BlackLa soluzione completa di Black 

MISSIONE 1: VEBLENSK
Più che una missione, si tratta di un prologo, molto facile e breve, che potete portare a termine nel giro di circa 10 minuti o anche meno. Tutti gli altri livelli del gioco sono, ovviamente, molto più lunghi ed articolati.

Obiettivo 1: Appuntamento con Black Cell
Ad inizio livello avete con voi solo una pistola, ma fortunatamente troverete anche un fucile ed altre munizioni. Raccogliete tutto, entrate nella porta accanto. In vostro ulteriore aiuto, c’è un AK-47 proprio fuori dalla porta, quindi usate quello al posto della pistola, ed abituatevi ad usarlo, dato che lo dovrete fare spesso nei prossimi livelli di gioco. In una stanza in cima alle scale potete trovare anche delle granate. In fondo alle scale, invece, vi aspetta il vostro primo nemico, in piedi accanto ad una macchina. Se volete, colpitelo direttamente con una delle armi a vostra disposizione. Oppure un singolo colpo in direzione dell’auto parcheggiata farà saltare sia il veicolo che il soldato. A questo punto potete sia andare a destra, che a sinistra, che attraversare la strada e dirigervi verso un viale vicino. Non c’è niente di particolarmente significativo in nessuno dei tre percorsi, che sono destinati a convergere tutti in un punto con un paio di auto distrutte ed una cabina telefonica.
Al piano di sopra troverete un Uzi, che potete scambiare con il fucile. Entrambi hanno i loro punti di forza e le loro debolezze, ma in ogni caso, se non vi piace l’arma che avete in mano, potete liberarvene. Fuori dal museo, due uomini della vostra squadra si stanno difendendo contro un assalto da parte dei terroristi. I vostri compagni non possono essere uccisi, quindi non c’è la necessità di precipitarsi a salvarli. Mettetevi invece in una posizione sicura ed usate l’AK-47 per far fuori chiunque oltrepassi il muro o esca dal museo. Uccidete tutti i nemici che vi capitano a tiro, ed assicuratevi ogni volta di raccogliere le munizioni e i medikit.

Obiettivo 2: Assalto al museo
Ad un certo punto le porte del museo si apriranno all’improvviso ed alcuni altri terroristi usciranno fuori. Colpiteli, ma prima di entrare controllate l’edificio dall’altra parte della strada, vicino ad un muro di barricata, per trovare il primo obiettivo di ricatto. Questi obiettivi assumono la forma di casseforti o altri oggetti, e il vostro mirino diventa blu quando li guardate. Ciò indica che devono essere distrutti, quindi colpiteli fino a farli saltare in aria.
Entrate nel museo. C’è un soldato dietro la barricata, ci sono altre quattro guardie, due sulle scale e altre due al piano di sopra. Quando sono tutti morti, i soldati all’esterno irromperanno dal muro e cominceranno ad entrare. I vostri compagni di squadra dovrebbero riuscire ad arginare questa ondata senza il vostro intervento. Prima di lasciare il museo, assicuratevi di raccogliere gli obiettivi di intelligence. Uno si trova sul primo pianerottolo delle scale, è un piccolo libro rosso attaccato al muro. Il secondo è una piccola scatola bianca che si trova dove c’erano i due soldati, e somiglia molto ad un medipack. Quando siete al piano superiore, potete uscire sul balcone. C’è un terrorista armato di RPG sulla torre a destra, che potete eliminare mirando alla scatola esplosiva che si trova sulla torre stessa. Colpirla equivale a distruggere la torre. Uscite sulla strada, attraversatela e trovate un RPG appoggiato al muro dell’edificio.

Obiettivo 3: Eliminare i rinforzi
A questo punto potete sia percorrere questa strada che dirigervi verso il viale accanto per avvicinarvi all’edificio che si trova accanto alla torre. Tenete presente che il secondo obiettivo di ricatto si trova in un edificio bombardato vicino a dove avete trovato l’RPG. Quando vi avvicinate al successivo gruppo di terroristi, usate l’RPG per distruggere il camion che sta loro accanto e causare delle spettacolari esplosioni. Dovreste risparmiare un paio di colpi per il momento in cui vi avvicinerete al camion, un paio di tiratori apparirà nelle finestre poco dietro. Quando avrete ucciso anche l’ultimo gruppetto di terroristi accanto alla macchina inesplosa, giratevi e date un’occhiata nella guardina per trovare l’ultimo obiettivo di ricatto. L’ultimo obiettivo di intelligence è invece fissato al muro vicino alla cima della rampa. Raccoglietelo e percorrete il corridoio per finire la missione.

MISSIONE 2: IL CONFINE DI TRENESKA

Obiettivo 1: Trovare il confine
Cominciate questa missione con solo una pistola. Tuttavia troverete presto un AK-47, quindi non preoccupatevi. La pistola è munita di silenziatore, che riduce la rumorosità dei colpi che sparate, ma riduce anche i danni provocati. Questo livello è molto più aperto del precedente, ci sono molte strade tra cui scegliere, e se vi perdete, proseguite cercando nuovi nemici da uccidere. Se le cose volgono al peggio, cercate di trovare una strada battuta e seguitela.
Per cominciare, andate a destra ed aggirate le rocce fino ad arrivare ad una caverna. Uccidete i soldati e raccogliete l’AK, poi esplorate la caverna per trovare il silenziatore per l’AK-47. Dalla caverna tornate indietro verso la parte principale del livello ed iniziate a percorrere una delle strade. Ad un certo punto, in cima ad una collina, troverete delle fondamenta distrutte di un edificio. Se esplorate questa zona troverete un fucile con cui potete scambiare l’ormai obsoleta pistola, ma fate sempre attenzione alla larga quantità di nemici che si trova qui, con molta probabilità dovrete affrontare una lunga sparatoria se qualcuno di loro dovesse vedervi. Potete dirigervi verso destra, dentro una caverna, o a sinistra, oltre alcune colline, ed arriverete al confine… ed al checkpoint.

Obiettivo 2: Oltrepassare il confine
È piuttosto difficile attraversare questo confine: non ci sono fossati in cui nascondersi o prendere copertura, quindi dovete procedere tra le raffiche di colpi. Se uscite dalla caverna, potete arrivare di soppiatto alle spalle delle torri di guardia e far esplodere il camion, ma così facendo lascerete molti soldati nei boschi, che saranno attratti dal chiasso ed arriveranno di corsa, obbligandovi a combattere su due fronti. Quindi, se uscite dalla caverna, prendete il sentiero fino a raggiungere lo steccato. Usate l’esplosivo per creare un passaggio ed iniziate a scendere per i boschi usando la strada, uccidendo i nemici mentre procedete. Minimizzate la vostra esposizione ai colpi nemici, facendo del vostro meglio per evitare di stare a portata di tiro nemico. Arrivare al checkpoint può essere molto rischioso, ma potete farvi strada facendo saltare il camion che trovate sulla strada e la tanica di carburante che si trova alla sua sinistra. Questa tanica creerà un buco nell’edificio dall’altra parte della recinzione, che può essere il luogo ideale in cui nascondervi e studiare la situazione. Se ci sono ancora nemici che vi stanno sparando dalla foresta, eliminateli. Quando vi sentite pronti per occuparvi dei soldati che si muovono tra i due edifici, estraete l’AK e cominciate a sparare loro dalle finestre, mirando ogni esplosivo nell’area che può rendervi più semplice il compito.
Gli spari a questo punto arrivano un po’ da tutte le direzioni ed i kit di pronto soccorso si trovano al centro del cortile, rendendo difficile raccoglierli senza rimanere uccisi. Procedete con prudenza e colpite alla testa i nemici distanti. Quando siete pronti a muovervi, iniziate a controllare gli edifici vicini. Alcuni degli edifici hanno porte di sicurezza, dovete avere il fucile o le granate per aprirle facendole saltare. Il primo edificio contiene il primo obiettivo di intelligence, su una scrivania accanto a delle munizioni per fucile e delle granate. L’edificio largo di fianco ha il primo obiettivo di ricatto al secondo piano, dove si trovano anche due soldati che vi attaccheranno non appena salirete le scale. Il secondo obiettivo di ricatto si trova nel grosso edificio di un piano, sull’altro lato del cortile. Il secondo obiettivo di intelligence è nello stesso edificio, ma dovrete uscire e trovare la porta massiccia vicino alla base della torretta di guardia: fatela saltare, entrate e prendete la scatola nera. L’ultimo edificio non contiene nessun obiettivo, ma ha delle munizioni. Per quando avrete finito di esplorare gli edifici dell’area, il cancello più lontano dovrebbe essere esploso, uccidete i soldati in arrivo, salite lungo la strada ed eliminate il soldato accanto al tunnel.

Obiettivo 3: Attraversare il canale
Quando raggiungete la fine del tunnel, vi troverete di fronte ad un altro bivio. A sinistra si va nei boschi, a destra lungo la strada, luogo molto più aperto al fuoco nemico. È probabilmente meglio andare prima a sinistra. Vicino alla parete di roccia c’è una baracca con il terzo obiettivo ricatto. Potete sia scendere il canale e aggirare il ponte, sia tornare indietro nel bosco. Se tornate nel bosco, raggiungete una collina che sovrasta un ponte, lì si trova l’RPG, l’obiettivo armamento. Tornate indietro sulle colline dall’altro lato della strada per raggiungere una casa in rovina che sovrasta un altro ponte, qui troverete utili munizioni per l’RPG.
Quando vi sentite pronti ad affrontare il ponte, andate! È un punto abbastanza ostico, ma fattibile, se possedete l’RPG e le granate. Sfortunatamente ci sono moltissimi nemici, e potreste trovarvi senza munizioni se non continuate a muovervi raccogliendo tutto ciò che i nemici uccisi lasciano a terra. Ci sono un paio di camion ed esplosivi a volontà. Assicuratevi di distruggere la torre di guardia dall’altro lato del ponte, colpendo gli esplosivi alla sua base. Andate alla fine del ponte ed entrate nell’edificio per trovare un altro obiettivo di intelligence.

Obiettivo 4: Trovare e distruggere la fabbrica
Procedete lungo uno dei due percorsi: entrambi portano allo stesso bunker. Avvicinatevi ad esso da sinistra, e cercate di eliminare i soldati con l’AK silenziato. Se non dovesse funzionare, usate le granate. Trovate la rampa e scendete. I nemici che incontrerete ora hanno delle maschere a protezione del volto, voi sparate al torace. Non scordate di ricaricare l’arma tra un nemico e l’altro, e se doveste finire le munizioni dell’RPG, scambiatelo con un fucile. Ci sono ben quattro strade che vi riportano alla foresta: una in fondo a destra, una in fondo a sinistra ed altre due poco prima su entrambi i lati. Se prendete la strada più vicina a sinistra, troverete l’obiettivo di ricognizione accanto ad un tronco caduto.
Quando raggiungete la fabbrica, probabilmente noterete che il clima è troppo tranquillo… infatti state per cadere vittima di un’imboscata, quindi lasciate tutti gli esplosivi al loro posto per sfruttarli dopo, in presenza dei nemici. Iniziate a cercare gli obiettivi. Quello di intelligence si trova su un muro della scalinata che porta in cima alla torre più grande. Il piccolo edificio accanto al trattore contiene un obiettivo ricatto, ed un altro può essere trovato al primo piano dell’edificio principale, mentre all’ultimo piano dello stesso c’è un altro obiettivo di intelligence. Ed è proprio quando vi trovate all’ultimo piano che avviene l’attacco improvviso: i nemici cominceranno a salire le scale. Potete cercare di abbatterli dal punto in cui vi trovate, sfruttando tutto ciò che può esplodere. Mettetevi in un luogo sicuro ed aspettate che alcuni dei soldati salgano le scale per colpirli prima che possano ferirvi. Una volta uccisi tutti i nemici di questa grossa ondata, assicuratevi di ripulire ogni edificio circostante.

MISSIONE 3: LA CITTÀ DI NASZRAN
Per tutta la durata del livello di Naszran, McCarver sarà il vostro punto di riferimento, vi accompagnerà tutto il tempo ed è, fortunatamente, invulnerabile.

Obiettivo 1: Attraversare la città
Il primo obiettivo qui è attraversare il cimitero. L’attraversamento non è tanto semplice quanto sembra, a causa della presenza di un cecchino. Questo cecchino non è eccessivamente difficile da affrontare: i suoi proiettili colpiscono le lapidi dietro le quali vi potete nascondere, muovendovi mentre ricarica l’arma. Procedete lungo il lato destro del cimitero, usando l’SMG per far saltare gli esplosivi vicini alla recinzione e distruggerla, poi avvicinatevi all’edificio abbastanza da essere in grado di colpire i barili ammassati alla sua base. Facendoli esplodere ucciderete anche il nemico alla finestra, permettendovi di proseguire. Può essere difficile colpire con il fucile di precisione dei bersagli in movimento, dato che c’è un piccolo ritardo tra il momento dello sparo e quello in cui il proiettile colpisce l’obiettivo, dovete regolarvi di conseguenza, aggiustando bene la mira.
All’interno dell’edificio controllate le scale che portano verso il seminterrato per trovare il primo obiettivo ricatto. C’è anche un obiettivo di intelligence sulle scale che portano al secondo piano, raccoglietelo prima di salire in cima e prendere il fucile di precisione. Quando lo raccoglierete, i nemici inizieranno a riversarsi fuori dalla chiesa giù per la strada. Con il fucile di precisione tuttavia dovreste essere in grado di ucciderli quasi tutti prima che possano avvicinarsi troppo. Anche se dovessero arrivare vicini, non vi dovete preoccupare troppo, dato che non saranno comunque alla distanza ideale e sbaglieranno gran parte dei loro colpi. Dopo aver eliminato un paio dei nemici mascherati, ci sarà un momento di tregua, di cui potete approfittare per attraversare il campo e raggiungere la chiesa. Dopo aver annientato anche i nemici nel camposanto, entrate nella tomba aperta e salite.

Obiettivo 2: Respingere i rinforzi nemici
Dall’altro lato del passaggio c’è un altro camposanto. Ci sono un sacco di soldati di ronda, ma se avete ancora con voi il fucile di precisione, dovreste essere in grado di colpirli tutti dalla lunga distanza. Le postazioni da cecchino sono principalmente due. Uno è l’ampio mausoleo cilindrico a sinistra, e l’altro è l’edificio a destra. È più semplice dirigersi prima in quest’ultimo, e poi strisciare lungo il sentiero che connette i due edifici fino a quando non arrivano i nemici. Affrontarli da lontano vi permette di assumervi un rischio minimo ma, come al solito, continuate a muovervi ugualmente.
Quando arrivate alla seconda postazione, dal punto in cui si trova la fontana arriveranno i rinforzi. Usate il fucile di precisione, facendo esplodere macchine e barili per decimare le ondate di nemici. Quindi McCarver vi parlerà di una rete di tunnel nascosta nello scantinato dell’edificio accanto. Nel retro della vostra postazione c’è un bunker con un paio di soldati ed una piccola baracca. Fate esplodere il barile al suo interno per completare l’obiettivo ricatto e raccogliete il lanciagranate M203, che rappresenta l’obiettivo armamento. Le munizioni si trovano anche nel bunker accanto. Entrate nell’edificio designato, fate saltare la porta, raccogliete l’obiettivo di intelligence vicino al divano. C’è anche un obiettivo ricatto, sotto forma di cassaforte da far saltare. Procedete all’interno dei tunnel, facendo saltare le pareti di carbone. La rete di tunnel non è complessa, e vi porta direttamente al viale dei cecchini.

Obiettivo 3: Attraversare il viale sorvegliato dai cecchini
Seguite il viale fino ad arrivare al tunnel, che vi porta ad una rampa. È un po’ complicato mirare ai cecchini da qui, usate quindi il lanciagranate, che vi permette di uccidere più nemici in un solo colpo senza bisogno di usare lo zoom. Cercate l’edificio a molti piani che sta ospitando una piccola convention di terroristi. Entrate, salendo troverete un obiettivo ricatto al secondo piano. Al terzo piano attraversate il muro distrutto per entrare nell’altra costruzione, raccogliete l’obiettivo di intelligence appeso al muro e scendete le scale. Dovete raggiungere piano terra lasciandovi cadere da un buco nel pavimento, e così recupererete anche l’obiettivo di ricognizione che si trova sotto al tavolo. Proseguite ancora per il viale, che è piuttosto lineare, scendete nella lunga fossa ed esplorate la piccola stanza nell’edificio dove si trova il soldato. Troverete un altro obiettivo di intelligence ed uno di ricatto sotto il tavolo. Continuate a seguire le trincee fino a raggiungere le rovine di alcune costruzioni, dove si trova la maggior parte dei nemici. Da questo punto in poi accovacciatevi prendendo copertura, usando l’AK per uccidere chi cerca di avvicinarsi. Quando la situazione vi sembrerà tranquilla, muovetevi verso l’abitazione. C’è una postazione con mitragliatrice vicino all’ingresso, usate l’RPG. Entrate per porre termine alla missione.

MISSIONE 4: LA FONDERIA DI NASZRAN

Obiettivo 1: Attraversare il campo minato
Camminate verso i binari di fronte a voi ed esaminate la situazione sottostante. Ci sono molti soldati, due di loro stanno parlando accanto ad un camion. Andate avanti a fate saltare il camion per ucciderli, poi usate gli altri esplosivi nell’area per eliminare facilmente il maggior numero possibile di nemici. Dopo aver salito la collina, noterete che la strada si divide. A sinistra vi porta verso altri edifici, a destra invece c’è una caverna. Per iniziare andate a destra, uccidete i soldati (potete schiacciarli sparando verso i tubi, che rotoleranno loro addosso), poi attraversate i due binari per raggiungere l’ampio edificio. C’è solo un modo per salire al secondo piano, in cui si trova l’obiettivo di ricognizione. Quando l’avrete preso, iniziate a sparare ai soldati nei paraggi, ma prima che andiate verso di loro, tornate indietro un po’, verso il bivio di prima. Uno degli edifici ha il primo obiettivo di ricatto al suo interno.
Quando vi sposterete, troverete sul vostro cammino un campo minato. Le mine non sono difficili da individuare: sono oggetti grandi e rotondi sparsi un po’ ovunque. Potete farle saltare sparando loro addosso, o lanciando qualche granata nel mezzo. In ogni modo, dovete farle esplodere, spesso causando interessanti reazioni a catena. Ovviamente in questo frangente dovrete procedere lentamente, controllando attentamente il terreno mentre vi avvicinate ai nemici. Potete trovare un silenziatore nel primo capanno che incontrate. Il secondo capanno invece contiene il primo obiettivo di intelligence. Continuate a muovervi fino a quando non sarete fuori dal campo minato, vi sarà detto verbalmente quando accadrà, e dovreste vedere un canale poco distante. La torre in cima al canale è sorvegliata da un soldato, ma potete liberarvene prima che diventi un problema reale, sparando al camion nei paraggi.

Obiettivo 2: Trovare la fonderia
Svendete nel canale e seguite la strada che porta nelle fognature. Le fognature sono abbastanza brevi, ma portano ad un altro canale che costeggia gli edifici principali della fonderia. Quando raggiungete i canali, McCarver prenderà posizione da cecchino ma non sarà in grado di colpire tutto, quindi nella maggior parte dei casi dovete prevedere comunque di uccidere tutti i nemici da soli. Dopo essere scesi nel canale, trovate la rampa che porta al livello superiore ed iniziate a ripulire l’area dei tutti i nemici. Arriverete presto ad una grossa stanza con la prima imboscata del livello. La stanza infatti sarà in gran parte vuota quando entrerete, ma si riempirà non appena procederete. Se sentite che state per soccombere, cercate di andare nella parte posteriore, dove la pavimentazione della balconata vi può proteggere dai colpi provenienti dai soldati che si trovano nel livello superiore. Quando avrete liberato a sufficienza il primo piano, potete cominciare a lanciare in alto le granate, o trovare una posizione in cui riuscire a farle esplodere sparando loro contro. Tuttavia, prima di salire di sopra, fatevi un giro nella piccola stanza di controllo a piano terra (dovrete far saltare la porta per entrare) per trovare il secondo obiettivo ricatto e una Magnum, che è un obiettivo di armamento. Salendo le scale troverete un obiettivo di intelligence appeso al muro.
Lasciata questa specie di mattatoio, vi troverete in cima a due enormi torri di carburante. Non preoccupatevi, non stanno per esplodere… Il percorso qui è uno solo: andate a destra dall’ingresso ed iniziare a girare in tondo. Ad un certo punto la strada ha un bivio, l’altra serie di gradini porta alla seconda torre. Il percorso che continua su per la prima torre finisce con alcune munizioni da raccogliere. Tornate indietro e percorrete la seconda serie di gradini.
Quando raggiungete la seconda torre potete sia passare oltre ai nemici, oppure procedere con cautela, uccidendoli a poco a poco. In tutti i casi avrete da affrontare nemici sia sulla torre che state percorrendo che sugli edifici circostanti, più difficili da colpire, data la loro distanza. Dato che non avete alcun tipo di copertura, il modo più veloce per eliminarli è colpire la finestra alle loro spalle: all’interno ci sono dei macchinari che esplodono. Quando raggiungete la fine dei gradini che portano a piano terra, iniziate con cautela a percorrere l’area. Attraversate il ponte sorvegliato dalla mitragliatrice, poi girate l’angolo di un’altra piccola passerella dove un RPG vi sta aspettando. Non appena lo raccoglierete, su una delle torri apparirà un soldato munito di RPG, ma potete sparare contro la torre stessa per ucciderlo e causare una delle esplosioni più spettacolari dell’intero gioco. Da qui, raccogliete la piccola scatola bianca sotto le scale (è un obiettivo di intelligence), poi andate al piano di sopra e raggiungete la parte interna della fonderia.

Obiettivo 3: Disabilitare la produzione di armi
Dentro alla fonderia, troverete un piccolo deposito con un P90, non adatto per tiri a distanza, ma efficacissimo negli scontri ravvicinati. Entrate nella stanza a più piani, piena di scale che portano ai livelli superiori. Il vostro scopo è distruggere i quattro macchinari di produzione delle armi. Ce n’è uno al primo livello, uno al secondo e due al terzo. C’è anche un obiettivo di intelligence vicino alla prima serie di scale ed un obiettivo ricatto su una scrivania al secondo piano. Quando avrete distrutto tutti i macchinari, tornate alla stanza dove avete trovato il P90. Si è aperto un nuovo passaggio, che porta al forno fusorio.
Con una stanza ampia ed aperta, che non vi offre molti punti in cui cercare copertura, la miglior cosa è attirare i nemici verso la prima stanza, quella dove avete trovato il P90, ed usare la porta per ripararvi. Ci sono quattro ondate di nemici, e dovreste riuscire a colpirne molti alla testa dalla lunga distanza. Fate particolare attenzione alle mitragliatrici nelle piattaforme in alto, causano molti danni in tempi brevissimi. Quando l’area sarà un po’ meno caotica, andate verso la piccola stanza vetrata. Uccidete i soldati, fate saltare il computer portatile per completare un altro obiettivo ricatto, salite la rampa e guardate lungo le pareti per trovare l’obiettivo di intelligence.
Adesso dovrete distruggere i tre pannelli di controllo dei forni fusori, e poi fuggire dall’edificio. Per andarvene dovete raggiungere per l’ennesima volta la stanza del P90, che vi farà automaticamente terminare il livello.

MISSIONE 5: IL RIFUGIO DI TIVLIZ

Obiettivo 1: Guadagnare l’accesso
All’inizio di questo livello cominciate con due compagni di squadra, entrambi di grande aiuto nel corso del vostro assalto al rifugio. Dato che sono invulnerabili, cercate per quanto possibile di far fare loro i lavori più difficili. Ovviamente dovrete occuparvi della maggior parte delle uccisioni, ma i vostri compagni di squadra vi saranno utilissimi. Per iniziare, dovete attraversare il cortile, che sfortunatamente è costellato da nemici, camion ed altri veicoli sparsi in tutta l’area. La maggior parte di questi può essere distrutta, quindi fate il possibile per non fermarvi mai accanto a qualcosa che può esplodere se colpita. Procedete nel cortile fino a quando non verrete attaccati da un soldato. Ucciderlo significa far apparire una postazione con mitragliatrice nella parte posteriore del cortile. Se riuscite ad individuarlo, magari attraverso la portiera del camion distrutto che ha di fronte, individuerete una grossa tanica di benzina che potete far esplodere, liberandovi definitivamente del problema. Andate a sinistra e aggirate il cortile dall’angolo, facendo molta attenzione ad un altro soldato. Vicino alla postazione con la mitragliatrice c’è una piccola stanza con nascosto al suo interno un obiettivo ricatto.
Da qui dovete camminare per raggiungere l’ingresso del rifugio. Prima però, perlustrate la barriera bassa per trovare un soldato e delle munizioni, in una piccola stanza lì vicino troverete anche un obiettivo di intelligence. L’RPG si rivelerà molto utile nell’affrontare i nemici all’ingresso e la postazione con mitragliatrice. Avvicinandovi all’edificio, usate l’RPG per abbattere tutti i nemici, e se entrate nel raggio d’azione del bunker, state attenti alle granate.

Obiettivo 2: Trovare l’ingresso ai livelli inferiori
L’edificio principale del rifugio ruota attorno ad una singola ed ampia stanza, con molti piani. Troverete un silenziatore per l’MP5 prima di raggiungere la stanza principale di modo che potrete iniziare ad uccidere silenziosamente. Le sparatorie tuttavia prima o poi saranno inevitabili, quindi preparatevi anche a queste. Procedete cauti verso il secondo livello. Le porte qui portano ad una serie di celle con delle pareti sottili, attraverso le quali potete sparare con il fucile. Sparate attraverso i muri per bypassare il blocco nel corridoio, ma siate pronti ad un nuovo tipo di nemico: il soldato con lo scudo antisommossa armato di SMG. Non potete colpirlo attraverso questo scudo, cercate invece di lanciare una granata nella sua direzione e colpire quella. Se non avete granate, cercate di aggirarlo e di colpirlo alle spalle, o assalitelo direttamente da vicino. Prima di tornare indietro alla grande stanza, accertatevi di sparare attraverso tutti muri che si trovano qui. C’è un obiettivo ricatto in una delle stanze, e in un’altra stanza c’è un M16, che è l’obiettivo armamento di questo livello, ed è un’arma molto potente. Inizialmente non avrete molte munizioni, ma tenetevelo stretto, ne troverete in quantità quando ne avrete più bisogno.
Quando percorrerete il corridoio, numerosi nemici vi spareranno dai piani superiori: correte e cercate riparo il prima possibile (senza perdere l’obiettivo di intelligence che si trova sopra un tavolo). Andate a sinistra per raggiungere le scale che portano al terzo piano. Cercate le scale che vi portano alle passerelle, su una delle quali c’è un obiettivo ricatto, mentre un’altra contiene un obiettivo di intelligence ed alcune granate. Proseguendo dalle docce incontrerete un’altra serie di celle, ed un altro nemico in tenuta antisommossa. Queste celle sono più pericolose delle precedenti, con i nemici che vi sparano attraverso le finestre. Abbassatevi ed andate verso le celle a sinistra, abbattete un paio di muri ed affrontate tutti i nemici. Dopo aver ripulito queste stanze, troverete un obiettivo di intelligence sul tavolo. Tornate alla stanza centrale e troverete una rampa che vi riporta al secondo piano, ed altre scale per scendere ancora più in basso. In fondo alle scale, entrate nella piccola stanza e raccogliete l’obiettivo di ricognizione. Entrate nella stanza successiva e le porte si chiuderanno alle vostre spalle. Una pericolosa serie di nemici accorrerà e cercherà di fermarvi: rimanere in questo punto è praticamente un suicidio, correte a destra e strisciate in una delle stanze laterali, che userete come copertura. Prima di scendere le scale, perlustrate le stanze a piano terra alla ricerca dell’obiettivo ricatto.

Obiettivo 3: Eliminare le guardie del corpo di Valencio
In fondo alle scale troverete una stanza pressoché identica alla precedente. La differenza principale è che qui ci sono moltissimi nemici da affrontare, una serie infinita di soldati che non smetteranno di rigenerarsi fino a quando non avrete terminato il livello. Se non avete con voi delle granate, questa battaglia può risultare difficoltosa, ma non abbiate paura, ignorate i nemici e salite una delle scale: qui ci sono ben due scatole di granate che vi aspettano. Da qui salite sulle passerelle in alto fino a raggiungere una delle piccole stanze vicino al limitare dell’area. Dopo aver ucciso una certa quantità di nemici, avrete completato l’obiettivo. Uscite dalla stanza, occupatevi degli ultimi nemici rimasti e raccogliete le loro munizioni. Avrete bisogno ancora di granate, per far fronte ad un piazzamento con mitragliatrice in fondo alle scale. Tutto quello che dovete fare a questo punto è lanciare quattro o cinque granate di fronte alla mitragliatrice, poi correre velocemente nel passaggio appena aperto.

MISSIONE 6: L’ARSENALE DI VRATSKA
Grazie alle informazioni di Valencio, ora avete sufficienti informazioni per seguire le tracce di Lennox, che insieme ai suoi sta per colpire il cantiere navale. Come nella missione precedente, iniziate con un paio di compagni di squadra, che questa volta vi accompagneranno per tutta la durata della missione.

Obiettivo 1: Appuntamento con il secondo team
Iniziate la missione con un NAC-10 ed un fucile Remington. Nessuno dei due è particolarmente adatto per lavori a lungo raggio, ma sfortunatamente dovrete colpire dalla distanza se volete sopravvivere le ampie aree aperte del molo.
Scendete verso la piattaforma in legno per raccogliere delle granate. Camminate in mezzo ai tubi e raggiungete il primo molo. Sfortunatamente nessuna delle vostre due armi è adatta a rispondere al fuoco dei soldati affacciati alle finestre sopra la darsena, quindi dovrete avvicinarvi alle scale che portano all’ufficio. Quando avrete vicino i vostri compagni di squadra potete far saltare la porta e ripulire l’area, anche se qui non troverete molto, a parte alcune munizioni. Quando vi sentite pronti a lasciare la darsena, avvicinatevi ai soldati sull’altro lato. Un container aperto alla vostra sinistra contiene un fucile di precisione, che rappresenta il vostro obiettivo di armamento del livello. Equipaggiatelo e zoomate verso la gru: in basso dovreste vedere un cecchino che si prepara a colpire. Colpire gli esplosivi che si trovano nei paraggi eliminerà ogni minaccia proveniente da quella direzione. A parte questo, tuttavia, il fucile di precisione non è molto utile per gli attacchi diretti (e comunque avete solo cinque colpi), quindi probabilmente vorrete scambiarlo con un fucile. Fatevi strada nel labirinto dei container ed arriverete ad una grossa nave nel bacino di carenaggio. Prima di entrare nell’edificio, andate a destra, verso il mare. Se frugate nei container accanto alla gru, potete trovare l’obiettivo di intelligence, appeso ad un muro.
Tornando indietro all’edificio, dovreste vedere una piccola deviazione nel percorso prima di entrare nell’area coperta. Se prendete la strada a sinistra, riuscirete a raggiungere il viale retrostante. Cercate nei container aperti e troverete l’AK-47. Se proseguite per il viale, arriverete ad una porta d’ingresso dell’edificio. I vostri compagni di squadra avanzeranno prima di voi ed entreranno nel campo di fuoco nemico, permettendovi di rimanere nelle retrovie mentre si occupano della maggior parte dei nemici dell’area. Quando sentite che la situazione si è sufficientemente calmata, uscite allo scoperto, eliminate tutti i nemici rimanenti, poi fate saltare una delle porte dell’ufficio e controllatelo. Troverete al suo interno l’obiettivo di ricognizione, e se fate saltare anche la porta che conduce alla passerella del piano di sopra, troverete un altro fucile di precisione. Prenderlo non è una mossa sicura, dato che c’è un nemico con mitragliatrice appollaiato dall’altro lato della strada. Siete fuori dal suo tiro, e comunque potete farlo saltare in aria colpendo le taniche di benzina nella parte inferiore della torre.
Apparentemente non c’è modo di salire sulla nave, e nemmeno sembrano esserci degli oggetti al di sotto di essa, quindi proseguite per la darsena fino a raggiungere la torre del cecchino. Arrampicandovi su per le scale arriverete ad un piccolo ufficio. Prendete l’obiettivo di intelligence dal muro ed andate avanti. Arriverete ad un altro ufficio, dentro un edificio, dove potete trovare sia un altro obiettivo di intelligence che un M209. Andate a sinistra ed osservate l’edificio oltre il canale. C’è un altro nemico con mitragliatrice, che ucciderete facendolo esplodere. Troverete un silenziatore per l’SMG sulle scale collegate all’edificio da cui siete appena usciti. Entrando nell’edificio che avete appena fatto saltare, troverete un obiettivo di intelligence e munizioni per l’M209. Continuate lungo la riva e distruggete un paio di serbatoi di carburante vicini all’angolo della costruzione per completare un obiettivo ricatto.

Obiettivo 2: Sopravvivere all’imboscata
Quando arrivate all’ampia area con un posto di guardia e molte auto parcheggiate, preparatevi ad una sparatoria. Ci sono moltissimi oggetti in quest’area che possono essere distrutti a vostro vantaggio, quindi aspettate che i nemici si avvicinino ad essi prima di farli saltare. I vostri compagni di squadra si posizionano su di una piattaforma, voi invece nascondetevi a terra colpendo di tanto in tanto i nemici in arrivo. I nemici che arrivano di lato li farete fuori facendo esplodere le taniche vicine all’edificio. Contro i nemici con gli scudi antisommossa usate le granate e colpitele per farle esplodere. Quando non ci saranno più nemici in arrivo, fate un rapido giro degli edifici circostanti: nella guardiola dietro la piattaforma sopraelevata c’è un obiettivo ricatto, nell’edificio di fronte, vicino alle scale, c’è un obiettivo di intelligence.
Andate all’ufficio che sovrasta la rimessa dei treni, c’è un’altra mitragliatrice in una torre vicina, ed un cecchino. Fortunatamente anche voi avete un fucile di precisione, che userete prima di scendere a piano terra. Da qui in poi ci sono moltissimi cecchini, su quasi tutte le gru che vedete intorno, e molti soldati a terra. I vostri compagni se la caveranno benissimo con questi ultimi, ma i cecchini li dovrete uccidere da soli. Dopo aver ucciso il primo cecchino, attraversate e salite verso il punto in cui si trova il nemico appena ucciso. Qui c’è una piccola stanza con un altro fucile di precisione e l’ultimo obiettivo ricatto. Questa è una posizione favorevole per colpire molti nemici, sia vicini che lontani. Quando scendete a pian terreno, usate le passerelle per raggiungere un punto di copertura, nascondendovi dietro agli angoli quando sentite uno sparo. Alla fine raggiungerete un’area chiusa da un cancello, dietro il quale ci sono moltissimi nemici. Fateli fuori tutti ed entrate nell’edificio alle loro spalle per terminare il livello.

MISSIONE 7: IL PONTE DI GRAZNEI

Obiettivo 1: Attraversare il ponte
Per oltrepassare questo ponte avete due alternative: o strisciate lungo il suolo facendovi strada tra i nemici, oppure salite sulle travi e localizzate dei punti adatti a colpirli dall’alto (e lo potete fare anche se non avete un fucile di precisione), che è un metodo molto più sicuro. Quando raggiungerete la barricata dall’altro lato, uccidete tutti i soldati rimanenti e date un’occhiata al posto di blocco sulla strada. Se avete ancora l’M203, potete colpire l’autobus. Occupatevi anche del pericoloso soldato sulla piattaforma a sinistra. Salite di nuovo sulle travi, cercate il nemico con il fucile, scendete dalla rampa e fatelo correre nella vostra direzione mentre lo crivellate di colpi. L’intelaiatura del ponte può essere percorsa fino alla fine, in fondo troverete un RPG, che è l’obiettivo armamento del livello. Raccoglietelo. Procedete ed usate l’RPG per distruggere ogni nemico dentro negli autobus sul lato nord del ponte, scendete poi al livello del ponte e prendete una delle scale per scendere. C’è una piccola area sotto il ponte in cui potete trovare un silenziatore per l’M16, l’obiettivo di intelligence vicino ad una porta ed un obiettivo di ricatto contro un muro. Tornate al ponte, procedete sotto di esso per un tratto fino a quando potete di nuovo raggiungere la superficie. Usate l’M203 per liberarvi di tutti i nemici, aspettando il ritorno dei vostri compagni di squadra. Potete proseguire sotto il ponte, ma è una strada a fondo cieco. Se la seguite a sinistra però, troverete l’obiettivo ricognizione del livello.
Procedete sul ponte, correndo in avanti ed usando l’M203 se necessario. A questo punto dovreste essere al centro del ponte. Salite sulle travi, ma tornate nella direzione da cui provenite: troverete un fucile di precisione, insieme ad una ventiquattrore, il secondo obiettivo ricatto. Con il fucile di precisione, iniziare ad uccidere i nemici fino a quando non avrete finito le munizioni. Tornate indietro e salite sulla rampa a nord, verso la torre sopra l’ultima estensione del ponte. Qui troverete un RPG ed altre munizioni per l’M203, che vi permette di far esplodere i soldati di sotto. Oltretutto, l’area è piena di mine che possono innescare alcune divertenti reazioni a catena, annientando ogni nemico rimasto nei paraggi. Prima di salire la rampa alla fine del ponte, scendete gli scalini: qui troverete un altro obiettivo di intelligence.

Obiettivo 2: Guadagnare l'accesso al gulag 6
Fermatevi un momento prima di proseguire. Arretrate e fate esplodere il maggior numero possibile delle mine che si trovano davanti al gulag. Mentre risultano essere comodissime per eliminare i nemici, sono altrettanto pericolose se ci finite accidentalmente sopra. Ci sono un paio di soldati nell’autobus, usate l’M203 o l’RPG. C’è anche una mitragliatrice accanto al bunker centrale ed un altro soldato sulla passerella sopra l’entrata principale. Dopo aver eliminato queste nuove minacce, distruggete le porta che permette l’accesso al gulag. Correte verso l’apertura, tirate una granata ai soldati in tenuta antisommossa all’interno e raccogliete l’obiettivo di intelligence appeso al muro prima di procedere nella porta, che pone termine alla missione.

MISSIONE 8: IL GULAG DI SPETRINEV

Obiettivo 1: Guadagnare l’accesso al complesso sotterraneo
Controllate le stanze vicine al punto di partenza per trovare un silenziatore per l’MP5. Ci sono un paio di edifici vuoti da cui passare. Quando raggiungete una porta che potete far saltare, potete sia entrare da qui che girare l’angolo per entrare dal seminterrato. Raccogliete il primo obiettivo di intelligence, colpite il soldato alla testa, procedete e alla fine del corridoio c’è un’altra stanza con al suo interno un obiettivo di intelligence. Saliti al primo piano, cercate una delle due scale che portano al secondo piano. Salite poi al terzo piano e raccogliete l’obiettivo di intelligence in cima alle scale. Salite al quarto piano e preparatevi alla sparatoria. In basso apparirà un soldato con mitragliatrice: lanciategli una granata.

Obiettivo 2: Assalto al gulag
Usate il fucile di precisione per uccidere alcuni dei nemici nel cortile sottostante, cosa che vi renderà la vita più facile quando dovrete scendere. Al terzo piano troverete un fucile di precisione vicino ad una finestra, che è l’obiettivo armamento di questo livello. Da questo piano parte una scala antincendio che porta fino a terra, ma se provate ad uscire sarete bersagliati da colpi di RPG. Tornate alla finestra e guardate verso il livello più alto del palazzo a destra: dovreste riuscire ad uccidere il soldato con l’RPG da questo punto. Uscite all’aperto e scendete fino a terra. Controllate l’edificio accanto per trovare un obiettivo ricatto ed un altro fucile di precisione. Invece di attaccare direttamente, cercate di attrarre l’attenzione dei nemici con un paio di colpi di fucile e ucciderli da posizione favorevole. Mentre vi avvicinate all’edificio, un altro soldato apparirà ad una delle finestre. Colpite l’apparecchio per l’aria condizionata per farlo saltare in aria. Trovate le scale che corrono lungo l’edificio dove si trovava il soldato con l’RPG e fate saltare la porta. Prendete le scale e trovate l’RPG, poi scendete di nuovo nel cortile ed aspettate la comparsa dei nemici da dietro il bunker. Rifugiatevi dietro la struttura a ponte e lasciate che vi vengano incontro.
Dopo aver svuotato il cortile, entrate nell’edificio e raggiungete il checkpoint. Scendete le scale ed arrivate al blocco di celle, dove si svolgerà un’altra difficile battaglia, contro nemici normali, mascherati ed in tenuta antisommossa, oltre ad altri nemici ai livelli superiori, che non aspettano altro che una vostra mossa sbagliata… Correte in una stanza più piccola e fate esplodere le granate sparando (il passaggio contiene un obiettivo di intelligence). Se da un lato certamente subirete pesanti danni, molti di questi nemici lasciano cadere dei medipack: siate veloci a raccoglierli per non assumervi rischi inutili. Sul lato destra del blocco di celle c’è una porta che può essere fatta saltare, al cui interno troverete un obiettivo ricatto. Finiti i nemici, controllate all’interno delle celle l’obiettivo di ricognizione, poi trovate le scale che portano di sopra. Percorrete il corridoio, raccogliete l’obiettivo di intelligence, entrate nella cella accanto al muro invalicabile, distruggete la parete al suo interno ed oltrepassatela.
Vi trovate nella parte industriale del gulag. Seguite il percorso che si dividerà in tre vie: una a sinistra, che porta ad un obiettivo di intelligence e sul retro del locale delle caldaie; una a destra che conduce sopra il locale caldaie in una piccola stanza dove c’è un RPG e un altro obiettivo di intelligence; una centrale che vi porta direttamente alle caldaie, dove si svolgerà un’altra lunga battaglia. Entrate nel locale caldaie, poi andate nello stanzino di sopra ed attirate tutti i nemici lì, in modo da avere facile copertura.

Obiettivo 3: Snidare Lennox
Scendete nel corridoio di sotto e fate esplodere il bunker, poi trovate un altro obiettivo ricatto. Procedete verso un altro scenario simile alla stanza delle caldaie, dove potete sia assalire i nemici che prendere il passaggio laterale e salire sulle passerelle in alto. Scendete il tunnel fino alla biforcazione. La strada a sinistra vi porta ad un obiettivo di intelligence e un RPG, che potete usare per distruggere il bunker lungo il corridoio a destra, che contiene un altro obiettivo di intelligence.
Vi aspetta una delle battaglie più difficili di tutto il gioco a causa del numero spropositato di nemici che dovete affrontare. Con l’M249 in mano, rimanete sul ciglio della porta, ma non entrate nella stanza, dato che se lo fate, le porte si chiuderanno alle vostre spalle. Arretrate invece, cominciando a sparare dal punto in cui vi trovate. Se avete delle granate, è il momento giusto per utilizzarle. Quando finite i nemici da colpire, potete finalmente entrare nella stanza e salire le scale per raggiungere una delle due piccole stanze, che costituirà il principale punto di respiro per il resto della battaglia. Raccogliete dal pavimento qualsiasi cosa vi serva, incluso un obiettivo di intelligence, dentro un armadietto. Arriveranno altri nemici, in massa. Fate attenzione soprattutto ai nemici con gli RPG, a cui risponderete con la stessa arma. Aspettate in una stanza fino a quando non avrete almeno due barre di salute, che vi permettono di sopravvivere ai colpi più pesanti. Non c’è un modo semplice per superare questa sezione, sfortunatamente. Dovete solo fare del vostro meglio e sfruttare tutte le tecniche che avete imparato finora.
Dopo circa dieci minuti di duro combattimento, potete andare a colpire un nemico che causa l’esplosione di tutto il bunker, permettendovi di passare attraverso l’apertura e… portare a termine il gioco.

TI POTREBBE INTERESSARE