Periferiche WiiNintendo rifiuta l’idea che le console stiano morendo 

C'è ancora futuro nei nostri salotti

L'antefatto: per Fox News è quasi arrivata la fine delle console casalinghe. La prova? Il videogiocatore Mark Ormond che ormai gioca più con l'iPhone che con il Wii e l'Xbox 360.

Per Ormond le console sono un fatto del passato e pagare 50-60$ per l'ennesimo sequel dello stesso gioco da far girare su una macchina che costra 300$ è un anacronismo in confronto ad avere esperienze di gioco sempre nuove, in meno tempo e per meno soldi su macchine che si utilizzano molto di più.

Insomma, l'iPhone avrebbe ucciso le console.

Non la pensa allo stesso modo Nintendo che, per voce del direttore dei PR Marc Franklin, afferma che le console casalinghe propongono giochi con un impatto ben differente rispetto a quello dei device portatili, visto che vengono fatti girare su schermi molto grossi dentro casa.

Inoltre, a differenza delle varie periferiche portatili, console come Wii possono unire le persone e farle giocare insieme in modo più diretto.

Chi avrà ragione? Solo il tempo potrà dircelo.

Fonte: Eurogamer.net

TI POTREBBE INTERESSARE