La Soluzione di Far Cry 2  0

La nostra missione è eliminare The Jackal!

Attenzione

La Soluzione è basata sulla versione americana per PC del gioco. Alcuni termini potrebbero non corrispondere con la versione italiana.

Primo Atto - Prima Parte

Obiettivo: Uscire dalla città
Dopo aver visionato la scenetta iniziale - che, diciamolo, non fa fare una bella figura all'eroe, dato che cade vittima della malaria non appena arriva in città - parlate con Jackal. Dunque, procedete al completamento del tutorial, la cui prima sezione richiede che usciate dall'edificio, combattiate lungo le strade, e non preoccupatevi nel caso in cui veniate colpiti praticamente a morte: il gioco è progettato perchè ciò succeda, dato che in questo momento siete malati.

Obiettivo: Ottenere armi e i kit medici
Seguite la seconda parte del tutorial, la quale vi insegnerà come curarvi e come salvare il gioco. Arrivati al tavolo, potrete ottenere un lanciafiamme ed un fucile d'assalto, armi di alto livello. Sul muro, potrete prendere anche il primo kit per hp del gioco, ed utilizzarlo in caso di necessità immediata.

Obiettivo: Riparare la macchina, aprire il cofano
Uscite dall'edificio, aprite il cofano, e riparate il motore. La macchina sulla quale dovrete eseguire queste operazioni è quella di colore giallo.

Obiettivo: Eliminare gli esploratori nei pressi della casupola, in maniera tale da guadagnarvi l'accesso ad essa
Servitevi della macchina che avete appena riparato per arrivare al punto segnalato sulla mappa, ove troverete una casupola. Posizionate la macchina strategicamente, eliminate gli avversari da posizione sicura, ed entrate nel rifugio.

Obiettivo: Utilizzare il letto all'interno della casa
Trattasi di un tutorial sull'utilizzo del letti, dovrete praticamente seguire le istruzioni che vi vengono impartite su schermo.

Obiettivo: Raggiungere il punto privilegiato di osservazione, ed ispezionare l'intero campo
Tornate alla vostra macchina, un nuovo obiettivo sarà ora segnalato sulla vostra mappa, verso il quale dovrete dirigervi. Posizionate la macchina, di nuovo, in un luogo strategico che non vi renda facilmente individuabili, dunque dirigetevi verso la montagna a piedi. In cima ad essa, utilizzate il monocolo.

Primo Atto - Seconda Parte

Obiettivo: Liberare i prigionieri nell'edificio all'interno del complesso nemico
Entrate nel complesso, preferibilmente cercando di rimanere silenziosi. Non sarà difficile individuarlo: la mappa lo segnala in maniera molo chiara. Fortunatamente, potrete utilizzare un trucco per entrare senza problemi: dirigetevi verso la parte ovest del suo perimetro, ed utilizzate il buco nel recinto per entrare nel luogo senza essere visti. Aprite la porta di legno arrivando ad un magazzino, liberando dunque l'ostaggio che era collocato al suo interno.

Obiettivo: Tornate alla macelleria, dove incontrerete Kankaras
Tornate alla vostra macchina, utilizzandola per fare velocemente ritorno alla macelleria.

Obiettivo: Servirvi del GPS per localizzare i diamanti
Dovrete individuare delle luci di colore verde - abbastanza piccole - sulla vostra mappa. Le locazioni con diamanti nelle loro vicinanze sono caratterizzate dal brillare della luce in questione. Oltretutto, brillerà a diversa frequenza a seconda della distanza del diamante stesso. Nel caso in cui sia molto vicino, sentirete anche un suono di sottofondo, come quello di una radio che non riceve. E' comunque note la posizione della prima scatola di diamanti: si trova nei pressi della macelleria, giusto all'interno di un treno.

Obiettivo: Utilizzare il computer del negozio di armi per comprare delle nuove armi
Come in precedenza, vi potrete tranquillamente servire della mappa per localizzare la vostra destinazione. Entrate nel negozio per utilizzare velocemente il computer, dando un'occhiata alla lista di armi. Compratene una, quella che preferite.

Obiettivo: Prelevare le armi all'armeria
Uscite dal negozio dopo aver ottenuto un'arma, per poi entrare nell'armeria nei paraggi. Qui, potrete finalmente mettere le mani sul vostro nuovo oggetto.

Obiettivo: Trovare un fornitore di medicine nei pressi del bar di Mike
Superate la strada, per localizzare la porta che conduce al bar. Parlate con il giornalista, nonchè con l'uomo che vi ha aiutato nella liberazione dell'ostaggio. Il giornalista vi offrirà anche una cassetta, prendetela. Potete anche parlare con tutti gli altri presenti per ottenere delle altre opportunità di vario tipo.

Obiettivo: Dirigervi verso la chiesa, donando la cassetta a Padre Maliya
Dopo essere usciti dal bar, dirigetevi verso la locazione segnata sulla mappa, una cittadina proprio nel mezzo della regione di gioco. Qui, troverete una chiesa, entrateci (la porta è localizzata sulla parte nord di questo edificio). Parlate con il prete per dargli la cassetta in questione, vi donerà una medicina anti-malaria in cambio, la quale vi potrà aiutare nel combattere la vostra malattia.

La Soluzione di Far Cry 2

Primo Atto - Terza Parte

Obiettivo: Trovare un lavoro
Uscite dalla chiesa, sempre dalla porta dalla quale siete entrati. Dato che la parte iniziale del gioco sarà ora finita (e dunque anche l'annesso semi-tutorial), vi consigliamo di prendere subito vantaggio della libertà ora acquisita per dirigervi verso il quartier generale degli UFLL (lo potrete notare sulla parte sinistra della vostra cittadina di riferimento). Nella sua parte frontale potrete parlare con una guardia, la quale vi farà entrare una volta che sarà venuta a conoscenza delle vostre credenziali. Salite le scale per fare una chiaccherata con il grande capo della struttura.

Obiettivo: Per conto dell'UFLL, distruggere i mezzi dell'armata nemica
Dopo aver abbandonato la cittadina, dirigetevi verso est. Dirigetevi al luogo di incontro con il vostro amico, il quale vi informerà sulla precisa missione che dovrete affrontare. Essa vi vede nel ruolo di picciotti, che devono forzare uno dei vostri informatori interni all'armata nemica a fornire delle informazioni errate al suo reale datore di lavoro (cioè, il commando avversario). Percorrete la strada che vi porta alla villa a nord-ovest, l'edificio sarà anche abbastanza chiaramente segnalato all'interno della vostra mappa dunque non vi dovrete preoccupare più di tanto.
Continuate fino al secondo piano, eliminate tutti i presenti, e raggiungerete l'informatore. Ditegli le coordinate (sbagliate) che dovrà trasmettere. Riprendete dunque la missione principale. Localizzate il commando usando la vostra mappa. Più precisamente, dovrete localizzare il camion dotato di radio sul retro. Il vostro bersaglio è la radio, dovrete farla immediatamente esplodere. Eventualmente, eliminate anche i nemici che vi vengono segnalati dal vostro compagno di avventura.

Obiettivo: Dirigersi all'oasi e marchiare l'oro con il simbolo dell'UFLL
Completiamo prima la missione "associata", per così dire. Dovrete eliminare un boss per ottenere l'anello in suo possesso. Il boss in questione si trova all'interno della sua fortezza, segnalata sulla mappa. Avvicinatevi ad essa dal lato sud, dal quale potrete più facilmente avere accesso all'interno. Prendete l'anello dal suo corpo morto, per donarlo al principe (lo potrete trovare sempre seguendo le indicazioni sulla mappa - la sua posizione sarà chiaramente segnalata). Continuiamo ora con la nostra spedizione principale.
Procedete verso l'oasi, non sarà per nulla difficile raggiungerla. Tuffatevi nel buco nel terreno che potrete trovare proprio nel mezzo dell'oasi in questione, il quale conterrà una piccola rampa di scale, che potrete utilizzare per arrivare alla cripta. Qui, date un'occhiata alle casse ed assegnate loro i marchi che volete. Aiutate ora il vostro amico per fargli eliminare tutti i nemici che troverete in superficie.

Obiettivo: Dirigersi verso la ferrovia, eliminando la macchina-carro
Dovrete come prima cosa localizzare il vostro obiettivo, collocato all'interno di un treno, in un deposito dei treni nella parte nord-est della città. Prima di dirigervi qui, consigliamo vivamente di completare la missione opzionale, la quale vi vedrà eliminare un ufficiale in uno dei ranch vicini. Dirigetevi all'interno dell'unico edificio nel ranch, verso il primo piano, e distruggetelo. Dunque, continuate verso il deposito dei treni, che potrete trovare seguendo la mappa.
Noterete quasi subito alcune carrozze di colore blu. Superatele e troverete il treno in questione. Colpendolo con proiettili, o in generale colpi di qualsiasi tipo, riuscirete molto facilmente a causare una fuoriuscita di gas esplosivo. Servitevi degli esplosivi a vostra disposizione per causare una grande detonazione. Per un completamento totale della missione, comprendente dunque anche tutte le side-quest, continuate a percorrere le rotaie fino ad essere colti di sorpresa (relativamente, nel caso in cui stiate leggendo la soluzione) da un'imboscata - dovrete distruggere tutti gli imboscatori.

Obiettivo: Distruggere i compressore all'interno del garage della discarica
Ad ovest rispetto alla città potrete notare un compressore all'interno, appunto, di un garage. Tuttavia, prima di procedere con la missione principale, consigliamo il completamento di quella associata, che vi vedrà andare a prelevare un particolare file contenente alcune informazioni.
Si trova nei pressi del giardino a nord-ovest. Entrate nell'edificio localizzabile proprio in mezzo al complesso il cui perimetro è circondato dal giardino; qui, potrete prendere il documento dal tavolo. Dunque, causate la distruzione della tanica-compressore di colore rosso all'interno dell'edificio che è stato a voi segnalato. Ora, continuate verso nord-est, troverete l'imboscata proprio in mezzo alla strada - eliminate i nemici.

Obiettivo: dirigersi verso le cascate Goka, ove troverete Gakumba. Eliminarlo
Dirigetevi verso il punto chiaramente segnalato dalla mappa. Da qui, continuate lungo il sentiero a nord, ve n'è solo uno in quella direzione dunque non c'è alcuna possibilità di errore. In realtà, comunque, esiste un sentiero alternativo nel caso in cui nord non sia la vostra direzione preferita: si trova aldilà del porticciolo, dovrete prima guadare il fiume per trovarvi di fronte ad un sentiero che sale lungo un lato della montagna. Dovrete dunque superare un ponte per tornare sul versante giusto.
Qualsiasi sia la vostra scelta in termini di sentiero, alla fine del vostro cammino troverete senza dubbio un edificio di un solo piano, al suo interno potrete devastare Gakumba assieme a tutte le sue guardie. Uscite fuori, sarete quasi subito contattati da Reuben.

Obiettivo: Dirigersi all'accampamento per parlare con Reuben
Dirigetevi verso l'accampamento segnalato sulla mappa, la segnalazione non riguarderà unicamente la direzione ma anche l'edificio bersaglio, sarà dunque molto semplice riuscire a raggiungerlo. Data la mancanza di nemici, siamo sicuri che l'obiettivo sarà completato in un batter d'occhio.

Obiettivo: incontrare Padre Maliya alla chiesa del paese (o, in alternativa, il vostro compagno a Mike's)
Parlando con Reuben verrete a conoscenza di un attacco terroristico che è stato organizzato in maniera tale da verificarsi in due posti in una sola volta. Voi dovrete scegliere quale dei due difendere, dato che ci sono abbastanza forze per poterne tenere uno sotto controllo.

Obiettivo: Difendere Mike's
I nemici arriveranno praticamente da ogni lato, dunque la vostra attenzione dovrà essere piuttosto estesa per avere la sicurezza di non trovarvi qualcuno davanti mentre state manovrando all'interno. L'accesso vi sarà agevolmente garantito dalla porta centrale della locazione. Dovrete poi (o almeno, consigliamo di farlo) prendere il frigo e spostarlo in maniera tale che vada a bloccare la medesima apertura. Ricordate che alla fine della missione è normale che un'esplosione vi renda incapaci di intendere e di volere.

Obiettivo: Difendere la chiesa
Tornate in città, alla chiesa, parlate con il prete al suo interno. Prendete un armadietto e posizionatelo sul passaggio segreto, così da bloccarlo. Non sforzatevi troppo nel tentativo di proteggere questa locazione: la storia impone che alla fine sarete comunque incapacitati da un'esplosione.

La Soluzione di Far Cry 2

Secondo Atto - Prima Parte

Obiettivo: Trovare un rifugio
Sarete letteralmente sbattuti fuori da un camion che marcia in mezzo al deserto. Il metodo per poter recuperare la direzione preferenziale è quello di muovervi lungo la direzione del vento, in questo modo vi avvicinerete in maniera automatica ad una tenda.

Obiettivo: Eliminare Prosper Kouassi, nonchè tutte le truppe poste a suo aiuto
Parlate con Jackal, quindi con il suo amico. Quest'ultimo avrà subito un lavoro da assegnarvi: eliminare il boss dell'APR. All'interno della tenda potrete trovare una parte dell'equipaggiamento necessario per completare questo obiettivo. Dirigetevi nella direzione indicata, a sud-ovest rispetto alla cittadina. Utilizzate le macchine come copertura per non essere esposti al fuoco in maniera eccessiva.

Obiettivo: Incontrare Voorhees in quel di Sefapane
Incamminatevi lungo la strada che si addentra nel deserto, seguendo la strada che procede verso sud, ed in finale all'edificio - al centro di un piccolo villaggio - che è segnato sulla mappa, dentro al quale potrete parlare con il nuovo grande capo dell'UFLL.

Obiettivo: Incontrare un collaboratore in quel di Lake Segolo, nell'Isola di Jackal
Utilizzate l'autobus per raggiungere la città al centro dell'area di gioco, dunque continuate verso il porto. Dovete raggiungere un'isola, per questo motivo dovete partire dal porto. Superate il canale arrivando ad incontrare il vostro collaboratore.

Obiettivo: Difendere la barca fino al porto di Selao
Cercate di uccidere tutti i nemici sulla spiaggia, mentre voi rimanete sul ponte della nave. Chiaramente, nel caso in cui le barche nemiche si avvicinino troppo alla vostra, dovrete anche eliminare tutti coloro che si trovano sopra esse. Per entrambi gli obiettivi avete a disposizione molte armi, distribuite lungo tutto il ponte della vostra nave. A prua, tre cannoni; moltissime munizioni disseminate lungo tutto il resto del ponte. Purtroppo è possibile che la vostra nave sia parzialmente danneggiata, in questo caso dovrete dirigervi alla base delle scale che conducono al ponte - dove risiede il motore - per poterlo riparare.

Secondo Atto - Seconda Parte

Obiettivo: Parlare con il Dottor Obua alla clinica
Dirigetevi verso la clinica nella parte a nord della città, fortunatamente in questo caso non è necessario fare nulla di nascosto e potrete dunque entrare dalla porta principale. Parlate con il dottore di tutto il possibile, e continuate verso la seguente missione.

Obiettivo: Fuggire da Port Selao
Utilizzate la porta sul retro, localizzabile nella stanza che potete trovare subito dopo quella del dottore. Vi troverete ora liberi all'esterno, e potrete procedere verso sud, al porto - eliminando i nemici che cercheranno di ostacolarvi lungo la strada. Al porto potrete facilmente trovare una macchina per andarvene.

Obiettivo: Incontrare il vostro collaboratore per poi eliminare tutti gli invasori
Il vostro collaboratore si trova aldilà del lago, lo potrete trovare nei pressi del bar. Prendete la vostra barca per arrivarci. Eliminate i nemici, fate una chiacciherata con il vostro collaboratore (che si troverà, come sempre, sul ponte del veliero).

Obiettivo: Distruggere la stufa, che si trova al villaggio Dogon
Per completare la missione opzionale, prima di andare al villaggio Dogon dovrete uccidere un tizio per conto del vostro amico. Si trova nella locazione segnata molto chiaramente sulla vostra mappa, alla quale corrisponde una piccola tenda, all'interno della quale potrete trovare il vostro uomo. Uccidetelo, per continuare dunque la missione principale. Arrivati al villaggio, un piccolo paesino di alta montagna, superate gli edifici che compongono il suo centro per salire lungo il lato della montagna, il quale presenta un sentiero. Sparate alle taniche esplosive, facendo esplodere la costruzione. Completate, come spesso ormai succede, eliminando gli avversari che tentano di uccidere il vostro informatore.

Obiettivo: Uccidere Seth Uniya nel suo ufficio al Politecnico
Come sempre, eseguiamo per prima la missione collegata piuttosto che quella principale, la quale vi vede per l'ennesima volta recuperare un particolare documento. Si trova su un tavolo in una tenda all'interno degli svariati edifici localizzabili lungo la mappa. Come sempre, è indicato anche sulla mappa, per questo motivo non sono necessarie tante informazioni aggiuntive. Continuate poi verso il Politecnico per trovare il vostro uomo. Incamminatevi verso l'edificio sull'angolo, nel retro del Politecnico. Dovrete prima interrogarlo per recuperare tutte le informazioni possibili, e poi spietatamente ucciderlo. Continuate verso l'area di decollo per aiutare l'informatore ad uccidere un gruppetto di fastidiosi nemici (potrete utilizzare il passo - di bassa altitudine - nelle montagne ad est che connette in maniera immediata la città all'aeroporto stesso).

La Soluzione di Far Cry 2

Secondo Atto - Terza Parte

Obiettivo: Liberare i prigionieri in quel di Sediko
Procedete verso il villaggio segnato sulla mappa, dunque verso la tenda - sempre indicata dalla mappa; salendo poi la scaletta all'interno. Troverete davanti a voi i prigionieri, non dovrete neppure combattere troppo per raggiungerli.

Obiettivo: Eliminate Yabek
Dovrete prima prendere un fusibile per il vostro amico, come missione opzionale. Come indicato sulla mappa, percorrete la strada verso il luogo dello schianto; sul terreno troverete un fusibile che dovrete subito fare vostro. Datelo al vostro compagno, dunque continuate nella vostra missione principale. Procedete verso il ponte, ci arriverete facilmente parendo dalla pista di decollo e prendendo la strada ad est. Posizionate le bombe e correte via verso ovest per evitare di essere coinvolti nell'esplosione. Arriveranno alcuni nemici per capire cosa stia succedendo, voi da posizione vantaggiosa potrete facilmente eliminarli.

Obiettivo: Distruggere le taniche di nitrogeno nei pressi della clinica dentale del villaggio
Le taniche si trovano in realtà all'interno di un camion, anche se devono effettivamente essere poi utilizzate dal dentista (o, quantomeno, questa è la scusa ufficiale per la loro acquisizione). Per completare la missione in tutte le sue parti, dunque anche quelle opzionali, dovrete come prima cosa prendere alcune parti che potrete trovare all'ufficio postale piuttosto facilmente, si tratta di una scatoletta di cartoline localizzabile su uno dei ripiani. Dunque, continuate verso il camion.
L'area generale di riferimento è proprio quella della clinica dentaria. Cercate di uccidere tutti i nemici attorno a voi, per procedere dunque alla veloce riparazione del camion. Salite su di esso e procedete verso il villaggio a nord-ovest, segnato sulla mappa. Dovrete evitare assolutamente l'impatto diretto camion-nemico: nel caso in cui vediate qualche nemico in avvicinamento, consigliamo vivamente di uscire dal carro ed eliminarlo "manualmente", per così dire.
Il garage è orientato lungo la direzione est-ovest, l'ingresso preferito sarà quello ovest. Una volta al suo interno, lasciate che il vostro amico operi sul pannello elettronico, per poi tornare verso la parte posteriore del camion, spaccare tutto, uscire attraverso la porta ad est e continuare verso nord ove potete anche vedere un segno sulla vostra mappa, il quale indica la vostra destinazione.

Obiettivo: Eliminare la sorgente di elettricità del villaggio Weelgol, così da rendere inattivo il trasmettitore
Come prima cosa, pensiamo al completamento della missione opzionale, la quale vi vede uccidere un membro della macchina di propaganda del nemico. Fortunatamente, potrete utilizzare la mappa per localizzare la sua posizione, giusto accanto al fiume, all'interno di un'abitazione costituita in maniera principale da legno. Conviene arrivarci a nuoto; dovrete superare i primi edifici per trovare il vostro uomo, uccidendolo a prima vista in maniera tale da non allertare i suoi uomini, che si muovono nei paraggi. La nuova destinazione - nonchè quella che vi vede come attori principali - inizia dal villaggio abbandonato a sud-ovest della mappa, anche questo segnalato. Aldilà di esso potrete notare alcune colline, percorretele fino ad un vicolo cieco; non significa che sarà necessario tornare indietro, ma più semplicemente che avete trovato il generatore che state cercando; è di colore giallo, e voi potrete utilizzare i vostri esplosivi per farlo in mille pezzi, così da poter uscire dal villaggio e dirigervi verso la solita imboscata che corona la missione.

Obiettivo: Rubare l'esplosivo nei pressi della miniera di diamanti, quindi utilizzare la dinamite per distruggere un tubo nella località segnalata
La missione si divide in due sezioni piuttosto specifiche, come anche visibile dall'obiettivo. Rubare l'esplosivo dalla miniera sarà molto semplice, dovrete semplicemente dirigervi nella direzione segnata sulla mappa e prendere la TNT come indicato. Solo a questo punto potrete eseguire anche le missioni, per così dire, "associate". Si tratta di: distruggere un sistema di sicurezza ad est del sito di costruzioni; noterete delle valvole di colore rosso nei pressi del punto indicato sulla mappa, qualsiasi arma di tipo esplosivo sarà adeguata a rendere le valvole completamente inattive. Continuate dunque verso il sito di costruzioni, anche qui la locazione nella quale dovrete collocare l'esplosivo sarà colorata di rosso, e corrispondente ad un tubo; in questo caso, proprio come prima, dovrete utilizzare un qualche tipo di esplosivo. E' anche possibile completare in bellezza la missione, svolgendo l'ultima parte opzionale, che vi vede ripulire in maniera completa la miniera infestata da nemici (attenzione: a questo punto, la troverete completamente sommersa, a causa della distruzione (da voi operata) del sistema di valvole di sicurezza).

Obiettivo: Consegnare la lettera Tambossa a Mbantuwe, nei pressi della Birreria, prendendo poi i diamanti
Dirigetevi verso il luogo segnalato sulla mappa, si trova a sud del lago. All'interno dell'edificio, salite le scale e prendete i diamanti sul divano di colore rosso (purtroppo, la persona con cui dovete parlare sarà morta).

La Soluzione di Far Cry 2

Terzo Atto - Prima Parte

Obiettivo: Uscire dalla Prigione
Vi troverete all'interno di una cella. Per scappare, dovrete come prima cosa dare un'occhiata alle diverse sezioni dei muri, in maniera tale da localizzare un piccolo buco. Apritelo con un calcio, e nella successiva stana prendete tutte le armi che vi sono state rubate nonchè le medicine. Dunque, utilizzando la vostra mappa, potrete facilmente localizzare la vostra successiva destinazione. La direzione generale è nord-ovest. Una volta che sarete usciti, potrete usare come guida il sentiero che si sviluppa lungo le strade. Potrete sempre scegliere se superare i nemici con un approccio stealth oppure se combatterli in maniera diretta.

Obiettivo: Incontrare Voorhes nei pressi del Seafapane
Il grande capo dell'UFLL è cambiato, e vuole conoscervi. Riceverete una chiamata proprio da lui. Tornate dunque all'ufficio (nonostante la persona sia cambiata, l'ufficio è sempre lo stesso). Dato che non avete più la macchina, è possibile utilizzare l'autobus nel caso in cui abbiate bisogno di una veloce scorciatoia.

Obiettivo: Uccidere Oliver Tambossa in quel di Dogon Sediko
Il vostro nuovo grande capo vi chiederà di eliminare il grande capo dell'APR. Dovrete cercare di penetrare nel seguente villaggio procedendo dall'entrata che si trova ad ovest. Dunque, incamminarvi cautamente verso l'edificio segnalato sulla mappa (è molto più conveniente utilizzare un approccio cauto piuttosto che tentare di uccidere tutti). La direzione dalla quale consigliamo l'avvicinamento è sud-ovest: in questo modo vi troverete esattamente davanti alla scaletta che vi consente di salire al secondo piano, ove si trova l'avversario da eliminare.

Obiettivo: Eliminare Voorhes alla miniera TaeMoCo
Dirigetevi verso la miniera che potete localizzare a sud-ovest, chiaramente guardando anche la vostra mappa, per cominciare il corpo-a-corpo con i vostri avversari. Si trovano all'interno di una tenda che è stata adibita ad ufficio. Potrete anche decidere di allearvi con i sopravvissuti, nel caso in cui vogliate eliminare solo il vostro bersaglio principale.

Terzo Atto - Seconda Parte

Obiettivo: Dirigervi al bar Marina per incontrare Reuben
Il vostro giornalista vi chiederà un aggiuntivo incontro; il luogo fissato è un bar nella parte sud della città, anche questo sarà comunque chiaramente segnalato sulla vostra mappa. Prendendo l'autobus lo potrete raggiungere in breve tempo, fare questa chiacciherata, e comunque cercare di carpire informazioni anche da tutti gli altir presenti all'interno del bar.

Obiettivo: Eliminare Greaves in quel di Sepoko (assieme anche a tutti i suoi alleati)
I vostri obiettivi si trovano all'interno dell'edificio visibile a nord-est. Il metodo migliore per riuscire a penetrare al suo interno consiste nell'utilizzare un buco presente nel recinto. Questo buco, più precisamente, si trova nella parte nord del recinto stesso. Anche in questo caso dovrete penetrare all'interno dell'ufficio per terminare i vostri obiettivi.

Obiettivo: Dirigervi all'hangar dell'aeroporto per incontrare Reuben
Sfortunatamente questo incontro non sarà semplice come i precedenti: il vostro uomo si trova all'interno di un Hangar, e con le recenti uccisioni vi siete fatti un bel po' di nemici, dunque dovrete lottare in maniera consistente per poter arrivare a parlare con Reuben. Chiaramente, l'obiettivo è segnalato sul radar, dunque non sarà la localizzazione a crearvi problemi.

Obiettivo: Dirigervi verso la prigione, ove troverete Jackal
Reuben vi informerà sul vostro nuovo obiettivo, che come dice il titolo di questa missione si chiama Jackal, un ribelle - che, come tutti o quasi i ribelli, trova abitazione nella prigione. E' la stessa prigione nella quale siete stati in una delle precedenti missioni. Prima di tentare l'assalto, fermatevi all'armeria per recuperare un bel po' di munizioni e di armi di livello maggiormente avanzato; per l'entrata vera e propria, vi consigliamo di percorrere lo stesso sentiero che avete utilizzato per uscire (è molto meno sorvegliato rispetto all'ingresso principale). Proprio in mezzo al primo cortile interno alla prigione potrete rintracciare il vostro informatore. Parlate con lui, dunque uscite utilizzando la porta localizzabile ad est.

Obiettivo: Dirigervi verso LZ per recuperare i diamanti che sono stati rubati dal venditore di armi
Prima di cominciare questa missione, cercate di recuperare tutte le armi, munizioni e kit di aiuto possibili. E' infatti l'area coincidente con quella di fine gioco, dunque non potrete facilmente tornare indietro. Dall'uscita della prigione, continuate verso sud-est. Ci saranno diverse vallate da attraversare, popolate sia da nemici, sia da casere utili per rifocillarsi. Utilizzate il sentiero sopraelevato per raggiungere prima la seconda casera, e poi l'area di atterraggio ove troverete la maggioranza dei vostri nemici. Fortunatamente, molte casse sembrano essere state posizionate in maniera strategica lungo tutto il perimetro di questa specie di aeroporto, casse di cui vi potrete facilmente servire per avere un'ottima copertura dalla quale eliminare i vostri avversari. Prelevate i diamanti all'interno della casupola, dunque continuate avanti fino all'ultima casera, ove vi dovrete temporaneamente fermare.

Terzo Atto - Terza Parte

Obiettivo: eliminare entrambi i comandanti delle fazioni, all'interno del bivacco nella giungla
Rimanendo nei sentieri più sopraelevati, in maniera tale da non esporvi troppo, procedete verso il vostro bersaglio - il bivacco, nei pressi del quale potrete trovare entrambi i comandanti che dovete uccidere. Potrete comunque riuscire ad avvicinarvi senza essere colpiti, dato che le regole tra fazioni impongono che voi non siate colpiti. Dunque, sarà facile andare fino alla parte frontale della loro tenda, e scegliere se utilizzare degli esplosivi (letteralmente lanciandoli verso l'intero) oppure se più propriamente utilizzare delle armi (la più potente che avete, preferenzialmente, così da ucciderli nel minor tempo possibile). Subito dopo che li avrete uccisi, cominciate a correre a più non posso, dato che sarete bersagli semoventi.

Obiettivo: Portare i diamanti alla tenda di Jackal
Dirigetevi verso la tenda, segnalata sulla mappa, e date i diamanti a Jackal.

Obiettivo: Prendere o la lettera o la batteria
Potrete qui scegliere uno tra due possibili lavori: uno è far esplodere le colline attorno alla locazione, così da bloccare i rinforzi nemici che stanno per arrivare; l'altra, è dirigersi ai confini con una lettera contenente dei diamanti, che serviranno per corrompere le guardie in questa zona. Nel caso in cui decidiate di dirigervi al confine, prendete la lettera; invece, nel caso in cui riteniate più bello, utile, o facile far esplodere le colline, prendete la batteria.

Obiettivo: Detonare l'esplosivo di dinamite all'interno del canyon
Prendete la batteria, uscite dalla tenda, dunque addentratevi nel sentiero che - immediatamente all'esterno - sale verso l'alto. Eliminate gli avversari lungo il percorso, dunque una volta in cima servitevi della batteria sulle casse di dinamite per causare l'esplosione.

Obiettivo: Consegnare la lettera al comandante del gruppo di pattuglia del confine
Superate la tenda, procedendo verso nord, seguendo il percorso lungo le colline. Aprite la porta che si trova nei pressi della stazione di sicurezza del confine, all'interno del quale potrete trovare il comandante - l'unico uomo nei pressi della scrivania.

Video della soluzione - Prima parte