Coast CruiserCoast Cruiser 

Se c'è una cosa bella dei giochi di corse con ambientazione urbana, è godersi il paesaggio. Coast Cruiser, il nuovo titolo di Fishlabs, ci dà proprio quest'opportunità: a bordo di un bolide, dovremo gareggiare all'interno di prove a tempo che si svolgono sulle strade di una bellissima località marittima chiamata "Riviera". Così, tra una derapata e l'altra, potremo perderci osservando l'oceano e il cielo...

L'introduzione della grafica poligonale nel mobile gaming è cosa recente, legata più che altro ai terminali di fascia alta, eppure già si sono raggiunti risultati di tutto rispetto. Nella fattispecie, ci sono team di sviluppo come i tedeschi Fishlabs che si trovano a proprio agio con questo tipo di grafica e hanno realizzato dei motori molto potenti, in grado non solo di muovere un buon numero di poligoni, ma di farlo anche mantenendo una fluidità finora piuttosto rara da trovare in un videogame per cellulare. Reduci dall'esperienza "acquatica" maturata con Powerboat Challenge, si misurano ancora una volta con il tema delle corse ma scelgono un ambito più classico, quello della strada e delle quattro ruote, con la particolarità di uno scenario suggestivo.

Coast Cruiser, diciamolo subito, è un gioco di corse molto particolare. Ci dà la possibilità di regolare diversi parametri, tipo la rotazione dello schermo (è possibile giocare con il cellulare messo di lato, dunque con lo schermo in 4:3), la presenza o meno dell'audio e della vibrazione, dopodiché ci butta nell'unica modalità disponibile, ovvero una sequenza di time attack in cui bisogna centrare un determinato tempo su ognuno dei sei tracciati presenti per sbloccarli man mano. Mancano le corse vere e proprie, mancano gli avversari e ci si sente un po' soli... ma la cosa va intesa anche diversamente, se vogliamo. Perché la grafica del gioco è talmente avanzata da rappresentare di per sé un'esperienza, e non di rado ci si perde un attimo a guardarsi in giro, magari arrivando lunghi in una curva e giocandosi il giro. A porre ulteriore enfasi sull'aspetto estetico del prodotto, abbiamo un replay di ottima qualità che parte alla fine di ogni giro e ci mostra l'auto da differenti angolazioni mentre procede verso il traguardo. È chiaro che, una volta abituati alla grafica, si finisce inevitabilmente per accusare il colpo di una struttura molto povera in confronto alla media dei giochi di corse per cellulare: sei tracciati non sono pochi, ma dovendo percorrerli in solitudine tanto valeva inserire qualche modalità alternativa, per aggiungere un po' di spessore. Inoltre, purtroppo il sistema di controllo non ci permette di impostare l'accelerazione automatica. Il risultato è che la giocabilità va a farsi benedire con la maggior parte dei terminali: a meno che non si possieda un joystick molto morbido e sensibile, riesce difficile accelerare, sterzare e controsterzare senza farsi venire il mal di testa. Un vero peccato, considerando che la guida in Coast Cruiser appare tutt'altro che disprezzabile, con una buona gestione dell'auto e numerosi episodi in cui bisogna controllare la traiettoria in curva attraverso numerosi interventi.

Come accennato, il gioco vanta una realizzazione tecnica di altissimo livello. A parte il sonoro, davvero povero e di modesta qualità, abbiamo dei modelli poligonali ben fatti e dettagliati, che si muovono in modo convincente all'interno di scenari ricchi di elementi. Trattandosi di una location unica per tutte le piste, è chiaro che non possiamo trovare una caratterizzazione particolare per ognuna, purtroppo, ma i risultati sono comunque ottimi. Tutte le strutture di contorno sono ben fatte, edifici inclusi, e si possono apprezzare ottimi effetti di luce, soprattutto all'interno delle gallerie. La fluidità, infine, è ottima: si rimane sui 15-20 fps, ma per il mobile gaming è un ottimo traguardo.

Clicca per votare!
S.V.

Redazione

S.V.

Lettori

Coast Cruiser è un prodotto per molti versi "monotematico", che andrebbe acquistato anche solo per la sua impostazione di base: una sola vettura, una location esotica tutta da ammirare, una serie di prove a tempo in cui bisogna man mano affinare la guida. Tecnicamente straordinario, purtroppo si perde in un bicchier d'acqua non tanto per l'unica modalità disponibile, ovvero per i limiti della sua struttura, quanto per un sistema di controllo che non è possibile personalizzare e che non ci consente di impostare l'accelerazione in automatico, con tutti i disagi che possono seguirne sulla maggior parte dei terminali. Dunque se possedete un telefono dotato di un joystick che vi permette senza problemi di premere due direzioni contemporaneamente, Coast Cruiser è un gioco di corse da prendere al volo, consci del fatto che non abbia molto da offrire nella sostanza. Diversamente, c'è da pensarci un bel po' su.

Tommaso Pugliese

Pro

Contro

Pro

  • Paesaggi straordinari
  • Grafica fluida
  • Buon sistema di guida...

Contro

  • ...rovinato dalla mancanza dell'acceleratore automatico
  • Una sola modalità di gioco
  • Una sola vettura disponibile

TI POTREBBE INTERESSARE