto ovviamente collegato alla pellicola di prossima uscita, I Simpson: Fusione Imminente non si basa sulla medesima trama, anzi ne prende decisamente le distanze. In questo mobile game, infatti, troviamo Homer impegnato nel disperato tentativo di salvare la città di Springfield da un disastro nucleare, di cui peraltro i media gli addossano la colpa: inutile dire che per questo motivo la furia dei cittadini si abbatte su di lui, rendendogli ancora più difficile la missione. Per conferire al titolo una vena di drammaticità, gli sviluppatori d i EA Mobile hanno ben pensato di inserire un countdown (liberamente consultabile in ogni momento) di 30 minuti entro il quale portare a termine l'ardua impresa: un aspetto che -come è evidente- mette in luce subito il più grande difetto di Fusione Imminente, ovvero una longevità infinitesimale, che purtroppo si affianca pure ad un replay value inesistente. Chiunque avesse intenzione di avvicinarsi al gioco, dunque, farebbe meglio a mettere in preventivo un'esperienza assieme ai "gialli" estremamente breve, e nemmeno troppo intensa, a dirla tutta. Come detto, Homer, in qualità di unico personaggio giocabile, deve essere condotto dall'utente verso la centrale nucleare di Springfield, un iter che si snoda attraverso tre soli livelli di pura deambulazione.

Si comincia da casa Simpson, fedele in tutto e per tutto a quella della sere animata: da qui Homer deve risolvere il primo di una serie di problemi (ovvero trovare le chiavi della macchina), che quasi sempre si traducono nell'interagire con un personaggio, nel trovare un particolare oggetto o in combinazioni delle due cose. A rendere le cose più difficili ci sono i vari abitanti della città, che inseguono continuamente il povero Homer per picchiarlo o che gli lanciano addosso oggetti di vario tipo: a questo scopo, è presente una barra energetica a testimoniare il livello di salute del nostro "eroe", che può essere puntualmente rifocillata raccogliendo ciambelle e lattine di soda. Oltre a correre avanti e indietro risolvendo questi piccoli enigmi, Homer è anche capace di interagire con alcuni oggetti dello scenario, al fine di svelare bonus nascosti, di ottenere un temporaneo boost (ad esempio utilizzando uno skate per compiere brevi tragitti) o di sbarrare la strada ai nemici. E nel caso ci si dovesse perdere tra i meandri di Springfield, si può sempre contare sull'ottimo senso dell'orientamento del maiale (?) amico di Homer, il quale non mancherà di indicare la strada ai giocatori più confusi. Descritto in questi termini, Fusione Imminente sembrerebbe un titolo abbastanza semplicistico, e così è infatti: con un sistema di controllo quasi del tutto limitato al movimento del protagonista nelle quattro direzioni, un livello di difficoltà molto basso ed una longevità come detto davvero ridicola, il prodotto EA non è certamente quanto di più appetitoso il mobile gaming abbia da offrire. Il che è senz'altro un peccato, considerando come Fusione Imminente presenti una realizzazione tecnica di buona qualià, in primis grazie ad una grafica isometrica estremamente pulita e particolareggiata, che rappresenta benissimo lo spirito del cartoon anche nelle animazioni dei personaggi. Degno di nota anche il sonoro, che meriterebbe un plauso anche solo per le riproduzioni dei vari "d'oh!" tipici di Homer...

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

4.7

Lettori (5)

Inutile girarci tanto attorno, i Simpson: Fusione imminente è nell'ordine una grande delusione, un'occasione sprecata e un'operazione commerciale bella e buona. Difficile spiegare altrimenti un gameplay ridotto all'osso e una longevità assolutamente inaccettabile, che consente di portare a termine l'avventura in un quarto d'ora senza poter contare nemmeno su qualche espediente per ricominciarla una seconda volta. Nonostante un comparto tecnico di buona qualità, Fusione Imminente è un tentativo mal riuscito di cavalcare l'onda di interesse del film, e niente più.

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Grafica colorata e dettagliata
  • Sonoro ricco di "d'oh!"

Contro

  • Struttura di gioco estremamente povera
  • Longevità e replay value inesistenti
  • Operazione commerciale al 100%

TI POTREBBE INTERESSARE