Nightmare Before ChristmasThe Nightmare Before Christmas 

Jack Skellington, protagonista di The Nightmare Before Christmas, torna ad affacciarsi sul mondo dei videogame, in particolare prende di mira il mobile gaming con un puzzle decisamente riuscito. Il suo compito è spaventare i bambini di tutto il mondo, ma sullo schermo del nostro cellulare si limiterà a raccogliere regali e a recuperare fagotti. Il tutto mentre intorno è pieno di trappole e nemici...

Pur contando su un singolo episodio cinematografico, The Nightmare Before Christmas con i suoi personaggi plasticosi, filmati con la tecnica dello stop motion, è riuscito a conquistarsi un posto nell'immaginario collettivo. E, cosa più importante, a dar vita a una serie di prodotti su licenza che hanno spaziato anche nel campo dei videogame da qualche anno a questa parte. Ora le avventure di Jack Skellington arrivano anche sui cellulari grazie al lavoro di Happy Fun Team per conto di Disney Studios Mobile. A differenza delle trasposizioni realizzate per console, spesso incentrate sull'azione, in questo ambito portatile il lungometraggio di Tim Burton diventa nientemeno che un puzzle game.

La struttura del gioco è semplice ma non disdegna un certo spessore. All'inizio ci viene data la possibilità di selezionare un livello di gioco appartenente alle varie location, livello a cui possiamo accedere solo se lo abbiamo raggiunto in una partita precedente. Una volta in azione, dobbiamo controllare Jack su una mappa "a blocchi", tipica dei puzzle game, e risolvere di volta in volta degli enigmi per permettergli di raccogliere prima un certo numero di regali e poi il sacco destinato a contenerli. All'inizio l'operazione si rivela estremamente semplice: basta spostare degli ostacoli (zucche, ad esempio) nel modo giusto per garantirsi il passaggio verso i doni e infine verso il sacco. Man mano che si procede nei livelli, però, le cose si fanno molto più difficili: cominciano ad apparire nemici di vario tipo, che vanno affrontati ognuno in un certo modo, nonché trappole letali che possono catturare Jack anche dalla distanza. Alla fine gli ostacoli, i nemici e le trappole entrano tutti a far parte del meccanismo di gioco, e bisogna trovare il modo giusto per procedere alla raccolta degli oggetti. Quando ci si rende conto che non è più possibile completare lo stage, ci si può arrendere premendo il tasto asterisco ed eventualmente riprovare.

La realizzazione tecnica di questa riduzione mobile di The Nightmare Before Christmas è niente più che funzionale all'azione. Infatti ci troviamo di fronte a un gioco per cellulare di vecchia concezione, quindi con sprite dotati delle animazioni minime indispensabili, piccoli nelle dimensioni, che si muovono su mappe disegnate solo in base all'uso che ne faremo, senza velleità artistiche o tecniche. Il sonoro è composto fondamentalmente da una musica di sottofondo, simpatica e non ripetitiva ma fine a se stessa. Per quanto concerne il sistema di controllo, possiamo muovere Jack utilizzando il joystick e sparare un osso con il pulsante FIRE (o 5 sul pad numerico). I comandi rispondono rapidamente agli input, anche se bisogna pensare bene ai movimenti da fare quando c'è bisogno di rapidità, vista la connotazione "a blocchi" della mappa e, di conseguenza, dei movimenti.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Nella sua forma di puzzle game, The Nightmare Before Christmas si rivela fin da subito come un prodotto tecnicamente mediocre, che però ha dalla sua una meccanica di gioco semplice ed efficace. Anche prendendolo sottogamba, infatti, il gioco finirà ben presto per appassionarvi e perderete non pochi minuti a capire come bisogna risolvere gli stage più avanzati. Se poi siete appassionati di puzzle, è chiaro che il nuovo prodotto dei Disney Studios Mobile rappresenta un acquisto decisamente consigliato. In attesa che il miglioramento tecnico dei telefoni si traduca anche in un innalzamento degli standard qualitativi per questo e altri generi videoludici...

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Immediato
  • Semplice ed appassionante
  • Dotato di un certo spessore

Contro

  • Grafica mediocre
  • Sonoro essenziale
  • Talvolta macchinoso