Gran TurismoReal Driving Simulator in dirittura d'arrivo 

I possessori di PSP, nonché tutti quelli che hanno intenzione di acquistare la nuova PSP Go!, hanno segnato una certa data sul calendario: 1 ottobre 2009.

Di Gran Turismo PSP se n'è parlato la prima volta diversi anni fa, ma a quelle notizie ha fatto seguito solo un lungo, lunghissimo silenzio... tanto che ormai le speranze di vedere il simulatore di guida targato Polyphony Digital sulla console portatile Sony sembravano definitivamente sfumate. Real Driving Simulator in dirittura d'arrivo Poi, in occasione dell'E3 e in concomitanza con l'annuncio della nuova PSP Go!, ecco la grande sorpresa: il progetto è ancora vivo, anzi è praticamente completo e l'uscita è fissata per il 1 ottobre 2009. Durante il GamesCom di Colonia non solo abbiamo potuto provare nuovamente il gioco in una versione avanzata, ma ci è stato fornito del materiale ufficiale che scioglie molti dubbi circa le caratteristiche e le modalità che troveremo nel prodotto finito. Se siete pronti per partire, premete il tasto START e vediamo insieme cosa ci aspetta...

Carta canta

Più di ottocento vetture fra vecchi e nuovi modelli, trentacinque tracciati con settanta diverse varianti: se c'è una cosa che a Gran Turismo PSP non manca, sono i numeri. In questo episodio non troveremo i classici "test per la patente" che da sempre contraddistinguono la serie, sostituiti da quarantotto "sfide" dello stesso genere, ovvero che implicano il superamento di prove d'abilità sempre più complesse. Una volta completate, non solo sarà possibile accedere al filmato conclusivo del gioco, ma si sbloccheranno altre cinquantaquattro sfide extra, per un totale quindi di Real Driving Simulator in dirittura d'arrivo centodue missioni. La modalità di gioco in singolo non prevede la selezione di un livello di difficoltà: l'intelligenza artificiale degli avversari si adatta alle nostre capacità nonché al numero di vittorie o sconfitte che inanelliamo. Un sistema all'avanguardia, che molti sviluppatori hanno finora tentato di implementare nei propri prodotti ma senza ottenere grandi risultati: riuscirà Polyphony a stupire anche in tale frangente? Quasi come in un gioco di ruolo, il pilota è dotato di caratteristiche che si sviluppano a seconda del nostro approccio alle gare. È dunque possibile fare il classico "level up" del personaggio, nonché richiamarlo per le sfide in multiplayer con gli amici in modo da sfruttarne le abilità. Le modalità "trial" sono state potenziate: ci si può cimentare con delle prove di velocità continue sul medesimo tracciato (i dieci migliori tempi vengono memorizzati automaticamente) oppure partecipare a gare di "drifting" in cui più che la rapidità viene giudicato il nostro modo di guidare, con particolare attenzione verso le derapate controllate.

Scendo un attimo in garage

Il garage è da sempre un elemento di spicco della serie Gran Turismo, e in questo episodio per PSP non è stato certamente trascurato. Non c'è infatti limite al numero di vetture che possiamo acquistare e conservare, e una lista di trenta vetture "preferite" ci permette di effettuare modifiche al volo utilizzando la funzione "quick tune". Tutte le auto vantano una descrizione tecnica e storica dettagliata, ed è possibile sia condividerle che scambiarle con gli amici attraverso un apposito sistema.

Sfidare gli amici

Il multiplayer è disponibile purtroppo solo in modalità ad hoc, ma il numero delle possibilità offerte in tale contesto è sorprendente. In primo luogo, una serie di opzioni ci permette di impostare la gara come meglio ci aggrada: possiamo invertire la griglia di partenza e modificare il valore di "spinta" dell'ultima vettura in pista rispetto a quelle che la precedono, ad esempio. Le partite giocate dallo stesso gruppo di persone possono essere "accorpate" dal punto di vista dei tempi (che vengono dunque calcolati in totale su più corse), mentre è possibile mischiare le carte in tavola utilizzando una funzione che assegna in modo casuale le vetture ai vari partecipanti. Se le partite proseguono, le auto continuano a cambiare ma seguendo una logica precisa: ai vincitori vengono assegnate vetture più lente, ai perdenti vetture più veloci. Insomma, sarà Real Driving Simulator in dirittura d'arrivo possibile rendere interessanti e coinvolgenti anche gare che sulla carta non hanno storia, disputate fra piloti esperti e novellini. Le novità non finiscono qui, comunque: avete presente il "level up" del personaggio di cui abbiamo parlato in precedenza? Ebbene, in determinati casi sarà possibile addirittura inserire il "pilota automatico" perché porti a termine parte della gara (magari le fasi più rognose), ed è chiaro che le conseguenze di tale scelta potranno essere ottime o pessime a seconda della bontà del lavoro svolto in fase di livellaggio. Infine, tutte le gare disputate in multiplayer vedono la presenza di un "jackpot" che viene assegnato al giocatore più fortunato: in caso di vittoria, questo bonus gli assegna tutti gli eventuali premi raccolti dalla totalità dei partecipanti.

Gentlemen, start your engines

Mentre ancora risuona l'eco dell'annuncio di Sony, secondo cui basterà registrare la propria PSP Go! dal 1 al 10 ottobre per ottenere una copia digitale gratuita di Gran Turismo PSP, le nostre impressioni circa la bontà Real Driving Simulator in dirittura d'arrivo del gioco rimangono invariate. La grafica viaggia a 60 frame al secondo con ben poche incertezze (che magari verranno limate nella versione definitiva), la conta dei poligoni è decisamente sopra la media ed è stato fatto un ottimo lavoro per limitare il solito problema delle texture a bassa definizione, che in questo caso scorrono veloci e si notano molto meno che in altri giochi di corse per PSP. Il feeling della serie c'è tutto, racchiuso in una struttura che appare senz'altro solida e ricca. La cura per i particolari non smette mai di sorprendere, dalla bontà dell'interfaccia al quadro strumenti posto sotto lo schermo durante le gare. Le due visuali disponibili (in prima e in terza persona) magari non coprono le esigenze più disparate, ma funzionano alla grande e nascondono senz'altro un'accurata fase di testing. Insomma, a parte il multiplayer online sembra davvero che a Gran Turismo PSP non manchi proprio nulla: l'attesa comincia a pesare, specie per chi aspettava il motivo giusto per comprare una PSP Go!.

Certezze

  • <strong>Gran Turismo</strong> in tutto e per tutto
  • Graficamente ottimo

Dubbi

  • Nessun online, solo ad hoc
  • Varietà sul lungo periodo