Microsoft assume ex dipendenti di OnLive  11

Anche a Redmond c'è odore di Cloud gaming

La recente ristrutturazione di OnLive, con vendita a una nuova società, ha comportato il licenziamento di metà dello staff. A quanto pare ne sta approfittando Microsoft che sta assumendo, tramite EventBrite, ex-dipendenti della piattaforma di videogiochi in streaming per metterli al lavoro sulla nuova Xbox.

Il comunicato ufficiale parla di generici nuovi prodotti e servizi, ma non è difficile immaginare che anche Microsoft, come Sony con l'acquisizione di Gaikai, stia cercando di aprirsi un varco nel mercato del cloud gaming assumendo persone già specializzate in questo campo.

In effetti la crisi di OnLive, che a quanto pare Microsoft voleva acquisire nel 2010, potrebbe tornare comoda alla casa di Redmond, che si ritroverà personale specializzato in un settore chiave senza dover acquisire un intera società.

Fonte: Games Industry