La soluzione completa di Civilization  0

Sommario della Soluzione

INIZIO
LE MERAVIGLIE
INCONTRARE UNA CIVILTÀ
QUANDO ARRIVA IL PROGRESSO...
IL GOVERNO
L'ASTRONAVE E LE TECNOLOGIE FUTURE

INIZIO

Il terreno è di vostro gradimento? Ok! Allora, prima di tutto, dovete fondare la vostra capitale: cercando di non perdere più di due o tre turni prima di fondare la città, trovate un posto nei pressi del mare (o di un fiume) e preferibilmente con un paio di terreni "speciali" (i terreni "speciali" sono quelli che hanno particolari bonus: la pianura con il cavallino, il mare con il pesce, ecc.) in modo da poter contare su qualche unità di cibo e produzione in più.
Infatti, andando nello schermo della città, vedrete che la città dispone di un terreno lavorato per ogni persona raffigurata in alto a sinistra: diccandoci sopra, togliete quello che state lavorando (all'inizio ne avrete solo uno) e provate a posizionarlo sugli altri terreni disponibili. Scoprirete che la pianura aumenta la produzione (lo scudo) e il cibo (la pannocchia di grano), mentre il mare migliora i commerci (le freccine). All'inizio vi conviene aumentare la produzione, in modo da creare le unità in minor tempo: dovrete creare almeno tre unità difensive (phalanx) e un paio di militia, da utilizzare come esploratori. Fortificate le phalanx, due in città e una poco lontano, meglio se su un terreno facilmente difendibile, come montagna o collina.
Cercate con questa unità di difendere le vie di accesso. Per esempio fortificatela vicino a "strozzature" in cui il continente si restringe a due caselle di larghezza. Invece con le militia esplorate il territorio,,con tre scopi: rendervi conto della geografa del vostro continente, in modo da trovare zone favorevoli per la costruzione di altre città, trovare altre civiltà o scoprire dei villaggi (sono quelli grigi): infatti questi ultimi sono molto importanti, perché possono nascondere sia delle minacce che delle fortune - potrete trovare soldi, pergamene che rivelano una scienza, unità che possono mettersi al vostro servizio o fondare addirittura una città!
Se disponete di quattro o cinque unità, è tempo di pensare alla "politica interna": costruite subito le barrack, che aumentano il livello di preparazione delle vostre unità militari, e successivamente, il granary e il market. Se per caso non avete le conoscenze necessarie, o li avete già costruiti, iniziate la produzione di un'unità di settler. State molto attenti: queste sono unità speciali, che possono costruire strade, irrigare le campagne o bonificare paludi, ma costano un'unità di cibo per round, quindi se esaurite il cibo, i settler vengono automaticamente dispersi. Inoltre, quando costruirete un settler, il "grado" della vostra città (il numero che appare su di essa) diminuisce di uno, quindi se la città è di grado i, la distruggerete!Utilizzateli per una decina di turni per migliorare i terreni adiacenti alla vostra città, irrigandoli e costruendoci strade, poi spostateli per costruire una seconda città. Quindi sviluppatela come la prima, e, dopo un po', costruite un altro settler, con cui costruire un'altra città, e così via.
Se potete, costruite le vostre città né troppo vicine a quelle già esistenti (affiché non si intralcino l'un l'altra per le risorse dei terreni) né troppo lontane: se infatti sono distante cinque o sei caselle, e sono unite da una strada, potrete spostare le unità molto velocemente da una città all'altra, in modo da scongiurare una improvvisa minaccia (come lo sbarco di barbari o di invasori).
Quando avrete cinque o sei città, dovrete stabilizzare la vostra economia: nelle città interne spostate lo sviluppo sui terreni che aumentano il commercio e la produzione di cibo e costruite (se non li avete già)market, granary e tempie. Nelle città di confine anche quelle sulla costa) costruite le mura e prediligete i territori che aumentano la vostra produzione. Inoltre, iniziate a prendere in considerazione di cambiare forma di governo: se le città sono oltre il grado 5, vi conviene trasformarvi in una monarchia, in modo da aumentare la produzione e il commercio, anche se dovrete pagare tutte le unità. Per questo motivo, sciogliete tutte le militia, perché a questo punto del gioco dovrebbero essere fin troppo obsolete, e lasciate solo due unità per città, altrimenti correrete il rischio di non poter produrre più niente.

LE MERAVIGLIE

In Civilization potrete costruire molte meraviglie del mondo antico o contemporaneo. Quelle più utili, se non indispensabili, sono: il Faro e il Magellan (vi permettono di muovervi di una casella in più con le unità navali), l'Isaac Newton College (i vostri scienziati scopriranno subito due invenzioni), l'Apollo Program (potrete vedere tutte le città sulla mappa) e il Manhattan Project (vi permette di costruire i missili atomici). Le altre (Cure for Cancer, la Cappella Sistina, lo Shakespeare's Theatre, ecc) sono utili per aumentare il numero di cittadini felici, ma non sono indispensabili.
Ricordatevi che catturando una città che ha delle Meraviglie, riceverete i bonus di queste automaticamente, senza dover perdere molti turni per costruirle. Un po' sporca, ma efficace!

QUANDO ARRIVA IL PROGRESSO...

Vi accorgerete che verso il 8oo potrete già costruire una gamma enorme di edifici: cattedrai, centrali elettriche, centrali idroelettriche, ecc.
ostruitele nelle città dell'interno, lasciando a quelle esterne il compito di "reggere" la difesa. Inoltre ogni unità vi costerà una "produzione" per turno, quindi sbarazzatevi periodicamente di quelle inutili o di quelle obsolete. In caso di problemi finanziari potete vendere tutti gli edifici di una città (ma solo uno per turno) - basta cliccare sul puntino rosso a fianco del nome dell'edificio. A proposito, appena prima di completare lo sviluppo di alcune scoperte (invention e gun powder), vendete tutte le barrack che avete: infatti queste scoperte le rendono inservibili, quindi è meglio venderle prima che vengano eliminate automaticamente.
Per quanto riguarda le unità da guerra, cambieranno i fattori di movimento, attacco e difesa, ma non cambiano le regole del gioco: prima di assalire una civiltà preparate un centro di raccolta, ricordandovi che anche il nemico disporrà più o meno dei vostri mezzi (quindi, mentre prima ci metteva ben sei turni per percorrere sei caselle, con i carri armati basta un turno e vi è addosso!). Un discorso particolare meritano le portaerei e i missili atomici. Con le portaerei potete bombardare tranquillamente delle città nemiche che sono all'altro capo del mondo, senza correre nessun rischio a casa vostra.
La nuova tattica sta nell'attaccare le città con i bombardieri (di solito una città è difesa da circa tre-quattro unità) e poi sbarcare con dieciquindici unità d'assalto e due o tre da difesa (ogni transporter ne porta otto...). La task force migliore è composta da tre transporter e una portaerei. Il rischio è che può capitarvi di vedere sbarcare i nemici dove meno ve lo aspettate. Per scongiurare questa nefasta ipotesi, basta tenere vicino al vostro territorio una portaerei e due transporter, carichi di bombardieri (la prima) e di mezzi d'assalto (i secondi). Quando (se...) vi attaccano, lasciate pure che vi conquistino la città; in due o tre turni sarete abbastanza vicini da riprendervela, senza troppi sforzi: basta non fare le cose troppo di fretta, lasciando i transporter senza difesa aerea.
I missili atomici sono un'arma, a mio parere, da non usare MAI. Primo, distruggono la città su cui vengono utilizzati (la popolazione viene dimezzata). In secondo luogo consentono di distruggere molte unità per volta, ma inquinano l'ambiente e costano, in termini di round per costruirli, molto più tempo dei carri armati. Se temete una attacco termonucleare, potrete costruire PSDI nelle città più grandi (che sono quelle più a rischio). Ricordatevi che le arme più devastanti del nemico sono (in epoca moderna) le portaerei (da distruggere a vista!) e i transporter carichi (che praticamente non possono difendersi da soli). Le armi nucleari possono percorrere solo 15 caselle, e poi o colpiscono il bersaglio o sono perse.

IL GOVERNO

Esistono molti tipi di governi in Civilization; all'inizio partirete con dispotismo: facile da gestire (le unità non costano nulla), permette di condurre felicemente i primi Soo anni della vostra civilizzazione. Appena le città superano il fattore 5, cambiate in monarchia, avendo cura, prima di cambiare il governo, di smantellare tutte le unità inutili, obsolete o che sono molto lontane dalle vostre città. Analogo alla monarchia è il comunismo, con la differenza che la corruzione è equamente divisa in ogni città. Se una città si ribella sotto monarchia, dispotismo, anarchia o comunismo, riempitela di unità militari (una per ornino incavolato nero) e le potrete controllare.
Monarchia e comunismo vanno bene se le città sono sotto il grado 15 e se prevedete di entrare in guerra o siete minacciati da qualche civilizzazione avversaria. Appena potete, trasformatevi in repubblica; riceverete più tasse, ma non potrete tenere molte unità militari lontane dalla loro città, altrimenti scoppieranno rivolte a non finire. Se per caso siete costretti ad entrare in guerra, passate subito alla monarchia o al comunismo, perché combattere una guerra sotto la repubblica è davvero difficile.
Solo quando avrete vinto contro tutti i nemici e rimarranno una o due città nemiche, potrete trasformarvi in democrazia. Per evitare anni di disordini, smantellate tutte le unità militari, tranne una per città. Sotto questa forma di governo gestire una guerra è impossibile, visto che ogni unità militare lontana dalla città base rende ben due omini infelici. Quando poi vi avvicinate alla fine del vostro mandato (chepuò essere, a seconda del livello scelto, tra il 2200 e il 2020) mandate un ambasciatore e incitate una rivolta nelle città rimaste al nemico.La democrazia vi permetterà di sviluppare la vostra civiltà oltre ogni limite, rendendovimoltissime tasse e aumentando enormemente!
commercio. Se per disgrazia una sola dellevostre città dovesse ribellarsi, la democrazia cadrà in anarchia, facendo collassare il vostro impero in pochi turni. Infatti passare da una forma di governo superiore (democrazia o repubblica) a una inferiore (comunismo,monarchia,anarchia o dispotismo) è un vero cataclisma: viste che i terreni rendono di menomolte città con grado superiore al 15 non potranno creare abbastanza cibo per sopravvivere, e rischierete di vedere morire di fame molti vostri sudditi.

L'ASTRONAVE E LE TECNOLOGIE FUTURE

Se avete a disposizione delle città che hanno già costruito tutto il costruibile, potrete cimentarvi nella corsa per lo spazio. Dovrete costruire un buon numero di SS Structural, due SS Component (un motore e un serbatoio) almeno tre SS module (un habitation, una cella solare e un gruppo di sussistenza vitale). Aumentando le coppie di Component accelererete il viaggio verso Alpha Centauri, che vi permetterà di creare una civiltà extraterrestre.
Se poi avete scoperto tutte le scienze e le invenzioni possibili, potrete mettere al lavoro i vostri scienziati sulle tecnologie future, che non hanno un effetto reale (non permettono di creare altri city improvement o unità militari) ma aumentano il vostro punteggio finale. Sempre per migliorare il punteggio, costruite dei settler e disinquinate le zone sporche del pianeta.

INCONTRARE UNA CIVILTÀ

Prima o poi incontrerete un'altra civiltà (o magari sarà un'altra civiltà a trovare voi!). Se potete produrre i diplomatici, mandatene uno a stabilire l'ambasciata, in modo da scoprire l'orientamento del loro leader: se è classificato come militarista o perfezionista, aspettatevi un attacco, anche (e soprattutto...) a tradimento. Se invece si dimostra amichevole, non ci saranno problemi se non sarete voi a invadere per primi. Sempre che non mostriate una tendenza espansionistica. In Civilization i pacifisti non dureranno molto...
Se siete nel primo caso, preparatevi in tempo, ricordandovi che la miglior difesa è l'attacco! Nelle città dell'interno producete unità d'attacco (catapulte o legioni), mentre con le città di confine concentratevi sulla produzione di unità difensive. Scegliete un punto abbastanza difendibile (magari circondato dalle montagne o dai fiumi) e abbastanza lontano dalle vostre città (quattro-cinque caselle almeno) e riunite le unità d'attacco, insieme a qualche unità difensiva, da collocare un po' più all'esterno, in modo da poter prevenire un eventuale attacco.
Ricordatevi che se una catapulta ne attacca cinque nemiche una sull'altra in una stessa casella, ha buone possibilità di distruggerle tutte in un solo colpo! Quindi difendete le vostre unità d'assalto. Inoltre, con un paio di settler (ricordatevi però che sono molto vulnerabili) collegate il punto di raccolta sia alle vostre città che alla frontiera, in modo da potervi ritirare o di poter arrivare sul luogo degli scontri molto velocemente. Quando avrete abbastanza unità (generalmente ne bastano 15 di attacco e 5 di difesa) avvicinatevi al confine e varcatelo. D'ora in poi tutto può succedere, quindi salvate spesso! Avvicinatevi ad almeno due città nemiche (in modo da dividere le forze avversarie) posizionate nelle caselle adiacenti le unità difensive e fortificatele. Questo perché, specie dal terzo livello in su, il computer attacca le unità d'assalto. Il turno successivo fate avanzare le unità d'assalto e attaccate.
Se un assalto è particolarmente sfortunato (cioè perdete più della metà delle vostre unità), uscite e ricaricate (non è onesto, ma fa niente!). Se invece avete catturato le città assediate, preoccupatevi di difenderle con le unità difensive, cercando di avanzare un altro po' con quelle d'attacco. Prendete poi delle unità abbastanza veloci (carri o cavalieri) ed esplorate il territorio nemico, cercando le altre città e in particolare la capitale. Quando avete trovato la capitale, preparate un altro punto di raccolta. Insieme a quello "terrestre", costruite due o tre navi (se avete solo le trireme, lasciate perdere!) e caricatele di truppe d'assalto. Avvicinatevi sia da terra che da mare, e attaccate in due ondate, prima da terra e poi dal mare: questo perché se l'attacco terrestre va male, potete ritirarvi più velocemente via mare. Se la capitale nemica cade, spesso la civiltà nemica si dividerà in due, consentendovi di allearvi con una delle due fazioni per distruggere l'altra.
Se vi trovate di fronte ad un nemico particolarmente potente, potete cercare di destabilizzarlo: per esempio, con gli ambasciatori, potete incitare rivolte nelle città, distruggergli degli edifici (a volta vanno giù le mura!), o rubargli delle tecnologie non ancora in vostro possesso. Un altro modo è disseminare il suo terriio con delle vostre unità: visto che un'unità n può passare vicino ad una avversaria, blocerete i suoi movimenti, e, allo stesso tempo, rete d'occhio le unità nemiche.
Infine, se dovete conquistare una città avrsaria particolarmente ben difesa e il vostro nemico è sotto un regime diverso dall'anarchia, potete cingerla d'assedio. Preparate cinque o sei unità di difesa (ormai dovreste avere i mu.eteer) e qualche ambasciatore. Posizionate le iità di difesa vicino alla città (ricordandovi le una città può utilizzare il terreno esterno in m raggio di due caselle) e fortificatevi. Visto ie le unità militari vicine ad una città nemica )no bloccate (cioè non possono passarle di laI), posizionatevi con gli ambasciatori sulle caffle difficili da raggiungere. In questo modo la lttà nemica perderà completamente la produione di cibo (quindi i cittadini si rivolteranno, endendo più instabile la città) e non potrà mantenere più le unità militari. Dopo due o tre armi, sarà in ginocchio, pronta per essere conquistata.