PC MagazinePC Magazine #34 

Primo appuntamento post E3 e già ci si deve barcamenare tra uscite caldissime, brucianti ricordi e bizzarre iniziative

PC Magazine #34 E' stata durissima. Ci è costata notti insonni e centinaia di migliaia di caratteri battuti, ma anche quest'anno l'E3 di Los Angeles non è altro che un ricordo. Se volete una panoramica di tutti gli articoli dedicati ai giochi (anche) per PC pubblicati negli ultimi dieci giorni, potete raggiungere questo indirizzo. Con la promessa che la manciata di produzioni d'interesse lasciate fuori verranno recuperate nelle settimane a venire. Volendo tirare le somme sulla fiera, diciamo che si è trattato di un appuntamento che ha espresso valori medio alti, ma davvero pochissimi picchi, pochi capolavori annunciati. Certo gli shooter interessanti non mancano e un simile ragionamento si può fare per gli action rpg e i giochi d'azione, però latitano grossi spunti originali e in altri casi si sono viste demo solo parzialmente nuove. Anche di esclusive PC-only non ce ne sono state molte: la GamesCom, si sa, è da questo punto di vista uno sfogo più importante, però Arma III - a proposito del quale suggeriamo una interessante intervista - Star Wars: ToR, Trackmania 2, la line up Paradox e poco altro, non sono un bottino da strapparsi i capelli. In compenso il ritorno alla quotidianità è di quelli al fulmicotone: non uno ma due prodotti leggendari fanno nuovamente parlare di sé con altrettanti, inediti capitoli. Duke Nukem Forever e Alice: Madness Return sono i sudati, inattesi e travagliati rigurgiti di un glorioso passato che sembra riproporsi oggi in modo meno brillante ma, in qualche modo, comunque affascinante. Da una parte Duke Nukem, approfondito in modo molto curato in questo articolo-intervista di Eurogamer, si barcamena tra una qualità produttiva non eccezionale e la consapevolezza che sarà l'ultimo del suo genere, prima di un reboot che non potrà fare a meno di ammodernarne la struttura. Dall'altra Alice è il canto del cigno di American McGee, designer dal passato glorioso che da molto tempo non riesce a esprimersi ai suoi livelli: nel suo futuro una dimensione, quella dei free to play, più adatta al mercato a cui la sua software house di Shangai, Spicy Horse, deve guardare. PC Magazine #34 Restando su note nostalgiche, chi non ha apprezzato in passato il lavoro di Starbreeze? Lo sviluppatore svedese con Riddick prima e The Darkness poi, sembrava lanciatissimo verso il successo, subendo però negli ultimi anni un lento ma inesorabile processo che ne ha compromesso la struttura originale. Al momento è al lavoro sul reboot di Syndacate prodotto da Electronic Arts, ma molto del personale storico si è attualmente accasato alla corte di Bethesda, impegnato su non si sa ancora quale gioco basato sull'id Tech 5. Tutta la storia, i retroscena e le curiosità in questo interessante pezzo di dieci pagine pubblicato da 1UP. Chi invece se la passa sempre bene è Valve: archiviato il successo di Portal 2, si è rimessa a lavorare per espandere la sua gallina dalle uova d'oro, Steam, che da qualche giorno propone un catalogo di free to play. Per ora ce ne sono solo cinque e di vario interesse, però la direzione intrapresa è interessante anche per gli sviluppatori che potrebbero godere di una piattaforma ultra consolidata per le proprie microtransazioni. Passando ai video, due sono quelli che questa settimana vorremmo condividere. Il primo è una interessante - per quanto girata in maniera piuttosto amatoriale - intervista di ventidue minuti con John Carmack: si parla un po' di tutto ma sempre restando concentrati sull'esperienza offerta dal gioco su PC... e in ultima analisi sul perché può risultare migliore rispetto a quella console. Il secondo è un nuovo contributo di G4TV a proposito di Hawken, lo sparatutto con mech e ambienti futuristici che ci si saremmo aspettati di incontrare all'E3 e che invece è mancato; peccato, intanto ci godiamo il filmato. Infine due aggiornamenti ci fanno particolarmente piacere. Terraria, innanzitutto, invita chi non lo avesse ancora comprato a farlo anche grazie a un corposo aggiornamento che festeggia le centinaia di migliaia di copie vendute. E poi un mod per Theme Hospital che permette di godersi il classico di Bullfrog a qualsiasi risoluzione e su tutti i sistemi operativi.
Update: fermi tutti, colpo di coda cinese! Annunciato il promettente Final Combat, sparatutto a squadre che... ci sembra di aver già visto da qualche parte...

di Umberto Moioli PC Magazine #34

PC Magazine #34 World of Warcraft
Segnalando la conclusione dell'attuale stagione Arena, Blizzard ci avvisa gentilmente che la nuova patch è praticamente dietro l'angolo. Prevista per il 22 o il 28 Giugno, ancora non è chiaro, Rage of the Firelands introdurrà nel gioco l'omonima raid-instance Firelands, dominata dal redivivo Ragnaros, e un sacco di nuovi contenuti per giocatori di alto livello e non solo. PC Magazine #34 Per l'occasione, Blizzard ha rilasciato anche un trailer tutto incentrato sul famoso Thrall, il quale sarà coinvolto in un ciclo di quest che porterà allo stadio successivo la trama portante dell'espansione Cataclysm. Noi naturalmente vi parleremo in maniera esaustiva di questa patch con uno speciale dedicato, nel frattempo sappiate che se giocate quotidianamente World of Warcraft i vostri Valor Point stanno per fare una brutta fine. I devs hanno infatti comunicato i piani per questa importante currency: i Valor Point saranno infatti convertiti in Justice Point ma non oltre il limite consentito per quest'ultimi. In quel caso, infatti, i Valor Point in eccesso diventeranno denaro virtuale che troverete nella vostra cassetta delle lettere azerothiana. Fate bene i vostri conti, dunque.

Guild Wars 2
In una recente intervista di Gamerzines sono emersi alcuni gustosi dettagli su ciò che ci aspetta nell'attesissimo MMORPG di ArenaNet, sopratutto per quanto riguarda la trama del gioco. Elemento bistrattato da molti MMO che danno più importanza ai punti esperienza e alle ricompense che al background narrativo, in Guild Wars 2 la trama si svilupperà in un modo completamente originale e innovativo per il genere: Eric Flannum ha infatti affermato che il team ha deciso di non ricorrere all'abusatissimo sistema di quest multiple che caratterizza la concorrenza, optando invece per poche, incisive quest principali che comporranno la storia personale del giocatore, come se fosse la trama principale di un grande RPG single-player. PC Magazine #34 Alla creazione del personaggio alcune scelte costituiranno i retroscena del nostro alter-ego mentre altre decisioni compiute nel corso del gioco incideranno in modo inequivocabile sullo sviluppo della storia, portando a cambiamenti persistenti, ma non permanenti. Al sistema delle quest personali si associa inoltre quello degli eventi, che ricordano le Public Quest di Warhammer Online, ovvero eventi scriptati come l'assalto di un villaggio da parte di una banda di criminali, a cui tutti i giocatori possono partecipare. L'intervista menziona anche l'importanza dell'esplorazione nel gioco, che ricompenserà gli avventurieri più curiosi, e il corrente sviluppo di un sistema di companion-pet che Flannum definisce fin da ora innovativo e originale.

Rift: Planes of Telara
Sono passate soltanto alcune settimane dalla patch 1.2 ma i ragazzi di Trion Worlds si sono presentati all'E3 di Los Angeles con il client aggiornato alla versione 1.3. Intitolato Waves of Madness, questo imminente aggiornamento introdurrà un nuovo evento globale che coinvolgerà tutti gli avventurieri di Telara, introducendoli a una nuova raid-instance: i giocatori potranno infatti violare l'antica fortezza di Hammerknell, infestata da spiriti malefici che adesso tormentano le mura di questo dungeon inedito per venti giocatori. PC Magazine #34 Oltre a questi avversari eterei, i giocatori dovranno vedersela anche con il drago imprigionato nella fortezza che le forze del piano elementale dell'acqua stanno tentando di liberare. Insomma, i giocatori che hanno già raggiunto l'endgame di Rift saranno di nuovo messi alla prova dal 22 Giugno in poi con nuove sfide e, naturalmente, ricompense: la zona sarà divisa in tre aree e difesa da ben dieci boss nuovi di zecca. Naturalmente l'aggiornamento 1.3 non si limiterà ad aggiungere soltanto una nuova raid-instance, ma anche una serie di feature molto attese, tra le quali risaltano senz'altro la banca comune di gilda, svariati artefatti inediti da completare e un sistema gratuito di trasferimento da server a server.

Star Wars: The Old Republic
Il palcoscenico dell'E3 è stato un vero e proprio banco di prova per il MMORPG di BioWare che si è palesato nella sua più recente versione con tanto di interfaccia nuova di zecca e "cavalcature", per quanto così possano definirsi i congegni tecnologici dell'universo di Guerre Stellari. Se avete letto il nostro Provato avrete già una buona infarinatura di quanto ha offerto The Old Republic all'E3 per ciò che concerne gameplay e novità, ma la fiera si è sviluppata parallelamente ai consueti aggiornamenti del sito ufficiale che propone ora l'ultimo frammento della trilogia cinematica che fa da introduzione al gioco. Questa spettacolare cinematica, intitolata Return, sarà il vero e proprio filmato di apertura del gioco, mostrando per l'appunto il ritorno mozzafiato dei Sith sulla scena galattica. Oltre a questo, il sito ufficiale è stato aggiornato con un interessantissimo developer's walkthrough che mostra lo svolgimento di una quest ambientata su Tatooine, giocata in gruppo e dal punto di vista di un Sith Sorceror: il filmato svela alcune feature del gioco come i sistemi di spostamento e l'utilizzo dei companion, mostrando in dettaglio la meccanica della ruota delle risposte e l'enfasi riposta dagli sviluppatori sulla narrativa del gioco. PC Magazine #34 Un altro video ci mostra invece Eternity Vault, uno dei contenuti endgame che saranno presenti nel gioco: su World of Warcraft li chiameremmo raid ma qui parliamo di Operation. Numero di giocatori ancora incerto, meccaniche avvolte nel mistero, più che altro ci troviamo di fronte a un teaser che ci assicura della presenza di contenuti di alto livello già al lancio del gioco. Chiude il cerchio un filmato preparato appositamente per l'E3 che mostra un'ampia carrellata del gioco e delle sue caratteristiche principali. Il sito ufficiale presenta ora anche una pagina interattiva che consente di giocherellare con le combinazioni di classi, normali e avanzate, scoprendone peculiarità e tecniche speciali. Infine, la settimana dell'E3 è stata anche un'ottima occasione per presentare la partnership con Razer che ha portato alla progettazione di una serie di periferiche hardware concepite appositamente per The Old Republic: tastiera, mouse, tappetino e cuffie dal design avveniristico e personalizzabile con gli emblemi e i colori di Repubblica e Impero. Tutto molto bello ma, inutile dirlo, anche molto costoso: una vera chicca per i fan più sfegatati.

Il Signore degli Anelli Online
Rise of Isengard, la nuova espansione del MMORPG ispirato all'epopea tolkeniana, ha finalmente una data: dal 27 Settembre la Terra di Mezzo virtuale godrà dell'aggiunta di svariate nuove aree tra le quali spiccano indubbiamente Isengard stessa, la regione di Rohan e quella del Dunland. Il nuovo livello massimo sarà 75 e gli sviluppatori stanno già rifinendo i raid da ventiquattro giocatori che costituiranno il nuovo ciclo endgame. PC Magazine #34 Con l'annuncio della data definitiva, Turbine ha anche anticipato i bonus legati al pre-ordine dell'espansione, che includono un mantello, un titolo speciale, una cavalcatura e un bonus ai punti esperienza: questi goodies saranno disponibili nel gioco subito dopo l'acquisto. I pre-ordini si divideranno in tre edizioni (Base, Eroica e Leggendaria) e ogni versione include l'intera espansione e una diversa quantità crescente dei bonus suddetti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la pagina ufficiale dell'annuncio di Rise of Isengard.

EVE Online
Sarà la calura estiva o la mancanza di sesso, sta di fatto che ultimamente i famigerati hacker hanno davvero cominciato a rompere gli zebedei a tutto tondo, come dimostra l'attentato ai server di EVE Online. L'attacco è stato rivendicato tramite Twitter da un membro dello stesso gruppo responsabile del famigerato PSN Gate: secondo questo utente l'attacco è soltanto il primo di una serie che ha già messo fuori uso anche i server di Minecraft e il sito web della rivista The Escapist. PC Magazine #34 La risposta di CCP è stata fornita rapidamente tramite Facebook e Twitter: i servizi sono stati sospesi temporaneamente per investigare sull'accaduto e già nel giro di qualche ora sono stati ripristinati per la gioia di giocatori e utenti. Il team di CCP intanto continua a monitorare attentamente la situazione e per fortuna sembra che gli hacker non abbiano fatto breccia nell'infrastruttura della società e non abbiano quindi ottenuto alcuna informazione personale degli utenti.

Final Fantasy XIV
Chiudiamo questa doppia edizione di Expa che ti Passa con l'ennesima lettera del produttore Naoki Yoshida, indirizzata sopratutto allo zoccolo duro di superstiti che calca il suolo di Eorzea. Per una volta il buon Yoshida ha lasciato spazio ai fatti, più che alle parole, mostrando con un vero e proprio filmato i cambiamenti apportati al sistema di combattimento di Final Fantasy XIV con l'introduzione dell'attacco automatico. PC Magazine #34 Questa nuova componente dovrebbe rendere gli scontri un po' più coinvolgenti e dinamici, in realtà bene o male ci troviamo di fronte allo stesso ritmo di gioco e per fortuna lo stesso Yoshida si è reso conto che le meccaniche hanno bisogno ancora di qualche limatura, rimandando di conseguenza l'aggiornamento 1.18 del client. La patch verrà quindi applicata verso la fine di Giugno, piuttosto che a metà mese come precedentemente annunciato: si tratta senza dubbio di un passo avanti tangibile nel vero e proprio remake che il nuovo team di sviluppatori ha intenzione di operare sul MMO proposto lo scorso autunno da Square Enix.

di Christian La Via Colli

PC Magazine #34 E torna dopo l'E3 anche Assembla il tuo PC che, per essere onesti, non apporta novità significative se non qualche aggiustamento di prezzo. In compenso, avendo saltato una settimana, le configurazioni suggerite sono due, quelle di mezzo. Tra l'altro sul fronte schede video abbiamo deciso di non riportare un'alternativa che facciamo un po' di fatica a collocare: la GTX 560, una versione rivista e potenziata della GTX 460, è già disponibile da qualche settimana e, a seconda del modello, in grado di esprimersi con differenti performance che rendono difficile consigliarla senza entrare nello specifico di quello preso in considerazione. Alcune case ne vendono delle versioni a 150-160 euro che si avvicinano parecchio per risultati alla GTX 560Ti, rendendola molto appetibile e consigliando a chi fosse interessato di informarsi sui differenti modelli prima di scegliere. Comunque molte componenti delle due configurazioni sono intercambiabile e altri potrebbero essere sostituiti a seconda delle esigenze.

Computer da Gioco

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore
155€
Scheda Madre
110€
Scheda Video
190€
Ram
90€
Alimentatore
100€
Hard Disk
100€
Lettore-Masterizzatore Ottico
30€
Case
80€
Prezzo Computer da Gioco
855 Euro


Computer Entry Level

Componente
Caratteristiche
Prezzo
Processore
155€
Scheda Madre
75€
Scheda Video
120€
Ram
90€
Alimentatore
60€
Hard Disk
40€
Lettore-Masterizzatore Ottico
25€
Case
40€
Prezzo Computer Entry Level
605 Euro




di Umberto Moioli

PC Magazine #34 The Cat and the Coup

Ogni tanto anche i videogiochi riescono a stupire. The Cat and the Coup è un'opera d'arte, c'è poco da stare a discutere. Qualcuno non lo definirebbe neanche un videogioco, ma noi questo qualcuno lo lasciamo nella sua inconsistenza senza troppo rammarico. L'opera, realizzata da un gruppo di studenti dell'università di Los Angeles, capitanati da Peter Brinson e Kurosh ValaNejad, racconta con semplicità e bellezza un fatto storico determinante anche se poco conosciuto, che ancora oggi si riflette sugli equilibri geo-politici mondiali. Nel 1951 il Dr. Mohammed Mossadegh viene democraticamente eletto presidente dell'Iran. Tra i suoi atti più importanti ci fu la nazionalizzazione delle risorse petrolifere del paese, che fece infuriare gli Stati Uniti e l'Inghilterra.
PC Magazine #34 Nel 1953 la CIA finanziò e realizzò un colpo di stato in Iran, denominato Operazione Ajax (gli atti più biechi della storia hanno sempre dei nomi bellissimi), per portare al potere un regime autoritario favorevole all'occidente. Il Dr. Mohammed Mossadegh fu imprigionato e, dopo tre anni, mandato agli arresti domiciliari. Questo fatto fu determinante per l'evoluzione storica e politica del paese e portò alla rivoluzione islamica del 1979, con la presa del potere dei khomeinisti (scusate se semplifico troppo). Non vogliamo tediarvi oltre con la storia, ma per apprezzare questo piccolo gioiello bisogna conoscerne l'oggetto. È evidente che gli sviluppatori non vogliano parlare solo dei fatti del 1951, ma abbiano tentato di far comprendere come le attuali tensioni in medio oriente e, soprattutto, i rapporti conflittuali dell'occidente con l'Iran, siano il frutto di politiche dissennate attuate dall'occidente stesso negli anni della Guerra Fredda, politiche che di fatto hanno frenato l'evoluzione socio culturale di alcuni paesi, gettandoli nelle mani di dittature integraliste e corrotte, che oggi rappresentano una minaccia alla stabilità mondiale. Diciamo che The Cat and the Coup è l'altra faccia di Call of Duty, quella più vera, tragica e drammatica.
Il gioco in sé è una piccola avventura grafica che dura una ventina di minuti, dove il giocatore deve guidare un gatto nero e fargli compiere alcune azioni per far progredire la narrazione. Ogni evento storico viene raccontato all'interno di una stanza diversa, in una specie di lungo piano sequenza inframezzato da illustrazioni orientali di grande bellezza, legate al tessuto narrativo. Qualcuno di voi avrà notato che manca il voto alla fine dell'articolo. Beh, sinceramente in certi casi non ha proprio senso ragionare in termini di voti. Quelli vanno bene per i giochi di propaganda.

di Simone Tagliaferri

Titolo: The Cat and the Coup
Sviluppatore: Peter Brinson e Kurosh ValaNejad
Distribuzione: Freeware (lo trovate gratis anche su Steam)
Sito di riferimento: Link
Download: Link
Da sapere per giocare al meglio: Il gioco è compatibile anche con i Mac.

PC Magazine #34
Le previsioni sballate di Acer
PC Magazine #34 Acer si ritrova con i magazzini pieni di tablet e di notebook e la situazione non si normalizzerà prima di un mese. Durante questo periodo l'azienda dovrà fronteggiare un ammanco di 150 milioni di dollari che porteranno al licenziamento di 300 persone in Europa. Le cause si celano dietro previsioni troppo ottimistiche che l'anno scorso paventavano la crescita del 25% del mercato dei PC portatili e stimavano che il mercato tablet avrebbe superato i 5 milioni di pezzi. Ma per quest'ultimo, tra la concorrenza dell'iPad e le flessioni del mercato Europeo, le previsioni di vendita sono scese addirittura a 2.5 milioni di unità.

PhysX 3.0
PC Magazine #34 L'SDK della versione 3.0 di PhysX, che è stato rilasciato da Nvidia nei giorni passati, include il supporto per le CPU multi-core e migliora sia la gestione della fisica che quella dei dati. Questa nuova versione è in lavorazione da ben 3 anni, necessita almeno di una GeForce dedicata della serie 8 per funzionare e promette finalmente di rendere efficace e funzionale l'engine fisico creato da Ageia. Al di fuori dell'ambito PC la tecnologia PhysX 3.0 può essere impiegata su Xbox 360, PS3, OS X, Linux e Android.

Trinity - Il futuro delle APU secondo AMD
PC Magazine #34 AMD ha svelato alcune specifiche di Trinity, l'APU che sostituirà la tecnologia LLano nel 2012. A questo giro però l'obiettivo non saranno solo i consumi e l'ottimizzazione ma anche la potenza. Trinity compirà infatti un balzo prestazionale del 50% in termini di performance di calcolo grazie alle capacità dell'architettura Bulldozer. Una cifra che, assicura AMD, è stata estrapolata da test effettivi e non da calcoli teorici. Ma non è finita qui, infatti la GPU integrata dovrebbe avere una prestazioni analoghe a quelle di un Radeon HD 6850 elevando non poco le capacità in termini di videogaming e grafica dei computer che monteranno Trinity.

Nvidia si espande
PC Magazine #34 Con un esborso di 367 milioni di dollari Nvidia ha completato l'acquisizione di Icera, azienda leader nel settore dei modem 3G e 4G per smartphone e tablet. La mossa ovviamente è funzionale all'allargamento della compagnia nel settore mobile visto che da ora in poi Nvidia potrà offrire pacchetti completi composti da chip Tegra e chip baseband per le comunicazioni. Insomma, l'azienda californiana ha scelto una strada alternativa per combattere l'avanzata di Intel e AMD nell'attesa di avere APU e grafica integrata capaci di fronteggiare Sandy Bridge e Fusion. D'altronde queste due tecnologie con grafica integrata tagliano fuori la leader delle GPU discrete da una buona fetta del mercato di fascia media.

AMD Catalyst 11.6
PC Magazine #34 AMD ha rilasciato la nuova versione dei suoi driver che includono la tecnologia AMD Steady Video che stabilizza automaticamente le oscillazioni e le vibrazioni presenti nei video catturati con telecamere manuali o comunque instabili per qualsivoglia motivo. Per godere della nuova tecnologia AMD è necessario possedere una Radeon HD della serie 6000 combinata con una CPU appartenente alle serie A8, A6, A4, E-450 o E-300. AMD Steady Video funziona con Adobe Flash player, Windows Media player, Cyberlink PowerDVD, Corel Win DVD, ArcSoft TotalMedia Theater e anche con i video caricati su Youtube. Per quanto riguarda il miglioramento delle performance i Catalyst 11.6 incrementano le performance delle Radeon HD 6800 e 6900 con diversi titoli quando Filtro Anisotropico e Anti-Aliasing sono attivati. Dirt 2 è più fluido del 5% (con le configurazioni a singola GPU), F1 2010 guadagna il 7% e Crysis Warhead migliora del 6%.

AMD verso i 28 nanometri
PC Magazine #34 In chiusura ci troviamo a parlare ancora una volta di AMD che sta recuperando terreno su Intel se non altro in termini di miniaturizzazione dei processi produttivi. L'azienda ha infatti svelato che nel 2012 passerà alla tecnologia a 28 nanometri almeno per quanto riguarda i prodotti per la fascia bassa e per i notebook. Le nuove soluzioni si chiameranno Krishna e Wichita, saranno della famiglia Bobcat e avranno da 1 a 4 core. Ovviamente questo primo passo aprirà la strada verso i nuovi processi produttivi a tutti i prodotti AMD, ma basterà a mantenere l'azienda competitiva? Beh, al momento molto dipende dalle performance dei transistor Tri-Gate di Intel che, almeno su carta, promettono un salto in avanti importantissimo nel mondo dei processori.

di Mattia Armani

PC Magazine #34 Crusader: No Remorse

Ognuno di noi ha nel cuore qualche vecchio videogioco che, quando gli ricapita sotto gli occhi, lo fa gridare: "Cavolo, no! Cioè: sì! Quello era, voglio dire, uau!". Ecco, Crusader: No Remorse è senza dubbio tra quel genere di titoli in grado di suscitare reazioni scomposte di giubilo, seguite da qualche impropero verso un DLC a caso, e destinate a scivolare nella depressione post-ricordo dei bei tempi andati, quando le schede grafiche avevano cuore. E parlando di quello che si vede sullo schermo, Crusader è ancora fantastico: personaggi dettagliati e nitidi, esplosioni ed effetti speciali prodotti da una SVGA furiosamente in forma, ambienti ricchi di elementi e devastabili in più modi. E naturalmente giocando si odono colpi di arma da fuoco e grida di soldati straziati, il tutto accompagnato da una colonna sonora solenne e pomposa che accompagna la nostra vendicativa missione. PC Magazine #34 In Crusader vestiamo infatti i panni di Silencer, un ex soldato di élite che, dopo avere assistito alla distruzione della propria unità da parte dei suoi capi del World Economic Consortium, decide di passare dall'altra parte della barricata e darsi a un giorno di ordinaria follia intergalattico. Dal giorno della diserzione in avanti ci troviamo a dover portare a termine missioni di vario genere: sabotaggio, omicidio mirato, salvataggio di un ostaggio ecc. Tra noi e il nostro obiettivo si schiera però un esercito di nemici composto da mercenari al soldo del WEC, robot da guerra, soldati in armatura pesante e molti altri infidi avversari. Tutti determinati e pericolosi, ma per fortuna vulnerabili. E che a seconda dell'arma che usiamo per farli fuori, ci premiano con un'animazione di morte diversa, alcune delle quali davvero brutali e sanguinolente. Inoltre sono così generosi da lasciarci crediti spendibili per migliorare il nostro equipaggiamento. La parte più interessante di questo shooter rimane però la libertà d'azione che concede al giocatore. L'obiettivo di ogni missione è chiaro e semplice, ma possiamo raggiungerlo in molti modi diversi: entrando nelle stanze e sparando come cowboy o scegliendo un corso d'azione più sottile, come l'uso di bombe telecomandate, mine piazzate in punti strategici, sabotaggi di teletrasporti e molto altro ancora. Crusader: No Remorse è uno di quei rari giochi senza sbavature, unico e un po' sottovalutato. Non fate l'errore di passare oltre senza fermarvi a provarlo. È scavando che si scoprono i diamanti.

di Andrea Rubbini

Titolo: Crusader: No Remorse
Linea: GOG
Prezzo: 5.99$
Storico: Nulla di rilevante da segnalare.
Voto originale Multiplayer.it: N/D