S.T.A.L.K.E.R. Call of PripyatPripyat senza più segreti 

La soluzione è basata sulla versione americana per PC del gioco. Potrebbero esserci divergenze con la versione italiana.

Primi passi

Dopo aver preso controllo del personaggio concedetevi un momento per familiarizzare con il sistema di controllo e l'HUD. È bene che mettiate in pausa quando vi dedicate a dettagli che vi distraggono dall'azione intorno a voi, poiché la vita nel mondo virtuale in cui vi trovate prosegue incurante delle vostre azioni: ciò significa che potreste essere attaccati da qualche animale, oppure semplicemente lasciar passare troppo tempo facendo così insorgere la necessità di nutrire il vostro personaggio. Quando avrete preso confidenza, ritornate in gioco ed ignorate per il momento l'indicazione a video rappresentata dalla freccia gialla, ma dirigetevi piuttosto verso sud, orientandovi con la bussola. Osservate la minimappa ed andate incontro ai due Stalker che si trovano in quella zona: sono rappresentati in giallo, ciò significa che non sono ostili. Premete F nei pressi dello Stalker indicato con la stella ed avviate così un dialogo: chiedetegli prima dove si trovi il campo più vicino poi se ha visto un elicottero precipitare, così da attivare le vostre prime due missioni; proseguite domandandogli dove possiate trovare un lavoro in modo da avere almeno un nome a cui rivolgervi in futuro; continuate chiedendo notizie dell'artefatto, infine chiarimenti riguardo La Zona. Dopo che avrete appreso i dettagli del contesto in cui vi trovate ad agire, congedatevi domandando al mercenario se abbia qualcosa da fare al momento. Egli potrebbe proporvi di accompagnarvi da qualche parte, gratis o per una manciata di rubli. A questo punto potete sfruttare l'offerta, ignorarla, od uccidere a sangue freddo i due Stalker e rubare gli oggetti utili dai loro cadaveri. Aprite dunque il PDA e selezionate la prima missione.

Safe House: Reach the Skadovsk

La Skadovsk, una vecchia rompighiaccio arenata, costituisce il vostro centro operativo. Per localizzarla centrate la mappa ed applicate il segnalatore grigio su di essa: ora chiudendo il PDA verrete guidati verso la vostra destinazione da una freccia. Lungo la strada vi imbattete in un altro gruppo di Stalker che potete uccidere e saccheggiare o semplicemente ignorare. È probabile inoltre che incontriate anche un primo gruppo di mutanti nel corso della ricerca: il passaggio al rosso del reticolo vi segnala la presenza di nemici. Non lasciate che si avvicinino ed impostate il Kalashnikov in modalità di fuoco automatica.
È inoltre possibile che avvenga una fuoriuscita di gas radioattivo mentre vi state incamminando verso la Safe House. In quel caso vi vengono segnalati a video dei rifugi sicuri che potete raggiungere finché il peggio non sarà passato. La verità è che alcuni rifugi possono essere più pericolosi per la vostra salvezza delle ventate radioattive all'esterno. Ad esempio in un tunnel nel presso del Burnt Village si trova un Controller, ovvero un nemico che a questo punto del gioco è davvero molto difficile da abbattere, se non a costo di numerose granate. Per adesso però dovete necessariamente trovare un rifugio in cui passare il tempo in attesa che la fuoriuscita si allontani: solo più avanti nel corso del gioco riceverete protezioni ed antibiotici che vi permetteranno di sopravvivere all'esterno. Quando avete localizzato e raggiunto la Skadovsk, avvicinatevi e cercate la botola che costituisce il punto d'ingresso, apritela con F ed esplorate i tre ponti che compongono l'ex-imbarcazione. Parlate con gli Stalker che incontrate, ma non accettate nessun incarico lavorativo al momento. Nel ponte centrale si trova lo spogliatoio che accoglie il vostro armadietto. Nelle vicinanze c'è anche un materasso che vi può offrire del riposo di notte, se non volete girare al buio in mezzo ai mutanti, oppure nell'attesa che arrivi il giusto orario per affrontare una missione. Prima di poter tornare all'esterno ed affrontare una missione dovete sbrigare ancora qualche dettaglio all'interno della Safe House. Parlate col barista e con il commerciante, comprate qualcosa se volete, oppure vendete gli oggetti raccolti per accumulare qualche rublo: premuratevi di smontare le armi all'interno dell'inventario, così da poter vendere singolarmente arma, proiettili, mirino, silenziatore, etc. Al primo piano potete poi riparare le armi, se lievemente danneggiate, elmetto e vestiario presso Cardan. Per le medicine infine recatevi da Tremor.
È probabile che mentre vi trovate all'interno della Skadovsk si verifichi una fuoruscita all'esterno, liberando l'area da corvi e mercenari sorpresi dall'evento troppo lontano dai rifugi. È il momento di affrontare una missione.

Backstab Mission

Andate a parlare con Sultan. Lo trovate facilmente, è il primo nome che sentite dopo essere scesi nella Skadovsk. La missione che vi viene assegnata è un assalto al gruppo di Stalker che fanno capo a Beard e si trova su di un altro relitto. Poiché Sultan è una persona decisamente poco raccomandabile è meglio che parliate con Beard, avvisandolo dell'attacco. Tornate poi alla base e concordate l'inizio dell'operazione con Knuckleduster, il braccio destro di Sultan. Attendete la mezzanotte e recatevi presso il gruppo di Beard insieme agli uomini di Sultan ed appena inizia la battaglia rivolgetevi contro di loro. Raccogliete infine gli oggetti che trovate nelle tasche dei cadaveri e parlate con Beard per porre fine alla missione. Affrontando in questo modo la missione, decidete per il vostro personaggio un allineamento dalla parte del bene. Vi è possibile, qualora lo vogliate, seguire gli ordini di Sultan ed eliminare il gruppo di Beard per ottenere un allineamento malvagio. Pripyat senza più segreti

Alla ricerca di un artefatto

Prima di avventurarvi del tutto nella trama portante del gioco, può esservi utile ottenere alcuni rubli. Per fare ciò dovete trovare e rivendere un artefatto. Gli strumenti a vostra disposizione non sono il massimo della tecnologia, ma possono comunque rendersi utili: accendete dunque l'Echo Detector e mettetevi in marcia. Osservate allora la mappa e dirigetevi al Burnt Village. Lungo la strada verrete con ogni probabilità attaccati da branchi di cani randagi. Se non volete ucciderli sparate qualche colpo in aria per allontanarli. Esplorate il villaggio muovendovi verso la zona sud ed individuate una capanna intorno alla quale il vostro Echo Detector dovrebbe iniziare ad avvertirvi della presenza di artefatti segnalandola con un suono ripetuto: trovate l'oggetto della vostra ricerca nella stanza che dà a nord, sotto un mucchio di legna. Si tratta di un artefatto del tipo "Burner", in grado di assorbire calore, ma soprattutto di garantirvi una buona ricompensa qualora lo vendiate. Prima di abbandonare l'area, frugate anche nelle altre capanne, potreste trovare un fucile di precisione Vintar o un teletrasporto. Se una fuoriuscita vi cogliesse nel pieno dell'esplorazione non dirigetevi verso il tunnel che si è già detto ospitare un malevolo Controller, bensì recatevi nell'altro rifugio nel sottosuolo, dove potreste anche trovare artefatti, oggetti ed armi. Fate infine ritorno alla Skadovsk.

The Strange Phenomeno at Dredger

Poiché vi siete affiliati a Beard scegliendo l'orientamento benevolo, recatevi da lui per farvi assegnare un missione. Il vostro compito consiste nello scoprire cosa succede presso la draga, in quel punto dove l'acqua è fosforescente. Avvicinatevi ed indagate nei dintorni, usando un semplice rilevatore come l'Echo Detector, finché non individuate il punto dove si trova l'artefatto che è causa del fenomeno. Un altro artefatto è in bella vista nel mulino. Prima che ve ne andiate, uno Stalker si avvicinerà cercando di fregarvi: egli non gradirà la vostra furbizia e sarete dunque costretti ad ucciderlo in uno scontro per proseguire nel gioco. Dopo aver raccolto l'artefatto, portatelo a Beard per concludere la missione.

Who Is Killing the Stalkers?

Glouchar, che si trova nel bar della Skadovsk, viene nominato da diversi colleghi che incontrate nella Zona. Andate dunque a parlare con lui per ricevere una missione da svolgere: diversi Stalker sono scomparsi di recenti ed il sospetto più diffuso vede dei vampiri quali artefici di queste sparizioni. Poiché Glouchar dispone già di uno Stalker, Daniel, che si aggira nei dintorni alla ricerca di succhiasangue, il vostro primo incarico è quello di trovarlo. Il segnalatore sul GPS vi indica ora la posizione di un cadavere di vampiro: uno volta raggiunto però scoprite che di Daniel non vi è traccia. Esplorate l'area in cui vi trovate alla ricerca di oggetti ed artefatti finchè Glouchar non vi convoca al BIS Circle, dove ha stabilito si trovi il nascondiglio dei vampiri. Raggiungetelo ed avventuratevi con lui all'interno. Mentre fate il possibile per mantenere in vita Glouchar, fatevi strada attraverso il locale. Giunti nei pressi di una porta, Glouchar vi intima il silenzio, per non svegliare il gruppo di vampiri dormienti oltre la soglia. Se decidete di far rumore ed ucciderli tutti Gouchar morirà: verrete ricompensati da Beard con un Veles Detector, ma vi verranno precluse alcune possibilità future. Muovetevi allora con cautela fino all'esterno ed esplorate con attenzione il tunnel alla ricerca di oggetti. Una volta separati da Gouchar, tornate al bar ed intascate la vostra ricompensa. Parlate poi con Beard, il quale vi chiede di uccidere con del gas nervino tutti i vampiri rimasti al Circle così che non costituiscano più un pericolo in futuro. Per ottenere del gas nervino dovete disporre di 2.000 rubli, poiché questo è quanto vi chiede Owl per rivelarvi dove potete raccogliere una bombola. Non preoccupatevi per la spesa, l'area nei dintorni della bombola è colma di documenti che è possibile rivendere per recuperare la somma investita. Il convoglio di mezzi in cui trovate il gas, nasconde infatti numerosi oggetti interessanti, perciò cercate accuratamente sia sopra che sotto il ponte. Prima di recarvi a sterminare i vampiri, concedetevi però una deviazione verso Port Cranes ed entrate nella capanna che si trova nella zona ad est per rinvenire il cadavere di Daniel. Fatto ciò potete dirigervi al BIS Circle e trovare un luogo sicuro da cui inondare l'edifico di gas. Nel caso in cui qualche vampiro riesca a sopravvivere, finitelo con le armi. Tornate infine al bar dove Beard vi ricompensa per il successo ottenuto, donandovi il Veles e 5.000 rubli. Cercate ora Gouchar per scoprire che non è in zona, ma è stato visto dirigersi verso Port Cranes. Parlatene con Beard per ricevere altri 10.000 rubli di ricompensa.

Video: assalto di notte in mezzo ai succhiasangue

Snag

Potete incontrare Snag recandovi al bar della Skadovsk. La prima volta che lo avvicinate vi chiede di recuperare il suo baglio, una scatola metallica rimasta in un'auto precipitata in un nido di Snork nel corso di un terremoto. Per eseguire questa missione vi basta procurarvi una torcia ed un fucile a pompa: arrivati a Zaporhest scendete lungo i baratri fino alla macchina, tenete lontani i malintenzionati con il fucile ed uscite verso l'anomalia Claw dopo aver recuperato la scatola che riconsegnerete a Snag alla base. Vi imbattete nuovamente in Snag più avanti nel gioco, dopo aver comprato uno dei fucili di Nimble. Snag infatti, dopo averlo visto, sostiene si tratti del fucile che gli è stato rubato di recente. Per chiarirvi la situazione, parlate di Nimble con vari personaggi all'interno della Skadovsk, quindi con Nimble stesso: da quella conversazione ha origine la missione che vi vede alla ricerca di Snag. Poiché pare scomparso, parlate con Beard per scoprire che dovete cercarlo a Port Cranes. Lì ha luogo uno scontro a fuoco, al termine del quale ricevete sul vostro PDA la notizia che Snag è al soldo di Sultan e ruba armi per suo conto. Quando vi imbatterete in Snag sulla seconda mappa, Jupiter, la sua vita sarà nelle vostre mani.

Helicopter on Southern Plateu

Raggiunto l'altopiano entrate nella caverna per trovare i corpi dell'equipaggio dell'elicottero. Portate con voi il fucile a pompa perché l'area sarà piena di Snork. Se riuscite, non sparate a Noah poiché riceverete da lui in regalo un artefatto nelle fasi avanzate del gioco. Inoltre sarà una delle persone a cui chiederete di accompagnarvi a Pripyat.

Cenni generali su The Creek

I vostri compiti su The Creek sono sostanzialmente finiti. Al pari della missione di ricerca di Snag, altre due missioni verranno iniziate qui, ma rimarranno in sospeso finchè non giungerete sulla seconda mappa: la prima è la raccolta di tre Veles per Owl, la seconda è la missione riguardante Maggie (trovate anch'ella su Jupiter) che potete ricevere da Gaunt. Prima di abbandonare la mappa, assicuratevi di aver raccolto un buon numero di artefatti per Beard così da potervi permettere una nuova pistola, un nuovo fucile d'assalto ed una tuta integra da Nimble. Questi nuovi equipaggiamenti sono inoltre upgradabili nel corso del gioco. Se non avete trovato molti artefatti, dedicatevi all'esplorazione appena passato il pericolo di una fuoriscita, momento in si trovano in abbondanza e con facilità. Regolatevi però sul limite di tempo che vi viene concesso da Beard. Pripyat senza più segreti

Arrivo a Jupiter

La prima cosa da fare giunti a Jupiter è trovare il nuovo quartier generale. Quando avrete raggiunto la vostra nuova base operativa, aggiratevi nei paraggi e parlate con chiunque vi capiti a tiro, soprattutto con Nitro il fabbro. Trovate Uncle Yar ed eseguite la facile missione al Kopachi Village che vi assegna al termine della conversazione. "Vano's Debt" e "Hostage Mityai" sono entrambe missioni facili che si superano semplicemente sfoderando il fucile d'assalto nuovo di zecca comprato da Nimble. Quando le missioni sono completate, potete però fare ritorno dal gruppo di banditi di cui dovreste aver appena fatto conoscenza ed ucciderli per raccogliete il contenuto delle loro giacche.
In linea generale è bene che prestiate grande attenzione ai dialoghi per comprendere appieno l'allineamento delle fazioni e poter così ponderare le vostre decisioni.

The Oasis Artifac Puzzle

Per raggiungere l'oasi, dovete per prima cosa camminare lungo ciascuna fila, partendo da sinistra. Al termine di ogni fila verrete teletrasportati indietro, perciò passate alla fila subito successiva sulla destra. Quando avrete rivelato tutte e quattro le tende, dovrete zigzagare tra esse fino a raggiungere la sala dell'Oasi. Dovete in pratica attraversare tutti gli archi per attivare la stella e solo passando attraverso tutti gli archi con una stella guadagnerete l'accesso all'oasi. Entrate e state attenti ai nemici, quindi raccogliete l'artefatto ed allontanatevi.

Pripyat: Laboratorio X8

Appena entrati nel laboratorio, venite assaliti da alcuni oggetti volanti lanciati dai fantasmi e dai Burer. Da ciò che vi è stato detto nel filmato introduttivo sapete che dovete raccogliere 6 documenti. Se avete affrontato la missione "One Shot - One Kill" siete in possesso di una carta rossa che vi consente l'accesso alla porta del magazzino sulla destra, al cui interno trovate rifornimenti di armi, proiettili e medikit. Guardate ora sulla sinistra: scorgete due porte. Avvicinatevi a quella sulla destra ed apritela: studiate il tempismo del fenomeno del flash che colpisce il corridoio perché dovete cercare di attraversarlo nei momenti di quiete, raggiungere la porta in fondo che contiene il primo documento (American Document Log) e tornare al punto di partenza senza essere fulminati.
Scendete ora lungo la scalinata che si trova di fronte a voi e preparatevi all'attacco di due Snork. Cercate la scalinata sulla destra che vi porta ad un livello intermedio che presenta un buco nel pavimento. La scala nell'angolo vi porta ad un altro livello superiore, dove assistete ancora al fenomeno dei flash. Qui dovete liberarvi del fantasma sparando un paio di colpi (trovate nei paraggi una mitragliatrice se serve), così che la smetta di bersagliarvi con barili e altri oggetti. Date un'occhiata a dove i topi passano attraverso il muro, poi tornate nella sala iniziale.
Questa volta salite per la scalinata sulla destra che conduce ad una balconata. Uccidete gli Snork e proseguite su per le scale fino a sentire il pianto di un bambino, ciò dovrebbe avvenire in prossimità della zona delle cucine. Individuate la porta da cui proviene il suono ed apritela, sapendo che da essa uscirà un Burer. Dopo aver sistemato il Burer col vostro coltello raccogliete i proiettili nascosti nel frigo (il lucchetto non è un problema per le vostre armi) ed esaminate la scrivania per raccogliere il secondo documento (Research Document).
Tornati nella sala principale, incamminatevi verso sinistra e salite a bordo dell'ascensore più a sinistra. Scendete, poi incuneatevi nel fondo distrutto dell'ascensore per accedere a quello sottostante. Questo vi conduce di sopra, in un'area ampia e popolata da numerosi Burer. Raggiungete di corsa la stanzetta in alto: vi trovate all'interno un Burer, ma una volta eliminato questo potrete costringere nella strettoia dell'ingresso gli altri che sopraggiungono incuriositi dal rumore. In quella stessa stanzetta si trova il terzo documento (Product 62 Manual). Quando avete finito coi Burer, ritornate nell'area esterna alla stanza e frugate sulla scrivania vicino alla grossa tanica per raccogliere anche il quarto documento (Sample Experiment Report).
Per recuperare i due documenti mancanti dovete fare ritorno all'ingresso del laboratorio. Scendete lungo la scalinata sulla sinistra fino ad arrivare in una sorta di cantina. Occupatevi dei topi che corrono impazziti per il pavimento, poi quando l'ambiente è tranquillo raccogliete dal tavolo il quinto documento (Rainbow Emitter Document) e quanto altro vi possa essere utile tra medikit, proiettili, ecc. Prima di uscire dalla stanza leggete il pop-up sul modello al centro della sala, poi dirigetevi verso l'area adiacente, riconoscibile da due taniche vicino ad un muretto. Guardatevi intorno ed individuate il tavolo su cui è appoggiato il sesto ed ultimo documento da raccogliere (Transfer Order). Uccidete i topi che tornano all'assalto ed incamminatevi verso l'uscita, come vi viene suggerito. All'ingresso trovate un Controller che pare non avere intenzione di lasciarvi andare via: lasciatelo esanime al suolo ed uscite dall'edificio per terminare il gioco.
In realtà potete ancora muovervi liberamente per l'area di gioco, ma non vi verranno assegnate altre missioni. Se volete recatevi da Strelok ed ascoltate ciò che ha da dirvi sulla trama della saga di Stalker a partire dal primo gioco.
Congratulazioni, avete terminato Stalker: Call of Pripyat!

Video della soluzione

TI POTREBBE INTERESSARE