8.7

Redazione

8.2

Lettori (22)


  • 34
  • 6
  • 12
  • 14

Assassin's Creed IV: Black FlagAll’arrembaggio di Wii U 102

L'avventura di Edward Kenway approda sulla console Nintendo: riuscirà a portarsi a casa il bottino?

Anche se accompagnato da un vago alone di scetticismo per colpa delle critiche ricevute dal terzo capitolo della saga, Assassin's Creed IV: Black Flag si è comportato decisamente bene al momento della sua uscita, raccogliendo proseliti tra pubblico e stampa specializzata e dimostrandosi anche uno dei prodotti cross-gen che meglio si sono saputi adattare alla tecnologia dei nuovi hardware Microsoft e Sony, mettendo in mostra preziosismi grafici che le "vecchie" piattaforme semplicemente non avrebbero potuto gestire. All'appello mancava però ancora la versione Wii U, attesa al varco da tanti curiosi per verificare a quale delle due generazioni di console si sarebbe avvicinata di più dal punto di vista tecnico. Ora che abbiamo potuto testarla a fondo, ecco le nostre opinioni a riguardo...

Pur rimanendo un ottimo gioco, Assassin's Creed IV: Black Flag su Wii U è la versione meno riuscita

Sono un pirata ed un signore

Dal punto di vista strettamente contenutistico, questa versione Wii U di Assassin's Cred IV: Black Flag è identica in tutto e per tutto all'offerta per le altre piattaforme, pertanto vi rimandiamo alla nostra precedente recensione per conoscere ogni dettaglio dell'ultimo nato della saga Ubisoft. In questa sede ci concentreremo com'è consuetudine sulle caratteristiche del porting in senso stretto, analizzando nel particolare le differenze che emergono sotto il profilo tecnico e dei controlli. All’arrembaggio di Wii U Va premesso che, come rivelato recentemente dalla stessa software house francese, la versione Wii U parte con lo spiacevole handicap causato dall'essere l'unica release che non potrà godere dei futuri contenuti aggiuntivi rilasciati tramite DLC: un elemento la cui incidenza è indubbiamente molto variabile tra un giocatore e l'altro, ma che di fatto priva il prodotto di una carta con cui giocarsi il confronto con le altre piattaforme. Pur sforzandosi di mettersi in cuore il pace per l'ennesima decisione penalizzante, un utente Nintendo che decidesse di acquistare Assassin's Cred IV: Black Flag si troverebbe comunque di fronte un prodotto che graficamente non rispecchia il divario fra l'hardware di Wii U e quello delle console della passata generazione. Al netto di una resa cosmetica distinguibile per leggerissimi dettagli dalle versioni Xbox 360 e PlayStation 3, il gioco appare qui appesantito da un frame rate che si attesta praticamente sempre sotto la soglia dei 30 frame al secondo, perdendo ulteriori colpi quando la situazione si fa più concitata, specialmente nelle fasi di combattimento. Non che il titolo fosse esente da simili problemi sulle piattaforme citate in precedenza (tutt'altro), ma in un confronto diretto Assassin's Cred IV: Black Flag su Wii U risulta senz'altro meno fluido, con conseguenze che talvolta investono marginalmente anche il gameplay quando un calo del frame rate non consente di eseguire l'azione desiderata con la dovuta prontezza, eventualità che può manifestarsi principalmente durante la corsa acrobatica.  All’arrembaggio di Wii U Cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno, bisogna dire che l'hardware Nintendo riesce a mettere a segno qualche colpo, specialmente per ciò che concerne la definizione delle texture, che in alcuni casi appare più definita rispetto a quanto visto nelle versioni concorrenti: posto che si tratta di piccolezze che non coinvolgono nemmeno l'intero comparto grafico del titolo - e che è più facile cogliere durante le sequenze d'intermezzo piuttosto che nel corso dell'azione ludica vera e propria - si può comunque parlare di un moderato contraltare alle problematiche di frame rate espresse poco sopra. Lasciando perdere per un attimo i parallelismi con le altre piattaforme, Assassin's Creed IV: Black Flag rimane comunque un gioco molto bello da vedere, capace di mettere in scena una grande varietà di ambientazioni e di toccare notevoli vette di spettacolarità specialmente durante le esaltanti battaglie navali.
Assassin's Creed IV: Black Flag - Il trailer con le citazioni della stampa Assassin's Creed IV: Black Flag - Il trailer con le citazioni della stampa

I veri assassini non usano il touchscreen

Per quanto sottoposto a varie migliorie e modifiche nel passaggio da un capitolo all'altro, il sistema di controllo sviluppato da Ubisoft è ancora lontano dalla perfezione assoluta, e quindi anche in Assassin's Cred IV: Black Flag per Wii U gestire i movimenti di Edward è un'operazione sì agevole ma che lascia di tanto in tanto spazio a qualche mugugno per comandi che non vengono interpretati alla perfezione dal personaggio su schermo. Sotto questo profilo siamo dunque dalle stesse parti delle performance verificate sulle altre piattaforme, mentre grazie al Gamepad era lecito aspettarsi qualche integrazione di rilievo delegata al touchscreen: un desiderio che è stato esaudito solo in parte da Ubisoft, che ha preferito non calcare la mano utilizzando il secondo schermo come mera estensione dell'interfaccia di gioco. All’arrembaggio di Wii U Selezionando la configurazione di default, gran parte della superficie del display del controller viene occupata dalla mappa, contornata dagli indicatori relativi alla salute ed al grado di notorietà di Edward, alla quantità di denaro disponibile ed all'equipaggiamento impugnato in quel momento. Spiace notare come l'interazione con il touch screen sia ridotta davvero al minimo sindacale, potendo contare solo sulla funzione di zoom e su un paio di tasti virtuali che occasionalmente evitano di dover interrompere l'azione di gioco per accedere a determinati contenuti. Peccato, perché lo spazio di manovra c'era eccome: sarebbe bastato delegare al Gamepad tutte le funzioni dei menu (cambio di equipaggiamento, crafting, lettura di documenti eccetera eccetera) per rendere più piacevole e fluido lo svolgimento dell'avventura, ma tant'è. E' invece contemplata la possibilità di eliminare del tutto l'HUD sullo schermo della TV per sfruttare solo quello presente sul touch screen, una soluzione però non particolarmente comoda che costringe a dover rivolgersi con eccessiva frequenza al display del controller. Presente infine la sempre gradita opzione che consente di giocare direttamente sul Gamepad: in questo caso bisogna fare i conti con scritte ed indicatori che diventano davvero microscopici, ottenendo però in cambio un'ottima resa visiva che riesce a mitigare l'effetto di aliasing, donando alla grafica del gioco un aspetto vagamente più morbido.

Come già accaduto per diversi altri titoli multipiattaforma, dispiace notare che anche per Assassin's Cred IV: Black Flag vale la triste regola che vede la versione Wii U un gradino sotto a tutte le altre. Quella che nelle intenzioni di Ubisoft doveva imporsi come una salomonica via di mezzo tra la vecchia e la nuova generazione di console dimostra in realtà qualche impaccio tecnico di troppo che la fa scivolare irrimediabilmente in fondo al gruppo. Aggiungiamo al tutto uno sfruttamento solo marginale del Gamepad e la già nota questione circa i futuri DLC che non verranno rilasciati sulla console Nintendo e risulta evidente come Assassin's Creed IV: Black Flag rimanga un ottimo titolo, che però consigliamo di acquistare per Wii U solo a chi non avesse possibilità di goderselo su altre piattaforme.

Fabio Palmisano

Pro

  • Uno dei migliori capitoli della saga
  • Grande quantità di contenuti
  • Meglio delle versioni PlayStation 3 e Xbox 360 in qualche dettaglio...

Contro

  • ...ma il frame rate è decisamente inferiore
  • Gamepad sfruttato al minimo sindacale
  • I DLC non verranno rilasciati su Wii U