UEFA Euro 2008UEFA Euro 2008 - Recensione 

Gli Europei di calcio di avvicinano, quale miglior occasione per aspettarli giocando con UEFA Euro 2008?

Che gli Italiani siano un popolo di allenatori è cosa oramai risaputa, basti osservare le classifiche di vendita videoludica nel Belpaese, dove i titoli calcistici la fanno assolutamente da padrone. Anche il piatto degli appuntamenti televisivi e agonistici è sempre ricco, e questa stagione culminerà con gli Europei di calcio, che si svolgeranno dal 7 al 29 Giugno in Austria e Svizzera. In attesa di capire se l'Italia riuscirà a bissare il successo dei mondiali, emulando così la Francia in questa particolare statistica, arriva su (quasi) tutte le console UEFA Euro 2008, simulazione dedicata proprio a questo evento. Non fatevi ingannare dal nome, sotto il cofano dell'ultima fatica di Electronic Arts batte il cuore di FIFA 08, rimesso a nuovo, in sesto e con diverse piacevoli aggiunte orientate all'online e non solo. Miglior titolo calcistico disponibile attualmente sulla piazza? Scopritelo assieme a noi.

UEFA Euro 2008 - Recensione UEFA Euro 2008 - Recensione

Lo spettacolo del calcio vivilo con noi!

Tutto quello che ruota attorno al gioco è proiettato alla manifestazione continentale, con numerosi ricorsi storici che inframezzano i caricamenti e statistiche che appaiono in ogni dove. In tal senso la prima modalità interessante è rappresentata da quella che permette di rivivere le qualificazioni alla fase finale secondo alcuni scenari di partenza, ognuno dotato di tre obiettivi da portare a termine, di cui uno principale. Si controllerà ad esempio la Scozia contro la Francia al cinquantesimo minuto e bisognerà portarla alla vittoria (e come obiettivo aggiuntivo non subire goal) oppure la Germania contro Cipro sul nove a zero, con l'imperativo di segnare altre tre reti, giusto per mortificare ulteriormente la squadra avversaria. Ogni obiettivo raggiunto restituisce dei punti, che accumulati permettono di salire di livello e sbloccare altre competizioni, nonchè prendere parte a scenari dei campionati Europei del 2004, vinti dalla Grecia.
Non manca la partita veloce, nella quale è possibile disputare la solita amichevole scegliendo parametri quali lo stadio (tra i ventiquattro disponibili, comprensivi di quelli austro-svizzeri) o il pallone, e la configurazione professionista, già nota ai giocatori di FIFA 08 e che permette di impersonare un unico calciatore per tutta la durata della partita, godendo di una visuale dedicata e con lo scopo di mantenere il proprio ruolo e la posizione, oltre che portare la squadra alla vittoria.

La configurazione professionista trova la sua esplosione nella modalità denominata "Guida la tua nazione", nella quale fino a quattro giocatori possono scegliere una nazionale e cominciare una vera e propria carriera

Lo spettacolo del calcio vivilo con noi!

La configurazione professionista trova la sua esplosione nella modalità denominata "Guida la tua nazione", nella quale fino a quattro giocatori possono scegliere una nazionale e cominciare una vera e propria carriera, che in venticinque incontri porta prima ad alcune amichevoli, poi alle qualificazioni e infine agli europei stessi. La cosa interessante è che ogni incontro prevede una valutazione in tempo reale del proprio giocatore (nel caso in cui non ci fossero quattro umani, i rimanenti verranno controllati dal computer) e lo scopo è quello di ottenere un voto alto al fine di conseguire la fascia di capitano della propria squadra e salire di livello per essere convocati per la manifestazione europea. Se ad esempio scegliamo un centrocampista avanzato, ogni passaggio o dribbling andato a buon fine aumenta immediatamente la valutazione, ogni palla persa o fallo da ammonizione la abbassa. E' anche molto importante mantenere la giusta posizione nel campo, indicata da alcune frecce che aumentano in numero (fino a tre) nel caso in cui ci si dovesse trovare completamente fuori ruolo. In base alla valutazione si ottengono alcuni punti, che possono essere spesi per potenziare il proprio giocatore. Ancora più interessante è la possibilità di sceglierne uno creato con il potente editor che il titolo mette a disposizione, in modo proprio da ricalcare una modalità carriera nella quale un perfetto sconosciuto arriva fino a diventare il capitano della propria nazionale.
Per i più "romantici" non manca la possibilità di disputare in maniera classica un campionato europeo con tutti i crismi del caso, partendo dalla fase a gironi reale (con quello tostissimo dell'Italia, che vede la presenza di Francia e Olanda) e contornati da una pletora di statistiche per quanto riguarda giocatori, squadre e curiosità sulla competizione continentale.
Spostando invece il mirino sulla parte online, già punto di forza di FIFA 08, sono rimaste in gran parte le opzioni del precedente capitolo e la sua perfetta gestione, con amichevoli classificate e non, la possibilità di creare campionati, leghe o intraprendere una carriera. Non abbiamo ancora potuto testare la presenza o meno di lag perché al momento della prova i server di gioco non erano ancora attivi, ma siamo fiduciosi visto che FIFA 08 da questo punto di vista era praticamente perfetto. Ad ogni modo tutto quanto presente nel gioco è finalizzato alla cosiddetta Battaglia fra Nazioni, che accende un vero e proprio spirito di competizione tra i vari partecipanti al gioco. Qualsiasi partita giocata, online, offline, in configurazione professionista o meno, contribuisce a donare punti alla propria nazione scelta la prima volta in fase di avvio del gioco (e che può essere ovviamente anche diversa da quella natia). Questi punti serviranno per stilare un sistema di classifica online, sia settimanale che generale, che sancirà qual è la nazione che ha vinto l'europeo virtuale, che scadrà il 30 Giugno, ovvero il giorno dopo la conclusione degli Europei di calcio. Affrontando tornei con squadre più deboli si ottengono più punti, così come giocando online contro un avversario in possesso di una squadra più forte come caratteristiche. Un unico grande calderone in senso positivo quindi, che aumenta la competizione e la voglia di giocare al titolo, soprattutto per i più "nazionalisti".

UEFA Euro 2008 - Recensione UEFA Euro 2008 - Recensione

Grandissimo goal, Fabio

Le notizie più positive provengono proprio quando si scende in campo, dove già FIFA 08 aveva fatto dei passi da gigante e si era in qualche modo slegato dal voler imitare a tutti i costi Pro Evolution Soccer, proponendo una diversa interpretazione di una partita di calcio UEFA Euro 2008 parte proprio da questa base e propone un impianto di gioco assolutamente valido, dove la reattività dei calciatori è migliorata, è possibile eseguire in maniera naturale passaggi di prima e azioni manovrate, senza scontrarsi in una risposta ai comandi non immediata. Anche la varietà sotto porta è aumentata, e grazie alla possibilità di dosare passaggi e cross, il giocatore gode di estrema personalizzazione e varietà. La fisica della palla ha subito un ulteriore raffinamento, e il suo comportamento appare ancora più credibile nei rimbalzi sul terreno (ben differenziati in caso di pioggia) e durante i lanci, la velocità di gioco ci è parsa perfetta, leggermente aumentata rispetto al passato ma ben lontana dall'essere schizofrenica e poco realistica. Interessanti sono poi, mentre si gioca, gli aggiornamenti in tempo reale delle altre partite piuttosto che l'indicatore del grado di fatica. L'ultima chicca è rappresentata dalle esultanze personalizzate per ciascun giocatore: dopo ogni goal segnato è possibile infatti compierne una mediante le varie configurazione di tasti disponibili e proseguire finchè non si viene raggiunti dagli altri compagni. In tal senso ci sono le esultanze cosiddette "finali" che sono rappresentate ad esempio da un ballo di samba piuttosto che un giro fuori campo, in grado di irretire ancora maggiormente il proprio avversario dopo una rete insaccata.

UEFA Euro 2008 parte proprio da questa base e propone un impianto di gioco assolutamente valido, dove la reattività dei calciatori è migliorata, è possibile eseguire in maniera naturale passaggi di prima e azioni manovrate, senza scontrarsi in una risposta ai comandi non immediata

Grandissimo goal, Fabio

Il comparto tecnico ha subito in egual misura un miglioramento, a partire proprio dalle animazioni dei giocatori, che ci sono parse estremamente convincenti e che influiscono in maniera positiva anche sul gameplay. Abbiamo apprezzato in particolare quelle dei portieri, che rendono i loro interventi estremamente credibili e vari, come ad esempio in occasione delle spizzicate per deviare i tiri fuori dallo specchio della porta oppure in caso di pallone bloccato in due tempi. La realizzazione dei giocatori è generalmente buona, con alcuni simili alle controparti reali (Buffon, Perrotta) e altri un po' meno (Cannavaro, Gattuso), apprezzabile l'applicazione del sudore sui volti dopo un po' dall'inizio della partita o durante la pioggia e in generale l'impatto che si ha una volta scesi in campo, grazie ad una fluidità spesso impeccabile durante l'azione (ma non nei replay purtroppo) e a un buon uso generale di luce e saturazione dei colori, che migliorano ulteriormente l'aspetto grafico del titolo. Di qualità decisamente più alterna la realizzazione degli stadi, che spaziano dal bello all'appena accettabile.
Il commento audio è affidato ancora una volta al duo Caressa-Bergomi, che funziona decisamente bene, anche se personalmente vorremmo ammazzare il buon Beppe nazionale (e il suo intercalare "Fabio"), ottimi i cori, personalizzati per ogni squadra e riprodotti fedelmente anche sfruttando le diverse tecnologie audio che il gioco mette a disposizione.
Le pecche di UEFA Euro 2008 sono tutte da ricercare nel fattore longevità e nella mancanza delle squadre di club che, per quanto volute (visto che è il gioco ufficiale degli Europei), tendono a ridurre il numero di competizioni presenti e la voglia di giocare il titolo dopo un po' di tempo. Allo stesso modo alcune delle competizioni online, piuttosto che la Battaglia tra le Nazioni, perderanno di senso dopo la fine degli Europei stessi, andando a minare il fattore di cui sopra. Considerando infine che il titolo arriva a pochi mesi di distanza da FIFA 08, a prezzo pieno e che nel periodo natalizio uscirà FIFA 09, qualche riserva c'è, anche se le opzioni legate al gioco online e i miglioramenti apportati al gameplay sono sicuramente importanti.

UEFA Euro 2008 - Recensione UEFA Euro 2008 - Recensione

Commento

Ci siamo, verrebbe da dire. In UEFA Euro 2008 si respira finalmente aria di calcio in ogni più piccolo aspetto, a cominciare proprio da quel gameplay che è stato migliorato in quanto a reattività dei giocatori, animazioni, varietà delle manovre che è possibile fare. Sembra proprio che i programmatori abbiano fatto tesoro di buona parte delle critiche suscitate da FIFA 08, aggiornando ulteriormente il dettaglio grafico e aggiungendo modalità e opzioni strettamente collegate anche al gioco online, che già rappresentava un punto di forza nel precedente capitolo. L'assenza (voluta) dei club si fa però sentire in chiave longevità, ma è abbastanza chiaro, a nostro modo di vedere, che il titolo calcistico da giocare nei prossimi mesi e in avvicinamento alla manifestazione europea sia proprio questo.

Pro Gameplay migliorato e vario Online eccezionale Ottimo comparto tecnico Contro Assenza di squadre di club Alcune competizioni andranno scemando dopo la conclusione degli Europei

TI POTREBBE INTERESSARE