Trainz Railroad Simulator 2004Trainz Railroad Simulator 2004 

Alzi la mano che non ha desiderato almeno una volta nella vita di possedere un trenino elettrico e di guidarlo su un plastico costruito su misura per lui.

Trainz Railroad Simulator 2004 Trainz Railroad Simulator 2004

Si passa quindi alla modalità Controllore, che sarà anche la maggiormente utilizzata. Tramite essa, infatti, potremo creare nuovi tracciati o modificare quelli preesistenti. I tool da utilizzare sembrano abbastanza complicati in principio, soprattutto per i meno esperti di editor di mappe, ma si rivelano semplici e lineari dopo qualche decina di minuti di pratica. Con pochi tocchi è possibile modificare l’altitudine del terreno, dipingerlo e posizionare tutti i dettagli che si desidera. Come in un vero diorama possono volerci ore o giorni per ottenere il risultato desiderato, dipende solo dalla pazienza, dalla fantasia e dall’obbiettivo che si ha in mente. Le possibilità quindi sono davvero illimitate.
Una volta terminato il nostro tracciato e l’ambiente che lo circonda (è comunque possibile selezionarne uno già pronto) non resta che provarlo di persona salendo sulla locomotiva. E’ questa la grande differenza tra un plastico e TRS2004: la possibilità di guidare in prima persona i propri treni. Selezionando l’opzione Conducente verremo così catapultati nella cabina della motrice con il compito di guidare il convoglio e portarlo a destinazione. La visuale è in prima persona e orientabile, in modo da osservare meglio sia la cabina che il panorama; volendo però, è anche possibile seguire il treno dall’esterno e condurlo utilizzando i comandi da tastiera.

Trainz Railroad Simulator 2004 Trainz Railroad Simulator 2004

Diventare macchinista non è un’operazione immediata, e la sezione del manuale ad essa dedicata (che porta l’inquietante nome di Guida dell’Ingegnere) non è di grande aiuto. Fortunatamente gran parte delle informazioni riportare sono presenti solo per completezza, e non influiscono particolarmente sul gioco, che per le locomotive elettriche o diesel, si riduce, solo ad accelera, frena e cambia i vagoni. Più complessa è invece la gestione delle controparti a vapore, che hanno bisogno di un monitoraggio pressoché continuo dei vari indicatori di calore, pressione e ripartizione della coppia.
Ultima nota va agli scenari, che sono stati aggiunti rispetto al primo Trainz per aiutare i giocatori alle prime armi e dare loro qualcosa con cui mettersi alla prova. L’unica variazione rispetto alle mappe normali è la presenza di alcuni incarichi da portare a termine. Non si tratta di niente di particolare, e quasi sempre si riduce ad un semplice “porta il quantitativo di materiale richiesto alle fabbriche” attraverso alcuni passaggi intermedi e con occasionali inconvenienti.

Trainz Railroad Simulator 2004 Trainz Railroad Simulator 2004

Gli aggiornamenti

Merita di essere menzionato a parte il sistema di upgrade del gioco.
TRS2004 vuole riprodurre il fascino del modellismo ferroviario, e la casa produttrice, l’australiana Auran, si comporta esattamente come i produttori dei trenini: sforna in continuazione pezzi nuovi e costosi.
Nel gioco sono presenti oltre cento tra locomotive e vagoni, e numerosi edifici, ma, come tutti i patiti di modellismo sanno, al meglio non c’è mai limite. Quindi proprio nel menù principale del gioco è presente un’opzione che permette di collegarsi al sito Auran e scaricare, a pagamento, tutti i nuovi modelli che si desidera.
In un mondo di videogiocatori abituati a scaricare gratis le patch e a spendere solo per upgrade davvero significativi, al limite dell’espansione, non sappiamo quanto questa idea possa funzionare, tenendo anche conto dell’elevato numero di siti non ufficiali che offrirono un servizio simile del tutto gratis.

Trainz Railroad Simulator 2004 Trainz Railroad Simulator 2004

Commento finale

Prima di tutto è bene ricordare, come già fatto per Flight Simulator, che Trainz 2004 è e rimane una simulazione, né più, né meno. Non si tratta di un gioco a missioni - gli stessi scenari presenti sono pochi e servono solo per riempire una mancanza del suo predecessore - bensì di un piano virtuale vuoto e illimitato sul quale sbizzarrirsi e ricreare i tragitti e i plastici che, per motivi di spazio e/o denaro, sono sempre rimasti un sogno irrealizzato.
Detto questo non c’è molto altro da aggiungere: per quanto appartenga ad un genere estremamente particolare, Trainz 2004 fa egregiamente il suo dovere.
Quindi, se da piccoli marinavate la scuola per andare a vedere i treni in stazione, o avete speso ore a costruire diorami enormi su cui far correre le vostre piccole locomotive, allora Trainz Railroad Simulation 2004 è quello che fa per voi.
Altrimenti, se vi piacciono i treni ma volete un videogioco nel senso tradizionale del termine, è meglio che rivolgiate la vostra attenzione verso qualcosa di diverso come Railroad Tycoon.

Pro: Virtualmente illimitato Simulazione praticamente perfetta Upgrade continui tramite i vari siti dedicati Contro: Gli upgrade ufficiali sono a pagamento Manuale dispersivo

Trenini e plastici in scala 1 a 1

Ricordate quei meravigliosi plastici che si potevano trovare nei negozi di giocattoli più grandi? L’erba, le montagne, i ponti, le gallerie, per non parlare dei treni: erano così pieni di dettagli da sembrare veri.
E’ esattamente questo ciò che Trainz Railroad Simulation 2004 offre: la possibilità di creare il proprio tracciato, anzi un vero e proprio mini-mondo, partendo da zero.
Il gioco in sé si divide in quattro sezioni: Controllore, Conducente, Scenari e Deposito Ferroviario. Il Deposito Ferroviario è il paradiso di tutti gli amanti di treni e trenini, è come entrare in un negozio ed avere tutti i modelli esposti ordinatamente in vetrina, con la possibilità di ruotarli ed ammirarli in ogni dettaglio. Da questa postazione privilegiata sarà possibile pianificare i convogli che creeremo in seguito.