NBA 2K9 - Recensione  14

La rincorsa al titolo della squadra più forte nell' NBA è appena iniziata, anche quest'anno i 2K Sports non deludono le aspettative di tutti i fan..

New entry e conferme eccellenti..

All’interno di NBA 2K9, abbiamo potuto notare come una migliore implementazione delle animazioni, ora molto più fluide e realistiche, assieme ad un notevole miglioramento nella realizzazione dell’ intelligenza artificiale della cpu, riescano a restituire subito un feeling differente da quello della precedente edizione. Sia i nostri compagni che i giocatori avversari riescono a rispettare adeguatamente le tattiche, coprendo meglio i giocatori che non portano la palla, ed effettuando inserimenti più frequenti all’interno delle azioni di attacco. Schermi ripetitivi o azioni su binari predefiniti sono quindi un ricordo.
Tra le varie aggiunte una nota va assegnata alle trattenute di corpo o maglietta di un avversario, per poter rallentare i suoi movimenti o sbilanciarlo mentre gestisce la palla, ovviamente è buona regola non abusare di questa possibilità, pena il fischio dell’arbito e relativo fallo. Sempre riferendoci alla meccanica di gioco, è possibile notare come si siano ridotte le possibilità di effettuare schiacciate, in particolare ai livelli di difficoltà più elevati. Allo stesso tempo sono aumentati esponenzialmente gli intercetti della palla, e migliorate le collisioni con i modelli nel gioco.
Le modalità di gioco sono decisamente numerose in NBA 2K9, oltre alle classiche partite rapide e alla sezione online di cui parleremo più avanti, vi sono due sezioni molto ben sviluppate, la prima è legata a sfide più arcade, come gli scontri in schiacciate sotto canestro o le competizioni nei tiri da tre punti. La seconda è un’estesa quanto puntigliosa versione di una carriera nel mondo NBA, in cui potremo decidere di controllare solo la gestione dei match all’interno del campionato, oppure aumentare via via il livello di dettaglio fino a gestire le contrattazioni degli ingaggi, scambi di giocatori, oppure sfruttare il lavoro dei propri talent scout per creare il dream team del futuro. Ovviamente non manca la possibilità di modificare numerosi parametri di personalizzazione, per modificare il grado di simulazione e difficoltà che si vuole ottenere durante i match.

Mi è sembrato di vedere Shaq...

Per quanto riguarda il discorso grafico, NBA 2K9, pur senza settare nuovi standard nel genere - fatta eccezioni per le animazioni davvero mozzafiato-, riesce a difendersi molto bene, ed il risultato finale è senza dubbio di ottimo impatto. Pochi, se non assenti, difetti grafici come aliasing, tearing, mentre purtroppo è presente qualche calo di frame rate durante alcuni replay e particolari situazioni, ma durante lo sviluppo dell’azione il gioco resta perfettamente fluido e giocabile. Delle ottime animazioni abbiamo già detto, ma bisogna far notare anche una realizzazione migliore del pubblico sugli spalti ed una buona illuminazione che rende piuttosto realistici i volti dei giocatori. Per quanto riguarda gli effetti sonori, non possiamo proprio lamentarci, ben realizzati e con un buon utilizzo delle capacità del Dolby Digital. Di pari livello la scelta per la colonna sonora, che grazie ad autori più o meno famosi come Beastie Boys o BlockHead, rende in pieno l’atmosfera ed il sound american-style.

Mi è sembrato di vedere Shaq...

Uno contro tutti
In questa edizione del titolo made in 2K Sports, l’online rappresenta una delle sezioni più curate ed interessanti, in special modo per i fan della serie. Prima di tutto bisogna far notare che NBA 2K9 supporta match fino 5 Vs 5 via Xbox Live, il che significa una partita composta totalmente da altri giocatori reali. In questa modalita poter contare su un gruppo di amici affiatato è fondamentale per portarsi a casa la vittoria. I giocatori devono potersi coordinare ed avere una sorta di intesa per quanto riguarda la strategia in campo. Muoversi in attacco aspettando il passaggio di chi ha la palla è relativamente semplice, ma saper aspettare e marcare i giocatori avversari, sapere quando tornare in copertura o quando spostarsi in una zona adatta per catturare rimbalzi, anche senza toccare palla a lungo è un compito tanto importante per la squadra, quanto poco desiderato per un utente online. Se si ha la fortuna di contare su di un gruppo collaudato, allora NBA 2K9 è una scelta sicura per le partite multi giocatore. Parlando di feedback online, dai nostri test è venuta a galla una situazione altalenante, partite con avversari italiani ed europei 1 vs 1, sono delle esperienze pari ai match offline. Purtroppo nella nuova modalità 5 Vs 5, non abbiamo trovato lo stesso livello qualitativo. I match soprattutto quelli con avversari di un altro continente, hanno evidenziato parecchi problemi di lag. Su questo aspetto potremo tornarci in un futuro, visto che patch dedicate all’ottimizzazione del codice di rete sono all’ordine del giorno per i titoli sportivi.

Commento

NBA 2K9 è un’edizione sicuramente ben riuscita, il ritorno ad un approccio molto più simulativo che arcade, pur con tutti i limiti dovuti alla curva di apprendimento dei controlli o al livello di difficoltà non certo accessibile al primo match, ha portato i suoi frutti. Inutile fare confronti diretti con altri titoli nel settore, magari orientati più verso altri aspetti o con altri tipi di implementazione della meccanica di gioco, NBA 2K9 fa partita a sé e per essere apprezzato al meglio merita di essere provato per più dei cinque minuti classici di una demo. Al team 2K Sports possiamo chiedere qualche ottimizzazione nella resa online di partite con parecchi giocatori presenti, e qualche piccola miglioria nel reparto tecnico. Titolo assolutamente consigliato a tutti gli appassionati e ai giocatori che cercano il meglio nelle simulazioni sportive.

Pro

  • Impegnativo
  • Il punto di riferimento tra le simulazioni di basket
  • Modalità carriera estremamente completa
Contro
  • 5 Vs 5 Online non ancora perfetto
  • Curva di apprendimento un po' lunga

Xbox 360 - Obiettivi

NBA 2K9 possiede 50 obiettivi per un totale di 1000 Gamerpoints. L'assegnazione di punti varia, tra i 10 dei più semplici, fino ai 30-35 punti per le sfide più impegnative. Circa il 20% sono dedicati esclusivamente alle performance online. Il titolo non è certamente di più indicati per far salire velocemente il proprio punteggio gamepoints, anzi... è più corretto dire che solo i più esperti ed appassionati riusciranno ad ottenere il massimo dei punti disponibili.