Intel Core i7 975 Extreme Edition  34

Intel rilascia sul mercato un nuovo processore top di gamma per tutti coloro non possono vivere senza avere il meglio del meglio montato nel case del proprio PC.

Tempi particolari per Intel: il rilascio dei Core i5 nei mesi a venire focalizzerà prevedibilmente le attenzioni di tutti, utenti e stampa, ma il mercato e i consumatori disposti a comprare, in un'epoca così poco felice per l'economia, le novità le hanno viste lanciare da altri, da quella AMD-ATI che tanto sta facendo in questo periodo per rilanciarsi nel mercato medio e medio alto, con soluzioni a due, tre e quattro core di ottima qualità come visto con i vari Phenom II X2 550, X3 720 e X4 955. In attesa di irrompere nuovamente nelle case dei più e di rispondere all'offensiva portata dalla ben più piccola azienda di Sunnyvale, il colosso di Santa Clara ha pensato bene di aggiornare i suoi due modelli di punta, sostituendo i Core i7 940 e 965 Extreme Edition con il 950 e il 975 Extreme Edition. In particolare quest'ultimo stuzzica la fantasia dei più, proponendosi come una delle soluzioni più care sul mercato desktop - solo Intel dispone del QX9775, venduto a prezzo superiore - e a conti fatti come la più potente in assoluto; la domanda che quindi nelle prossime righe, sfruttando quanto rilevato da alcuni tra i principali siti internazionali, si proverà a rispondere è relativa alla validità dell'offerta di questo processore da mille dollari e alla sua sensatezza in ottica gaming.

Guru3D

Commento:" Intel ha rilasciato il processore più veloce, non solo un processore più veloce. Non diremo mai abbastanza che il passo dal 965 al 975 è uno step davvero ridotto nell'evoluzione di questa architettura, ma sì, sicuramente ne migliora le prestazioni per la stessa quantità di soldi. Quantità di soldi ancora una volta sconvolgente come d'altra parte lo sono le performance. Si tenga anche in mente che a pesare non è solo il processore ma anche quanto bisogna spendere per usarlo, come la scheda madre da minimo 200 dollari e considerando che probabilmente si andranno a comprare anche memorie triple channel da 150 dollari. Quindi, seppur io abbia amato questa piattaforma, il suo rilascio mi risulta ancora un po' strano. Sicuramente se la si guarda dal lato delle prestazioni, aggiunge qualcosa, ma sento che non c'era davvero la necessità di rilasciare questo processore. Specialmente con l'economia di oggi, il che mi porta a domandarmi in quanti potrebbero essere interessati, se non nelle possibilità, di comprarlo. Gli appassionati di videogame ricordino questo: solo se si è in possesso di un sistema a più schede video un processore come questo mostra abbastanza vantaggi da giustificarne l'acquisto.

Per quelli che si dilettano con l'encoding e in generale l'elaborazione di file multimediali la realtà è semplice: non ci sarà niente di meglio sul fronte CPU per molto tempo. Ad ogni modo in condizioni di uso e di gioco comuni con, diciamo, una Radeon HD 4890 o una GeForce GTX 285 non si otterranno benefici da un processore così veloce. Ma non importa quanto costoso sia il processore, o quanto importante sarà per il complesso del PC su cui sarà montato... noi amiamo i processori high-end della serie Core i7. Mettere 999 dollari sul tavolo è come pugnalarsi da soli ma dopo un minuto dall'installazione ci si sarà dimenticati del prezzo e ci si troverà con un sorriso stampato sulla faccia mentre si daranno dei baci al proprio PC... e questa è la cruda realtà dell'architettura Core i7, è il meglio del meglio."
Risultati Prove: Si è utilizzato Dhrystone, un software sviluppato da SiSoftware Sandra e orientato al calcolo matematico, ottimo per la misurazione delle prestazioni di un PC essendo molto contenuto come dimensioni e stando per intero nella cache. In questo test, il Core i7 975 primeggia davanti al 965 e al 920, staccando di 24'000 punti il Phenom II X4 955, primo di casa AMD. Altro benchmark particolarmente interessante, Zlib è un test di compressione particolarmente adatto alla valutazione dei processori multi core. Ancora una volta, l'oggetto della recensione primeggia con poco margine sulla versione che va ad aggiornare e distaccando con decisione il Core i7 920.

XbitLabs

Commento:" Sommando quanto detto in questo articolo, si potrebbe concludere che non c'è nulla di speciale nell'odierno lancio dei Core i7 975 e 950. E in parte questo è vero: Intel ha rinfrescato il look ai suoi processori ad alte prestazioni, alzando la frequenza di 133MHz, il che si traduce in un 5% in più rispetto a prima. La differenza nelle performance si vede in quelle applicazioni dove i Core i7 hanno sempre fatto bene, un po' meno dove si appiattivano alle altre CPU. Ad ogni modo la frequenza non è il solo cambiamento di questi nuovi Core i7. Ce ne sono alcuni più piccoli come la maggior efficienza nei consumi tanto che possiamo dire che i 133MHz supplementari non hanno avuto ripercussioni sulla richiesta energetica o sulle temperature rilevate. Anche le potenzialità dell'overclocking sono aumentate; i 4GHz sono un obiettivo facilmente raggiungibile per la nuova CPU, anche solo con un raffreddamento ad aria. Come risultato, anche se il nuovo Core i7 975 Extreme Edition non aggiunge nulla di clamoroso, riesce a offrire una serie di piccoli, utili elementi;

e questo è più che sufficiente per non lamentarsi sull'essere passivi da parte di Intel nel segmento di mercato più alto. In conclusione vorrei dire che i Core i7 restano una piattaforma eccellente per coloro impegnati nella creazione e nell'elaborazione di contenuti multimediali, sentendosi perfettamente a casa in applicazioni al lavoro con modelli, suoni, immagini e video. Comunque, qualora si decidesse di optare per l'uso di una piattaforma LGA 1366, bisognerà accettare non solo di pagare un caro prezzo per le componenti, ma anche di poterle sfruttare al massimo solo su una manciata di gioco e con consumi più elevati che altrove."
Risultati Prove: Con Left 4 Dead a 1680x1050 a qualità media, il Core i7 975 Extreme Edition registra 135.71 immagini al secondo, superato solo dal Core 2 Extreme Q9770 fermatosi a 144.47 e superando il 965 di circa tre frame, il 950 di sei e il Phenom II X4 955 di tredici. Con Crysis Warhead a 1680x1050 sempre a qualità media, l'oggetto di questo articolo si piazza in testa con 92.68 fps, contro i 91.23 del 965 e gli 89.97 del 950; sempre distante il top di gamma AMD, il Phenom II X4 955, bloccato a 81.33. Con Far Cry 2 e le stesse impostazioni di prima, si ottiene la stessa scala di valori, dimostrando una certa prevedibilità e costanza nei test.

LegitReviews

Commento:" Il Core i7 975 Extreme Edition è a mani basse il processore desktop più potente che sia capitato di testare da LegitReviews. Questo si è manifestato come una certezza quando è stato in grado di superare in prestazioni la piattaforma Skulltrail, dotata di due Intel QX9775. E' la prima volta che un quad core dotato di Hyper Theading è stato in grado di battere la piattforma per server con montati due di quei processori; un risultato impressionante considerando che un singolo QX9775 costa 1555 dollari.[...]

Il Core i7 975 predilige le applicazioni che richiedono quattro o più thread contemporaneamente, come la piattaforma Nehalem sta iniziando a dimostrare sempre più spesso. Se le performance della versione uscita dal negozio non vi stupiscono ancora, considerate che si tratta di una Extreme Edition, il che vuol dire che è sbloccato e che quindi si ha completo accesso al moltiplicatore e alla frequenza. Siamo stati in grado di portare il 975 a circa 4.1GHZ senza nemmeno toccare il voltaggio! Tutte queste prestazioni hanno un costo e il TDP da 150W è più elevato di quello di qualsiasi altro processore sul mercato, facendo consumare al sistema significativamente di più. Detto questo, non si compra una macchina sportiva per fare economia sulla benzina e i processori della serie Extreme Edition seguono lo stesso ragionamento. Il prezzo del Core i7 975 si assesta attualmente sui 1039 dollari, ma hey, le spese di spedizione sono gratuite! Se si fosse nelle possibilità di acquistarlo ed è piaciuto quanto messo in luce dalle prestazioni, tutto sommato vale la pena prenderlo."
Risultati Prove: Lanciando il 3DMark06 si ottiene un risultato di 6107 punti, inferiore solo a quello della coppia di Intel QX9775 ma ben sopra i 5789 punti del Core i7 965 e staccando nettamente il Phenom II X4 955. Dominata invece la prova su World in Conflict, con 204 immagini al secondo di media per il Core i7 975 contro le 201 del 965 e le 126 del Phenom II X4 955, alla risoluzione di 1280x104 a bassa qualità. Portando a livello medio la qualità e alzando la risoluzione a 1920x1200, le distanze si mantengono identiche in proporzione con il 975 che ottiene una media di 145 frame.

Commento

Si è quindi preso un processore - il Core i7 965 - e lo si è sostituito con un altro - il Core i7 975 - inserendolo nella stessa fascia di prezzo, migliorandone complessivamente le prestazioni e sistemando alcune piccole imperfezioni. Insomma un upgrade, che di per sé non può che essere visto positivamente e che migliora un prodotto già vincente, al massimo delle prestazioni oltre che del costo. Differente il discorso sull'opportunità di lanciarsi in una spesa del genere: 999 dollari sono tanti - a prescindere dal fatto che li valga o meno - e guardandolo in ottica videogame i benefici non sono pari a quelli ottenuti lavorando su filmati, compressione et similia, soprattutto se non si dispone di un sistema a più schede video, Crossfire o SLI. Una scelta estrema, non si tratta di voler giocare al meglio, cosa ottenibile anche puntando più in basso, ma di volere il meglio... e il meglio ha un prezzo. Punto.