Ski Racing 2006Ski Racing 2006 - Recensione 

Siete vogliosi di ricalcare le gesta di "Herminator" Maier o dei nostri Albertone Tomba o di Giorgio Rocca? Ed allora tuffatevi in Ski Racing 2006, eccellente simulazione videosciistica Made in Austria.

Commento finale

Ski Racing 2006, dall’Austria con furore, è una simulazione praticamente perfetta dello sci alpino. Se pur inizialmente possa sembrare un prodotto arcade ed immediato, il gioco di Jowood richiede grande concentrazione per equilibrare velocità, esigenza di curvare, trovare la posizione aerodinamica quando si può e comprendere al meglio le caratteristiche diverse di ogni gara sulle varie piste riprodotte fedelmente dal mondo reale. Tutto questo ci fa promuovere a pieni voti Ski Racing 2006 con un solo e preciso avvertimento: se non avete neppure una minima passione per bastoni, attacchi e scarponi la prospettiva simulativa di Ski Racing 2006 potrebbe facilmente rivelarsi frustrante. Se invece non vedete l’ora di ricalcare le gesta di Albertone Tomba o di Giorgio Rocca, allora andrete sicuramente a colpo sicuro.

Pro Simulazione Eccellente dello Sci Tantissime Possibilità di Gioco Alta Personalizzazione Contro Frustrante per chi non ha la passione sciistica Buona realizzazione visiva ma non appariscente Indicato solo per chi ha la neve nel sangue

La grandezza di Ski Racing è l’incredibile equilibrio di tutti gli elementi che il giocatore dovrà prendere in considerazione per ottenere delle ottime performance. Cominciamo dalla velocità: scordatevi di mettervi in posizione aerodinamica sempre e comunque. Tale comportamento produce dei grossi problemi non solo in slalom speciale, la disciplina più tecnica, ma anche nelle altre specialità, soprattutto in quei passaggi più stretti. Allo stesso tempo, eccedere in moderazione vi porterà agli ultimi posti della classifica della gara. Lo stesso si può dire per le spigolature ed il carving, entrambi da utilizzare nei momenti giusti per ottenere le migliori traiettorie e non perdere tempo prezioso. La disponibilità del carving poi, se non ci prenderemo delle pause fra una gara e l’altra, tenderà a diminuire fino allo zero e la cosa inciderà molto negativamente sui nostri tempi. SR2006 è veramente un’ottima simulazione, capace di riproporre al meglio la disciplina sciistica in chiave videoludica (tranne la stanchezza!): è da segnalare però che la sua difficoltà elevata (ogni pista e ogni gara è una prova a sé con le caratteristiche peculiari di ogni competizione) potrebbe comunque condurre frustrazione a chi non ha grande passione per l’arte sciistica.

Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione

Visioni Bianche

Da un punto di vista tecnico, Ski Racing 2006 non delude. Oltre a non richiedere specifiche hardware esose (su PC ovviamente), il gioco di Jowood pur non presentando un numero di poligoni elevato su schermo sia per le ambientazioni che per la realizzazione dei personaggi, offre comunque delle buone texture, delle eccellenti animazioni per gli sciatori e soprattutto una fluidità mai messa in discussione, arricchita ulteriormente dal motion blur (comunque selezionabile secondo la volontà del giocatore). Per quanto riguarda il sonoro invece, niente di particolare da segnalare se non dei discreti effetti ambientali a cui però va sommata la possibilità di usare i propri MP3 come accompagnamento per le nostre discese in montagna.

Da un punto di vista tecnico, Ski Racing 2006 non delude

Coppa del Mondo

Abbiamo appena citato la Coppa del Mondo che in pratica si rivela essere proprio il cuore del gioco stesso e praticamente identica alla controparte reale: potremo quindi disputare, se vorremo, tutte le discipline dello sci alpino (discesa libera, super G, slalom gigante, slalom speciale e combinata) oppure sin dall’inizio potremo prendere parte a solo alcune delle specialità. Ma avremo ancora un’altra possibilità ovvero scegliere di gara in gara se partecipare o meno ad una competizione. Questo elemento, oltre a dare ampia libertà di azione al giocatore, è molto importante per il fattore stanchezza: se infatti non ci concederemo neppure una pausa, il nostro alter ego inizierà a logorarsi ed avere performance meno convincenti durante le gare. Un elemento gestionale di non poco conto e che riprende in modo congruo un aspetto reale della disciplina. La Coppa del Mondo infine permette di sbloccare anche varie attrezzature più o meno importanti per le performance del nostro sciatore ovvero scarponi, sci, casco ed anche altre, permettendoci poi di scegliere quali troveremo più adatte alle competizioni. Da segnalare poi la presenza di alcune sfide sponsorizzate da Atomic che consentono di avere accesso ad altri "items" speciali.

Ski Racing 2006 oltre alla Coppa del Mondo, propone anche tante altre modalità di gioco decisamente interessanti soprattutto in multiplayer

Editor, On Line, Multiplayer e…

Ski Racing 2006 comunque propone anche altre modalità di gioco decisamente interessanti a cominciare dal multiplayer: con un solo PC avremo modo di giocare insieme ad un amico con la divisione della tastiera in due oppure con l’utilizzo di un joypad. La possibilità di giocare in compagnia si espande poi all’on line dove, oltre ad una Coppa del Mondo on Line (in pratica i migliori tempi realizzati visualizzabili sul sito ufficiale del gioco) avremo modo di fare un testa a testa contro un solo avversario che sarà visibile come una sorta di “ghost”, oppure sfidare fino ad altri 31 giocatori ma in questo caso saranno solo visualizzati i tempi ed i distacchi, visto che si sarebbe rilevato praticamente impossibile trovare un modo di rappresentare tutti gli atleti su schermo. Come se tutto questo non bastasse, oltre al gioco rapido (affrontabile con il nostro atleta personalizzato o con gli sciatori professionisti tra cui il testimonial Herminator Maier ed altri atleti reali ma alcuni con nomi “storpiati”), SR 2006 presenta anche un editor di eventi in cui, oltre a poter scegliere una delle tante cime presenti in coppa del mondo (la scelta è veramente ampia con le più importanti piste di ogni continente), avremo modo di piazzare le bandierine e scegliere il clima. Il bello è che le nostre creazioni le potremo anche utilizzare per il gioco on line se adotteremo come server di gioco il nostro PC. Ed ora è il momento di raccontarvi le emozioni in pista…

Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione

Da Tomba a Rocca…

Ski Racing 2006 - Recensione Chi aveva già qualche anno di vita alla fine degli anni ’80 ricorderà sicuramente le grandi emozioni che tutta Italia ha vissuto con le incredibili imprese sportive di quel guascone bolognese chiamato Alberto Tomba: sulle piste decine di migliaia di persone, alla TV audience da partite di calcio della nazionale ai mondiali ed un movimento sciistico che in quegli anni raggiunse l’apice nel nostro paese. Come per qualsiasi campione, anche l’Albertone Nazionale appese gli sci al chiodo e tutto il movimento della neve si è affievolito notevolmente. Fortunatamente negli ultimi mesi, il trentenne Giorgio Rocca ha iniziato a vincere ripetutamente slalom speciali e intorno allo sci si è ricominciato ad accendere un certo interesse anche in vista delle prossime Olimpiadi Invernali di Torino del 2006. Ed allora prepariamoci anche noi con Ski Racing 2006.

La nuova edizione di Ski Racing si presenta subito molto bene in fatto di personalizzazione e modalità di gioco

Da Tomba a Rocca…

Dopo il discreto successo della versione 2005, Jowood torna a farci indossare sci, attacchi, scarponi e bastoncini. La nuova edizione 2006 si presenta subito molto bene in fatto di personalizzazione e modalità di gioco. Le caratteristiche peculiari di una disciplina sportiva come lo sci infatti potrebbero mal prestarsi ad alcune tipologie di videogiocatori: ecco quindi che ad esempio potremo scegliere se il saltare una porta della gara comporterà la squalifica immediata o solamente una penalizzazione di 3 secondi nel tempo complessivo. Questo è solo uno dei tanti parametri che potremo andare a modificare oltre alla possibilità di crearsi un proprio alter ego digitale (personalizzabile esteticamente in pochi aspetti a dirla tutta…) gestibile in un modo simile a quello di un RPG. Inizialmente infatti avremo tutti i vari parametri a zero (grinta, velocità, tecnica, salto) ma con il passare delle gare in coppa del mondo, i punti esperienza ci permetteranno di aumentare i nostri valori come meglio crederemo.

Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione Ski Racing 2006 - Recensione

Sul cucuzzolo della montagna

Ski Racing 2006 - Recensione E’ vero, di giochi di sci non ne sono usciti molti nel corso degli anni, soprattutto negli ultimi, ma Ski Racing 2006 è indubbiamente il miglior titolo mai uscito all’interno del genere di riferimento. Di primo acchito, il titolo di Jowood sembra caratterizzato da un gameplay “arcade” ed immediato visto che sono sufficienti 6 tasti per giocare: destra e sinistra, avanti, tasto speciale (darsi la spinta all’inizio e spingersi in avanti alla fine della discesa oltre a gestire i salti), spigolare (per curvare bruscamente e ridurre la velocità, cosa che potremo fare solo con questa operazione) e carving ovvero la possibilità di curvare con un raggio molto ampio senza però perdere molta velocità ma il cui utilizzo è limitato e segnalato da una barra che va ad esaurirsi con il suo utilizzo.

La grandezza di Ski Racing è l’incredibile equilibrio di tutti gli elementi che il giocatore dovrà prendere in considerazione per ottenere delle ottime performance

Multipiattaforma

Oltre che su PC, potremo scendere dal cucuzzolo della montagna anche su Xbox e PS2. Nel confronto tra le varie versioni quella per Personal Computer esce decisamente vincitrice tanto che il voto finale per le console deve essere abbassato di quasi un punto non tanto per il comparto tecnico in linea delle produzioni multipiattaforma (risoluzione e dettaglio visivo minori) ma per la quasi totale mancanza della componente on line, ridotta sulle macchine di Microsoft e Sony all’inserimento degli high score delle proprie discese. Oltretutto la cara vecchia tastiera si rivela essere molto più performante per quanto riguarda il sistema di controllo rispetto ai gamepad di PS2 ed Xbox. Sulla Playstation 2 manca inoltre, ovviamente, la possibilità di utilizzare i propri MP3 come accompagnamento musicale per le nostre discese.