Cosa vi siete persi?Cosa vi siete persi? - 6/2012 

Con la tempesta perfetta alle porte torna il meglio delle nostre pubblicazioni!

Nonostante la neve che sembra voler scendere di nuovo, la nostra copertura editoriale è stata come al solito esaustiva e molto interessante. Cosa vi siete persi? - 6/2012 I test finali si sono concentrati su due titoli molto attesi, The Darkness 2 che tenta di bissare il successo del primo, indimenticabile episodio e Kingdoms of Amalur: Reckoning l'interessantissimo action RPG che prova a dare fastidio a Sua Maestà Skyrim. Non solo le recensioni però. C'è stato dopo molti mesi di silenzio un nuovo incontro con Spec Ops: The Line, il particolare sparatutto in terza persona che ci porta in una Dubai semidistrutta e a tre mesi dall'uscita ci siamo messi a fare le pulci allo stato attuale dell'offerta multiplayer di Battlefield 3, su PC ovviamente. È stata anche la settimana dell'annuncio di due titoli molto importanti, ovvero la rinascita del franchise True Crime, che da oggi chiameremo Sleeping Dogs e la conferma di un nuovo Medal of Honor all'orizzonte. Ma anche molto altro, le notizie che ci parlano di titoli come Skyrim, lo sparatutto mech Hawken ma anche Star Wars: Battlefront 3. Insomma, sette giorni davvero ricchi di contenuti.

Cosa vi siete persi? - 6/2012 Un altro sparatutto in terza persona di stampo militare "realistico" potremmo dire, però Spec Ops: The Line ci mette del suo per cercare di essere molto diverso dai soliti titoli di questo inflazionato genere. Intanto il setting è piuttosto affascinante, una Dubai devastata dalla guerra civile e sferzata da enormi tempeste di sabbia, ma soprattutto oltre alle frenetiche sparatorie l'accento del gioco sembra essere posto su numerose scelte morali che dovremmo affrontare e che cambiano il corso della storia. Cosa vi siete persi? - 6/2012 Ma la vera protagonista dell'azione è la sabbia, che invade gli ambienti di gioco modificandoli quasi in tempo reale, un ostacolo certo, ma anche un alleato quando si tratta di sfruttarla per nuove coperture. Insomma sembrano esserci molti spunti nuovi per far uscire il gioco dal solito copione di questo stra-abusato genere anche grazie ad un Unreal Engine che ci regala scorci interessanti soprattutto per la perizia degli sviluppatori che lo hanno reso molto diverso dal solito look dei giochi che sfruttano l'engine di casa Epic Games.
Può Skyrim essere il solo RPG da giocare in questi mesi? La risposta è no, e viene dalla recensione di Kingdoms of Amalur: Reckoning scritta con la solita completezza da Mattia Armani, che ci descrive un gioco che si ferma alla soglia dell'eccellenza, con tanti pregi ma anche numerosi difetti. Amalur è tanto profondo da un punto di vista ruolistico, quanto super gratificante quando si tratta di menare le mani. Il suo punto di forza è il combat system, veloce, frenetico, in due parole iper cinetico, che fa morire d'invidia quello funzionale, ma ingessato, di Skyrim. Un action insomma a cui intorno gli sviluppatori hanno cucito solide meccaniche da gioco di ruolo, con un mondo immenso, tonnellate di statistiche e un senso di progressione davvero ben fatto, sia da un punto di visto narrativo sia quando si tratta di mettere mano al proprio alter ego. I problemi non mancano comunque, le quest secondarie sono davvero "secondarie" e da un punto di vista tecnico, nonostante l'apporto di McFarlane in sede di design, l'impatto non fa gridare al miracolo. Cosa vi siete persi? - 6/2012 Molti anni sono passati dal primo The Darkness, di fatto un titolo che ha accompagnato i primi momenti di vita di Xbox 360 con lo status di gioco di culto, di conseguenza un seguito è stato tenuto sott'occhio dai fan di Jackie Estacado, nonostante un cambio di sviluppatore che aveva gettato un'ombra lunga sull'intero sviluppo. A conti fatti The Darkness 2 è senza dubbio un buon titolo come la recensione di Pierpaolo Greco spiega bene. Certo la storia non è più appassionante e ben narrata come quella del gioco uscito nel 2007, ma complice la maggiore interazione con l'ambiente, la libertà di azione (e di massacro) è davvero massiccia, tra armi da fuoco e affamati tentacoli. Azzeccatissima la scelta del cel shading, che amplifica lo stacco netto tra luce e oscurità e che soprattutto gratifica tutti gli amanti dell'emoglobina che scorre copiosa a schermo. Un titolo molto divertente, meno di nicchia, meno "magico" rispetto al primo episodio, più appetibile alla massa potremo dire. Chiudiamo con l'approfondimento sullo stato del multiplayer di Battlefield 3, versione PC, scritto dall'onnipresente Mattia Armani. Un articolo che ha scatenato commenti e flame a non finire a giudicare dal tenore delle risposte nel topic dedicato. E voi cosa ne pensate?

Cosa vi siete persi? - 6/2012 Quali importanti notizie vi siete persi questa settimana, sperando comunque che questo sia solo un ripasso? Quanti di voi hanno apprezzato Alan Wake? Quanti di voi stanno aspettando lo spin off American Nightmare? Speriamo molti, nel caso vi farà certamente piacere sapere che Remedy non ha finito di raccontare le avventure della mente dello sfortunato scrittore, tanto da affermare di avere in serbo altre sorprese. Cosa vi siete persi? - 6/2012 L'impegno degli sviluppatori finlandesi è quindi certo, aspettiamo a breve altre notizie in merito, magari più dettagliate. Questa settimana in quel di Hong Kong c'è stato lo svelamento del reboot di un franchise interessante come True Crime, che passato da Activision a Square Enix, perde il vecchio nome (un reboot totale quindi) per diventare Sleeping Dogs. Staremo a vedere l'evoluzione di questo difficile progetto per conoscere cosa questa sorta di action free roaming ci riserverà. E giusto a titolo informativo, il nostro Umberto Moioli è volato addirittura in Cina, in esclusiva, per scoprire dal vivo il progetto. Seguiteci la prossima settimana per saperne di più! Skyrim è il gioco dell'anno certo, ma a molti ha fatto storcere il naso un comparto tecnico non sempre di altissimo livello. Bethesda ha messo una pezza a questa situazione con un bel pacchetto texture ad alta risoluzione che faranno morire d'invidia gli utenti Xbox 360 e PlayStation 3. Dopo il Creation Kit un altro bel regalo per tutti gli utenti home computer. Se in Activision in ambito FPS si alternano Treyarch e Infinity Ward per Call of Duty, in Electronic Arts (oltre al prossimo titolo di Respawn Entertainment) si potrebbe ipotizzare un'alternanza tra DICE e Danger Close in modo da mettere i canonici due anni tra un episodio e l'altro dei propri franchise. Cosa vi siete persi? - 6/2012 Non c'è nulla di certo, l'unica cosa confermata però è che il sei marzo ci sarà la presentazione del nuovo Medal of Honor di Danger Close, con probabile uscita in autunno. Il gioco è fatto quindi. Da una conferma ad un rumour, quello che vede ancora in vita Star Wars: Battlefront 3 uno di quei giochi che fanno parlare di sé anche se non c'è nulla di concreto in merito. Il rumour è fumoso, una serie di curriculum che sembrano puntare verso il gioco. Noi ci crediamo fortemente e voi? Chiudiamo l'angolo delle notizie con l'interessantissimo Hawken, lo sparatutto competitivo che ci mette nei panni di possenti mech, un pò Virtual On un pò Mech Commander, e cosa buona e giusta arriverà a dicembre sotto forma di free to play.

Cosa vi siete persi? - 6/2012 Quali sono state le nostre produzioni questa settimana? Avendo "scritto" la nostra su The Darkness 2 e King Arthur 2 ecco arrivare le nostre videorecensioni, ma tra un cavaliere dotato di poteri magici e un capellone con i mostri dietro le spalle c'è stato anche tempo di "videorecensire" Catherine, cercando di non farci irretire dalla bellezza delle due protagoniste e di stabilire se preferiamo Ken a Jin Kazama con Street Fighter X Tekken. Ma oltre alle nostre produzioni e Superdirette, cosa ci ha offerto la rete questa settimana? Tra i molti trailer e gameplay rilasciati ci sentiamo di segnalare del giocato di The Last Story per Nintendo Wii.

Di The Darkness 2 ne abbiamo già parlato, ora nella nostra videorecensione potere vedere all'opera tutta la furia di Jakie, ma soprattutto tutta la fame di sangue della Tenebra. Magari non troppo lungo da portare a termine, ma sicuramente un titolo che lascia il segno. Basta vedere il freeze frame, Chun Li contro Nina, per capire che Street Fighter X Tekken è un sogno ad occhi aperti per i fan dei due franchise. Ora Tekken è ospite di Street Fighter ma a breve vedremo il contrario, con Namco che ricambierà il favore. Catherine o non Catherine? A noi è piaciuto, finalmente un titolo coraggioso nel proporre qualcosa di nuovo e interessante. Certo, il mix tra "avventura", platform e puzzle non è per tutti, ma onore al merito a Atlus nel proporre una nuova IP di questo calibro che se ne frega delle mode del momento.