Multiplayer.itSette giorni di notizie 

Gran Turismo ha fatto parlare di sè

Nell'ultima settimana sono state molte le notizie che vi abbiamo riportato, ma alcune più di altre hanno saputo attirare la nostra (e vostra) attenzione. In particolare (e non per la prima volta) a far parlare di sè è stato Gran Turismo 5 che in più di un'occasione ci ha fatto consumare i tasti delle nostre tastiere. La prima volta che ne abbiamo parlato, nella settimana passata, è stato per l'annuncio da parte di SCEE del superamento del tetto di un milione di download per la sua demo, la ben nota GT Academy, che permette di testare il gioco in time trial con due vetture, una originale ed una modificata.
Ma la notizia di maggior rilievo per l'atteso (fin da troppo) simulatore di guida di Poliphony Digital è stata quella del rinvio sulla sua data di uscita per quanto riguarda il territorio giapponese, che ha gettato nello sconforto tutti i fan che già da lungo tempo chiedevano a gran voce l'annuncio di una data europea, annuncio ancora "in mens Dei", di cui per il momento non si ha ancora nessuna traccia. Sette giorni di notizie Anche se Sony cerca di tranquillizzare, affermando che il ritardo giapponese non ha nessuna influenza sulla data prevista per l'Occidente, Kazunori Yamauchi infierisce rivelando che il gioco, in effetti, sia completo solo al 90% e quindi ancora in lavorazione attiva. A sviluppo completato sarà poi necessario fare il consueto bug testing e completare le ultime rifiniture e controlli ed il motivo del rinvio potrebbe essere proprio un ritardo sui previsti tempi di marcia. Consolatevi, però: Yamauchi afferma anche che il gioco sfrutti PS3 all'80%, spingendono di parecchio, quindi, le possibilità hardware. Più o meno quanto Uncharted 2, che per il momento è graficamente uno dei titoli di punta dell'attuale generazione di videoludica. Speriamo di poterlo con i nostri occhi in tempi il più possibile ristretti.

Ma se GT5 è stato innegabile protagonista delle news della settimana passata, non è certo stata l'unica highlight. A far parlare di sè in termini entusiastici è stato infatti anche Heavy Rain, che mentre si avvicina alla sua data di rilascio, prevista per il prossimo 24 febbraio in Europa, comincia a sparare le sue cartucce più importanti per lavorare sulle aspettative dei suoi potenziali utenti. Sette giorni di notizie Un responsabile di Sony, durante il CES 2010, ha infatti affermato addirittura che il gioco "spazzerà via Uncharted 2", anche se sottolineando naturalmente che un paragone diretto fra i due titoli sia impossibile, data la loro diversa natura, ma in ogni caso puntando su grafica ed ambientazioni di altissimo coinvolgimento, soprattutto emotivo.
Non mancano le notizie più concrete per il gioco, come ad esempio l'annuncio dei contenuti dell'edizione da collezione che comprende fra le altre cose un codice per i DLC ed un origami insanguinato che è simbolo del gioco. Sony e Quantic Dream ne hanno anche varato un sito ufficiale, al cui interno fra le altre cose troviamo un minigioco via browser che ci prepara alle atmosfere dell'adventure.

E mentre i giocatori giapponesi si godono Final Fantasy XIII e noi occidentali guardiamo verso di loro per comprendere la reale qualità ed attrattiva di un titolo che non può non essere considerato uno dei più importanti dell'anno, si è tornato a parlare Sette giorni di notizie di uno dei particolari forse di maggior rilievo di questa tredicesima fantasia finale: il fatto che venga rilasciato anche su Xbox 360. Essendo però il gioco esclusiva per PS3 solo in Giappone, uno degli interrogativi non svelati è quello relativo alle possibili differenze fra le due versioni, anche a causa dei diversi supporti su cui verrà rilasciato, Blu-Ray e DVD. Toriyama, direttore del gioco, questa settimana ha voluto rivelare che la versione occidentale sia ormai stata completata e 1Up ne ha testato una build preliminare. Attraverso quest'ultimo test i suoi redattori hanno stabilito che non ci siano praticamente differenze alcune che meritino rilievo fra le versioni per PS3 ed Xbox 360, confermando così da fonte neutrale che i giocatori su console Microsoft o Sony potranno godere dell'identica esperienza di gioco.

Ultima menzione fra le news della settimana è quella relativa al terzo capitolo di Assassin's Creed, che sembra avere ogni migliore intenzione di uscire entro il 2010. Sette giorni di notizie Lo conferma Ubisoft stessa, che cogliendo l'occasione per l'annuncio dei sei milioni di copie vendute dal secondo capitolo rivela che Assassin's Creed III uscirà entro l'anno fiscale dell'azienda. Che termina a marzo 2011, certamente, ma che lascia supporre in ogni caso un lancio per la prossima stagione natalizia. E nel frattempo si apprende anche che potremmo trovarci di fronte ad un vero e proprio sequel, con protagonista ancora Ezio Auditore impegnato nelle vicende direttamente successive a quelle che vediamo terminare nel secondo capitolo del gioco.
E con questo vi auguriamo buona domenica, e vi lasciamo a chiedervi cosa avremo da raccontarvi durante la settimana entrante.

TI POTREBBE INTERESSARE