Resident Evil: Confidential Report File 2Resident Evil: Confidential Report File 2 

Resident Evil torna a calcare le scene mobile con questo Confidential Report File 2, seguito di un prodotto decisamente infelice uscito qualche mese or sono. Cambia dunque l'ambientazione ma rimangono gli stessi personaggi, lo stesso gameplay e -purtroppo- la stessa discutibile qualità...

Se non fosse per la scritta che campeggia sul menu principale e per il lunghissimo caricamento che precede l'avviamento del gioco, sarebbe davvero difficile riuscire a distinguere questo File 2 dal deludente predecessore. Ad accogliere l'utente si trova dunque ancora una schermata estremamente povera, dalla quale iniziare o continuare una partita, visualizzare i comandi, spegnere/accendere il sonoro o uscire: per capire le nostre reazioni di fronte al titolo in questione, basti sapere che riteniamo quest'ultima opzione la migliore di tutto il pacchetto. Il prodotto Capcom non sembra aver assolutamente imparato dai propri errori, anzi, giocando a Confidential Report File 2 si ha la netta sensazione che il titolo sia stato realizzato assieme al precedente per poi essere messo in vendita qualche mese dopo. Difficile spiegare altrimenti la stucchevole fissità di ogni singolo elemento negativo, che puntualmente ritorna ad ammorbare gli sventurati acquirenti del gioco. Partiamo dalla grafica, già poco onorevole nel prequel e che qui ritorna in pessima forma: inquadrato da una visuale isometrica, Confidential Report File 2 continua dunque ad offrire alla vista scenari bidimensionali spogli e cromaticamente discutibili, oltre che sprite dei personaggi piccoli, poco definiti e quasi del tutto sprovvisti di animazioni. Un banale HUD nella parte bassa dello schermo ed una schermata status/inventario che definire "minimalista" è un eufemismo completano un quadro generale davvero sconfortante, palesemente inferiore a miriadi di altri mobile games.

La situazione non è certo migliore dal punto si vista del gameplay, dove Confidential Report File 2 dà veramente il peggio di sé. Come accennato, l'utente torna a vestire i panni dell'agente Tyler Hamilton e dell'investigatrice Naomi McClain, a due giorni di distanza dai fatti narrati dal primo episodio. Questa volta, i due affronteranno da prospettive diverse l'orrore di un campus universitario affollato da zombie ed affini, alla ricerca dell'autore di una misteriosa telefonata. Come per il prequel, anche qui l'unico aspetto minimamente interessante è costituito dalla trama e dai suoi sviluppi, mentre la struttura ludica è un vero e proprio colabrodo. L'azione è lenta e macchinosa, il sistema di controllo è semplicemente mal concepito e le pretese rpg del prodotto svaniscono di fronte alla noia che immediatamente colpisce il giocatore. Certo, Confidential Report File 2 offre mostri, armi ed oggetti classici della serie, oltre che un buon numero di documenti da leggere per comporre i tasselli del puzzle: tutti elementi che però non riescono assolutamente a compensare un gameplay lacunoso e mancante di un ritmo adatto alla fruizione mobile.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

7.9

Lettori (3)

Per Confidential Report File 2 valgono esattamente le stesse cose dette in fase di recensione del prequel, visto che i due titoli (setting a parte) sono perfettamente identici nella loro preoccupante mancanza di qualità tecnica e ludica. L'elemento aggravante di quest'ultima produzione Capcom è però costituito dal fatto che non ha provato nemmeno lontanamente a migliorare gli enormi difetti del predecessore. Aspettiamo con (s)fiducia l'imminente File 3...

Fabio Palmisano

Pro

Contro

Pro

  • Sonoro decente

Contro

  • Grafica sotto gli standard
  • Sistema di controllo terrificante
  • Gameplay lento e macchinoso