Bandai NamcoBandai Namco annuncia Rescue PAC-MAN!, un nuovo gioco per la piattaforma Jibo 

Arriva il robottino tuttofare

Bandai Namco e Jibo hanno raggiunto un accordo di collaborazione per portare uno dei franchise più celebri della casa nipponica sull'innovativo robottino tuttofare.

Jibo rappresenta una nuova piattaforma multimediale interattiva domestica e ridefinirà il modo in cui le famiglie consumano ed interagiscono con i contenuti. Come innovatrice nel settore dell'entertainment e alla ricerca costante di nuove esperienze per i suoi clienti, BANDAI NAMCO Entertainment Europe S.A.S. ha scelto di esplorare Jibo come nuova piattaforma per lo sviluppo dei suoi contenuti interattivi.

"Jibo porterà in vita i nostri contenuti e offrirà un'esperienza personalizzata, e crediamo che rappresenti uno sguardo verso il futuro dell'intrattenimento domestico" ha affermato David Aubert, Direttore di MIS e Project Leader di BANDAI NAMCO Entertainment Europe S.A.S. "Il nostro obiettivo è rimanere all'avanguardia per quanto riguarda le piattaforme che coinvolgono e intrattengono i consumatori. Insieme a Jibo possiamo evolvere l'esperienza di gioco e raggiungere un nuovo livello di interazione con i giochi più classici che hanno conquistato diverse generazioni."

Il primo gioco interattivo sulla piattaforma di intrattenimento di Jibo sarà una reincarnazione di PAC-MAN®, conosciuta come "Rescue PAC-MAN! ™", firmata da BANDAI NAMCO Entertainment. Il gioco riunirà tutti i membri della famiglia in una battaglia interattiva per liberare PAC-MAN dalle grinfie dei fantasmi malvagi, attraverso l'attivazione di Jibo.

"La nostra partnership con BANDAI NAMCO Entertainment Europe S.A.S. mostra la promessa di Jibo di offrire interattività e personalizzazione come nessun'altra piattaforma" ha affermato Steve Chambers, CEO "Siamo entusiasti di collaborare con gli sviluppatori che hanno reso PAC-MAN un nome conosciuto da tutti, per annunciare l'era di una nuova esperienza di gioco più ricca ed interattiva, possibile solo grazie alla robotica sociale."


TI POTREBBE INTERESSARE