Manli Radeon HD 5870  43

Finalmente abbiamo potuto provare con mano la nuova RADEON HD 5870, testa di serie delle schede a singolo processore ATI.

L'elegante valigetta di cartone che contraddistingue i prodotti Manli - gentilmente offerta in prova da CyberMedia Marketing - contiene scheda, bridge crossfire, drivers e l'immancabile adattatore DMI-VGA. La Radeon HD 5870 è racchiusa in un guscio piuttosto solido e pesa, ovviamente, come un macigno. I connettori ausiliari per l'energia sono situati vicino alla coda ma, a differenza di quanto è capitato con molte schede ATI, si trovano sulla schiena della scheda e sono decisamente comodi da raggiungere.

ATI ha scelto di mantenere il bus a 256 bit abbinandolo alla consueta memoria GDDR5 che consente di raddoppiare il flusso di dati rispetto alla GDDR3. Un solo gigabyte per questa 5870 che viene però lanciato a ben 1200 Mhz di frequenza base che si traducono in 4800 Mhz effettivi. Il processo produttivo è a 40 nanometri e si sente a partire dal consumo contenuto che si ferma a 170W. La scheda, sotto stress intensivo e con la ventola al 22 percento di potenza, non supera mai i 70 gradi centigradi e si attesta intorno ai 66 sotto sforzo e circa 40 a riposo.


GeForce GTX 275
RADEON 4870 EAH4870x2
RADEON HD5870
GPU/TRANSISTORS
GT200b 55nm / 1.400 milioni
RV770 55nm / 956 milioni
RV770 x 2  55nm/ 956 x 2 milioni
RV870 40nm / 2.100 milioni
CLOCK GPU/MEMORIA
633MHz / 1134 x 2 MHz
750MHz / 900 x 4 MHz
790MHz / 915 x 4 MHz
850MHz /1200 x 4 MHz
MEMORIA
896MB GDDR3
512MB GDDR5
2048MB GDDR5
1024MB GDDR5
PIXEL FILL RATE
17,7 GPixels/sec
12 GPixels/sec
25,3 GPixels/sec
27,2 GPixels/sec
TEXTURE FILL RATE
50,6 GTexels/sec
30 GTexels/sec
63,2 GTexels/sec
68 GTexels/sec
POTENZA CALCOLO
1 Tflops
1.2 Tflops
2,4 TFlops
2,72 TFlops
BUS/BANDA MEMORIA
448 bit / 127 GB
256 bit / 115,2 GB
256 x 2 bit / 115,2 x2 GB
256 bit / 153,6 GB
CONSUMO
219
150
249
188

Una scheda Full HD

Le DirectX 11 mirano a migliorare la qualità dell'immagine rifinendo gli oggetti e aumentando il dettaglio di ombre, luci e modelli. Utilizzare una risoluzione troppo bassa eliminerebbe gran parte dei vantaggi portati dalle nuove librerie Microsoft e renderebbe inutili le rifiniture legate alla pulizia dell'immagine. La risoluzione di riferimento è dunque diventata quella che saltella sulla bocca di tutti in questo inizio millennio.

Quel full HD che in termini numerici risponde al 1920x1080 e che persino le console di questa generazione hanno inseguito strenuamente. Ma la scelta di mantenere il bus a 256bit e di dotare la Radeon HD 5870 di un solo gigabyte di memoria indica la volontà di non andare oltre. Infatti, al contrario della 5970, questa ATI è una scheda mainstream che mira ad entrare nelle case di chi si "accontenta" di un monitor a 24 pollici e non possiede alimentatori industriali. Insomma la chiave di lettura è quella dell'ottimizzazione, energetica e monetaria, con l'intento di adattarsi al maggior numero di configurazioni hardware possibili. Purtroppo l'ottimizzazione nei costi di produzione questa volta non si è riflessa nei prezzi di listino. ATI, in anticipo su Nvidia e sotto Natale, non ha resistito alla tentazione di alzare i prezzi. Ben 400 euro per la 5870 sono sembrati un pò troppi a un'utenza abituata a valori che solitamente sono inferiori di un centinaio di euro.

Far Cry 2

Come al solito i benchmarks sono presi solo durante le fasi di azione. Il risultato è più basso della media reale ma descrive le prestazioni durante le fasi in cui il framerate è fondamentale.

Infatti durante le fasi di esplorazione Far Cry 2 arriva a toccare i 60 frame persino in 2560x1600, per poi scendere al di sotto dei 40 quando la situazione si scalda. La scheda comunque si comporta bene e non si verificano crolli di framerate come accade con la 4870x2 anche se quest'ultima in termini di framerate medio resta appena sopra nonostante la potenza nominale della 5870 sia maggiore. Inutile dire che la 5870 ha ancora ampi margini di miglioramento e che comunque un framerate più stabile consente un'esperienza di gioco migliore.


Crysis Warhead

La nemesi delle schede video moderne resiste ancora, dopo ben 3 generazioni di hardware. Certo, c'è da sottolineare che Crysis non è ottimizzato per le schede ATI ed è ancora il titolo graficamente più massiccio del panorama ludico.

Eppure in questo caso la superiorità della 5870 si fa sentire e le limitazioni dovute ai 256bit di bus e al solo giga di memoria si presentano solo puntando a 2560x1600. A questa risoluzione i limiti della scheda sono infatti evidenti, con un netto recupero della 4870x2 che arriva quasi a pareggiare i conti nonostante il supporto non ottimo e una potenza nominale inferiore. Il risultato è comunque notevole. Portando l'antialiasing a 4x Crysis è finalmente giocabile in 1920x1080, a 30 frame per secondo, su una scheda a singolo processore.

Company Of Heroes

Un titolo ancorato saldamente alle DirectX 9 che non ha mai digerito le schede ATI e che continua a dare problemi. Non che servano 150 frame per secondo per giocare al titolo targato Relic ma di certo non fa piacere vedere una scheda da 400 euro tallonata da una che ne costa 200.

Per fortuna questo capita solo in 1280x1024. Già in 1920x1080 la scheda comincia a mostrare i muscoli. E il lieve miglioramento diventa uno stacco netto alla risoluzione di 2560x1600 che vede le altre schede mollare la presa. Due gigabytes di video ram in questo caso non servono a nulla e anche la 4870x2, dovendo contare solo sulla potenza delle sue due GPU, non riesce a tenere il passo della 5870.

Dirt 2

Dirt 2 vede la 5870 superata da una "vecchia" 275? Beh in un certo senso si, ma la prima si muove in ambiente DX11 mentre la seconda è rimasta alle librerie DX9. Dirt 2 ci da la conferma che gestire le DirectX 11 è un compito piuttosto pesante,

tanto che le prestazioni della 5870 aumentano di circa il 50 percento disabilitando le features introdotte dalle nuove librerie Microsoft. Le DirectX 11 intervengono infatti sia sulla definizione degli effetti luce, sia sulle ombre, sia sul dettaglio dell'immagine. Certo il colpo d'occhio tra le due versioni non è poi così differente ma il racing di Codemasters non è il titolo più adatto a mostrarci l'aumento di dettaglio nell'immagine. Troppo post processing e troppa velocità ci lasciano apprezzare solo l'acqua che invece compie un balzo in avanti notevole. Un assaggio quindi, ma quanto basta per sapere che almeno queste librerie possono essere sfruttate in tempi brevi al contrario di quanto è successo con le DirectX 10.

Sistema di prova



  • Hardware: RAM 3x2 Kingston DDR3 1600, scheda madre P6T Deluxe v2 X58,
    processore Core i7 920, alimentatore CM 900W, case CM HAF con 3 ventole di deflusso.
  • Software: Windows 7 64 bit, ATI Catalyst 9.11, Nvidia Forceware 195.62.
  • Parametri: filtro anisotropico e opzioni grafiche al massimo consentito, nessun overclock e nessuna alterazione nei files di configurazione ne dei giochi ne del sistema operativo.
  • Risoluzioni: più diffusa 1280x1024, in forte diffusione 1920x1080,
    stress test 2560x1600.

La Radeon HD 5870 è la scheda a singolo processore più veloce del mercato. Tiene quasi testa alla GTX 295 pur consumando notevolmente meno, sembra non soffrire troppo il singolo giga di ram lanciandolo a frequenze elevatissime e ovviamente supporta pienamente le DirectX 11. Purtroppo le nuove librerie sono ancora acerbe e i risultati sono ancora poco visibili, certamente percepibili ma troppo esigui in relazione all'effettivo miglioramento che portano all'immagine. Eppure i miglioramenti ci sono. I modelli sono più morbidi, le linee sono più definite e la tessellation funziona, anche se per ora il tutto è evidente solo sull'acqua di Dirt 2. Da un lato quindi possiamo guardare ottimisticamente un investimento in ottica DirectX 11 ma dall'altro lato dobbiamo considerare che sul mercato ci sono ancora pochi titoli che valgono il passaggio alla nuova tecnologia e 400 euro sono parecchi considerando che ci sono schede da 70 euro in grado di gestire quasi tutti i titoli odierni. Inoltre all'orizzonte si profila la sagoma della GTX 380 Nvidia che promette di scombussolare nuovamente il mercato. Potrebbe quindi essere troppo presto per buttarsi nella nuova generazione hardware, ma se volete piazzare per forza una scheda video sotto l'albero di Natale la 5870 potrebbe essere la scelta giusta.

PRO

  • Prestazioni discrete
  • Basso consumo
  • Silenziosa

CONTRO

  • Non troppo economica
  • Un solo giga di memoria
  • Pochi titoli DX11