Gioco dell'anno: Rts, Giochi Strategici, Giochi di ruolo, Delusione dell'anno  0

Terzo appuntamento con lo speciale dedicato ai migliori giochi del 2001: RTS, giochi strategici, RPG e i titoli più deludenti si sfidano in un'arena che venerdi vedrà solamente un vincitore. Il consiglio è quello di fare il tifo per il vostro gioco preferito, non dimenticando la prima e la seconda parte del nostro focus...

Le nominations


Kohan: Immortal Sovereigns

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Un divertimento dato dalle caratteristiche principali di ogni RTS che si rispetti è una piccola dose di micromanagement ben miscelata con i combattimenti, che si svolgono tra piccole compagnie di battaglia, e la gestione delle costruzioni è ridotta all'osso, giusto per concentrare il tutto sull'esplorazione e la gestione delle vostre compagnie.In sostanza un buon connubio di praticità e immediatezza, assieme a tattica sensata.
Aspetti positivi: Grafica pulita ed essenziale, battaglie con gruppi di unità, esplorazione.
Aspetti negativi:A volte troppo minimale e sbrigativo in certe situazioni, upgradare la città è più un concetto che una resa grafica concreta.

Z: Steel Soldiers

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


I soldatini robot sono tornati, e sono più battaglieri che mai!.
I Bitmap Brothers fanno tornare sui nostri monitor i celebri scontri con un motore grafico rinnovato, combattimenti basati sulla conquista di settori della mappa che producano risorse necessarie a tenere rifornito il nostro esercito e una storia raccontata simpaticamente attraverso le gesta di personaggi come il capitano Zod e la sua combriccola.
Aspetti positivi: Personaggi e sitazioni simpatiche, non troppo cervellotico.
Aspetti negativi: Motore grafico non eccezionale, A lungo andare potrebbe sembrare ripetitivo.

Star Wars: Galactic Battlegrounds

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


La forza scorre ancora lungo i nostri monitor, con questo titolo strategico che arriva per rafforzare il buon nome della famosissima saga parzialmente scalfito dal non felice debutto nel 3D con SW: Force Commander.Si torna quindi alla grafica in 2D e alla visuale isometrica, ma questa volta è stata portata attenzione a ricostruire scenari, unità e costruzioni tipiche della saga con tutti i crismi del caso, al punto che parlare di un semplice clone sarebbe senza dubbio riduttivo.
Aspetti positivi: E' Star Wars sotto ogni aspetto, grafica e suoni. Una manna per tutti gli aficionados.
Aspetti negativi: Solito schema di gioco, poca innovazione

Stronghold

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Un vero e proprio simulatore di fortezza, che dovremo condurre sia dal punto di vista economico, che da quello militaresco. Dovremo infatti cercare di far prosperare la nostra gente, e nel contempo difenderci dagli altri feudatari nostri nemici, che tenteranno in tutti i modi di espugnare il nostro maniero. Inutile dire che contraccambiare il favore è il minimo che possiamo fare!. Una fedele ricostruzione curata nei minimi dettagli, che vi farà letteralmente affezionare alla vostra piccola "contea" personale!
Aspetti positivi: Grafica, assedi e gestione del castello ben ricostruiti nell'ambientazione dell'epoca, Prezzo.
Aspetti negativi: Non immediato, ritmi a volte lenti, a tratti molto difficile.

Myth 3

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il trionfo dello skirmish, la battaglia nuda e cruda, senza perdite di tempo nella raccolta delle risorse, una trama solida e ben costituita, una grafica completamente 3D, fanno di questo seguito un sicuro successo tra gli appassionati della serie. Difficile non farsi catturare dal divertimento che può causare questo titolo, anche in virtù di una modalità multiplayer immediata e frenetica. I campi di battaglia insanguinati saranno il teatro delle avventure di Connacht il Lupo. Da menzionare il prezzo realmente conveniente al quale viene commercializzato questo prodotto, in alcuni casi sotto le 50 mila lire.

Aspetti positivi: Grafica molto bella, battaglie immediate, buona trama singleplay, diverse modalità multiplayer, Prezzo.
Aspetti negativi: A volte confusionario nel controllo delle unità, per certi versi troppo somigliante al predecessore.

Commandos 2

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Ancora una volta i nostri coraggiosi soldati si infiltrano attraverso le linee nemiche naziste, e noi dobbiamo farli sopravvivere alle mille insidie del terzo reich. Il sequel del pluripremiato Commandos arriva con una grafica stupenda, curata nei minimi dettagli, una gameplay ampliato con molteplici possibilità di terminare una missione. Nuovi personaggi, un inventario per ognuno dei nostri eroi, un sonoro adatto al pathos delle missioni. E' valsa la pena di aspettare, e ora i vostri nervi saldi e la coordinazione nei movimenti dei soldati verranno messi di nuovo alla prova.
Aspetti positivi: Grafica, molteplici modi di terminare le missioni, difficoltà calibrata meglio.
Aspetti negativi: A volte una sfida non per tutti, calcolare i tempi di azione con precisione è essenziale .

Battle Realms

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Un fantasy medioevale ambientato nel lontano oriente, dove i clan si affrontavano a colpi di katana e di magia.
Un tripudio di grafica tridimensionale molto durata nel dettaglio e nelle animazioni, sia dei personaggi e delle truppe, sia nel paesaggio che letteralmente vive sotto i vostri occhi, con cascate, foreste, pioggia e temporali. Battle Realms gode di un gameplay che fa da testa di ponte tra lo strategico classico e quello che ci attenderà il prossimo anno con Warcraft 3. Sono presenti infatti eroi che possono donare dei bonus alle truppe, che non sono mai in numero eccessivo, dato che la creazione avviene su una sorta di addestramento che le unità di base già presenti possono ricevere. Una storia e dei personaggi robusti e dei bivi decisionali che influenzeranno il tipo di missioni da intraprendere, con attribuzione di punti-allineamento Yin e Yang da spendere per migliorarvi.
Aspetti positivi: Grafica spettacolare, animazioni, gestione veloce delle risorse e sviluppo delle unità solida trama, bivi nella scelta delle missioni da affrontare, le fazioni sono realmente differenti.
Aspetti negativi: Qualcuno avrà dei deja vu, non ci sono formazioni di schieramento, alcuni passaggi sono facili.

Empire Earth

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il genio che ha creato Age of Empires, ci riprova portando sui nostri monitor un progetto veramente ambizioso, quello di portare a compimento l'evoluzione di una civiltà e la creazione di un impero. Lungo un arco temporale di quasi 500.000 anni, dobbiamo curarci di far prosperare l'uomo sin dai suoi primi passi all'età della pietra, fino alle battaglie a colpi di laser del futuro popolato dalle macchine. Grafica 3D non allo stato dell'arte, ma che sicuramente rende bene quando si tratta di visualizzare decine di edifici e tante unità, una buona risposta come gestione veloce di menù e ordini impartiti.
Un gameplay molto classico, che si rifà inevitabilmente al già citato titolo Microsoft, che farà la felicità di chi vive a pane e ambientazioni storiche.
Aspetti positivi: Un gameplay collaudato e di successo, tante epoche diverse, risposta ottimale di menù e interfaccia, dialoghi e tutorial completi
Aspetti negativi: Il solito filone storico alla Age of Empires, basso dettaglio grafico delle unità, colorazione un po' troppo vivace

Giochi di Strategia

Un tempo non ci sarebbero stati dubbi su come suddividere la categoria dei giochi strategici, infatti come avrete notato, ci sono tre categorie diverse: i gestionali,i giochi di "strategia" e gli RTS. Il motivo è semplice: come poter confrontare un gioco come Scudetto con un Civilization III o con un Empire Earth? All'interno di questa stessa categoria ci troviamo giochi comunque molto diversi tra loro ma accomunati forse dall'idea che fa da base a molti di quelli che sono stati considerati.
Un giorno questa categoria sarebbe stata chiamata senza troppi problemi "Strategici a turni", ma oggi ci troviamo in un tempo in cui i migliori "strategici a turni" sono in tempo reale! Dunque qui premieremo i vari giochi in cui compare una strategia di fondo, sia essa nell'amministrare un impero o una base spaziale, oppure nel gestire la tattica di una squadra di marines postatomici.
Quest'anno il genere ha assistito all'uscita di due grossi titoli come Civilization III ed Europa Universalis II e a novità come Startopia o i due titoli "economici" come Merchant Prince II e Trade Empires, senza dimenticare l'unico (purtroppo) tattico a squadre di quest'anno e cioè Fallout Tactics.
Chi sarà il gioco strategico dell'anno? Riuscirà Civilization III a rimanere indiscusso sul suo trono o sarà Europa Universalis II "l'erede dell'Impero"? E perchè non una delle gradite novità come Startopia? Cominciamo a dare un'occhiata più da vicino alle nominations!

Le nominations


Fallout Tactics - Brotherhood of Steel

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Ambientato nel (si spera) conosciuto universo di Fallout, rappresenta uno spin-off che si concentra nella parte dei combattimenti tattici della rivoluzionaria serie di CRPG ambientata in futuro post-atomico. Dalla sua Fallout Tactics offre sicuramente l'attraente ambientazione: come rimanere indifferenti di fronte alle nuove problematiche etiche e morali con cui gli abitanti di una terra oramai devastata dovranno fare i conti? I Game Designer hanno riproposto alla perfezione il fascino "perverso" della società post-atomica, però alcuni difetti minano al livello del gameplay un capolavoro altresì annunciato rendendolo a volte un gioco molto ripetitivo. Una storia d'eccezione rimane uno dei motivi per soprassedere alle varie mancanze e arrivare fino in fondo.
Aspetti positivi: Trama appassionante, migliore grafica mai vista per il genere, ripropone perfettamente il feeling dei Fallout, possibilità di pilotare veicoli.
Aspetti negativi: Gameplay nettamente inferiore a Jagged Alliance 2, poche quest e interazione limitata, sistema di regole semplicistico, ripetitivo.

Merchant Prince II

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Merchant prince è un gioco strategico a turni di guerra politica, economica e militare ambientato durante il rinascimento. Il vostro compito è quello di di stabilire una rete commerciale nei panni del leader di una delle famiglie più importanti di mercanti veneziani. Inoltre dovrete essere molto impegnati nella politica italiana, tentando di riuscire ad essere eletti Papa o Doge. Secondo gli scopi della Holistic Design il secondo episodio non doveva essere altro che una conversione in ambiente Windows del vecchio gioco per DOS, e infatti cosi è e nulla più.
Aspetti positivi: Fedele all'originale, buon gameplay, buona longevità.
Aspetti negativi: Contenuti grafici e sonori sub-standard, non porta nulla di nuovo rispetto al suo predecessore del 1993, interfaccia mal congegnata.

Trade Empires

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Trade Empires è una sorta di "Civilization" e Sim City dei mercanti: il gioco infatti parte dagli albori della civiltà e si evolve fino all'Europa del XIX secolo tramite degli scenari. Trade Empires è stato sviluppato dagli stessi autori di Imperialism, ma in questo titolo il sistema di gioco si concentra unicamente sulla parte economica. Scopo del gioco è quello di costruire grandi network economici attraverso la vostra famiglia dinastica di mercanti.
Aspetti positivi: Un approccio originale al genere, molto strategico: ogni scelta richiede accurate valutazioni, molte epoche di gioco.
Aspetti negativi: Semplificazione del modello economico, stile di gioco uniforme nei vari scenari, poco longevo, troppo micromanagement.

Startopia

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Tecnicamente Startopia è un... simulatore di stazioni spaziali! Beh in futuro saranno all'ordine del giorno! Cosa c'è di meglio di una bella sosta ad uno di questi "astrogrill" dopo un estenuante salto con annessa curvatura dello spazio? La Mucky Foot ci presenta un gioco davvero originale, il cui gameplay ci ricorda forse quello di Theme Hospital, infatti lo stesso stile di gioco che aveva contraddistinto il titolo Bullfrog è qui presente, come anche l'humor! Dunque dovremo fare i conti con alieni dai "bizzarri" hobby in un sistema economico comunque complesso. Uno dei migliori giochi di strategia usciti quest'anno. Da provare.
Aspetti positivi: E' una simulazione di una stazione spaziale! I tratti umoristici non sono per nulla fastidiosi, gameplay divertente, titolo longevo.
Aspetti negativi: Chi desiderava un titolo magari più "serio" potrebbe rimanere deluso.

Europa Universalis II

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Europa Universalis.. un titolo maestoso, in onore all'importantissimo ruolo che l'Europa ha avuto nel bene o nel male negli ultimi 500 anni. Questo titolo è stato sviluppato da un gruppo di programmatori semisconosciuti che abitano, come dicono alcuni fan nelle loro message boards, in una nazione in cui "gli orsi polari vagano per le strade", la Svezia. Dal nulla il gioco ha saputo conquistare orde di fan divenuti appassionatissimi del gioco per l'eccellente gameplay che ha saputo offrire. EU2 vi permette di vestire i panni di una fra le centinaia delle nazioni presenti in un periodo che va dal 1419 al 1820. Di li in poi è tutto nelle vostre mani, e la storia seguirà il vostro corso se sarete abbastanza abili da influenzarla. Nazioni che dichiarano l'indipendenza, colonizzazione, avanzamento tecnologico, un complesso sistema diplomatico ed economico: tutto questo è Europa Universalis II.
Aspetti positivi: Ha dimostrato al mondo che per un gioco "a-la Civilization" non è necessario un sistema a turni, il gameplay è incredibile: tutto ciò che avete sempre desiderato si può fare, ogni partita è sempre diversa, è un gioco educativo: si imparano moltissime cose sulla storia mondiale.
Aspetti negativi: E' un gioco molto complicato e dunque potrà piacere solo agli appassionati del genere, richiede molto tempo per giocarci, manca del livello di dettaglio caratteristico di Civilization 3.

Civilization III

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Dopo anni e anni di attesa, è finalmente arrivato il terzo episodio della serie. Civilization è forse uno dei pochi giochi che davvero possono essere definiti "eterni". Sicuramente molti tra quelli che staranno leggendo quest'articolo di tanto in tanto riprendevano Civ 2 o Alpha Centauri per farci una partita dato che, oggi come allora, conservano intatto ancora il loro fascino. Civilization III dunque apporta alcune novità rispetto al suo predecessore, come l'introduzione della "cultura" e delle risorse strategiche che hanno cambiato radicalmente (e in meglio) lo stile di gioco. Inoltre l'AI di Civilization è stata riscritta da capo e infatti si può notare come il computer sia notevolmente più aggressivo e combattivo. Dagli albori dell'umanità fino ai giorni nostri, Civilization III ancora una volta ci tiene incollati di fronte ai nostri schermi per assistere all'evoluzione delle civiltà umane!
Aspetti positivi: E' Civilization III! La cultura e le risorse strategiche cambiano radicalmente lo stile di gioco, l'AI a livello di difficoltà "regent" (senza aiuti) offre una buona sfida anche ai giocatori più esperti e riesce anche a vincere!
Aspetti negativi: Chi non si ricorda la famosa Civ3 Wishlist? Nessuna delle buone idee riportate è stata introdotta, come anche nessuna delle migliorie introdotte da Alpha Centauri.

Giochi di ruolo

Il genere dei CRPG da sempre merita molta attenzione e oculatezza nella valutazione dei vari titoli visto che ci troviamo a considerare titoli che incarnano al meglio lo spirito del gioco di ruolo e altri che si concentrano soprattutto sulla parte più "combattiva" del genere.
Quest'anno sono stati pubblicati titoli molto attesi come Arcanum, Anachronox e Wizardry 8, ma abbiamo anche assistito all'uscita di Gothic e a titoli un pò deludenti come quelle di Pool of Radiance o l'espansione di Baldur's Gate, Throne of Bhaal. Inoltre due grandi titoli previsti per quest'anno, sono stati ancora rimandati: Neverwinter Nights e Morrowind. Dunque la potenziale rivoluzione del genere dovrà aspettare ancora qualche mese. Il 2001 non è stato però molto felice per le software house impegnate in questo campo: il divorzio della Bioware dall'Interplay ad esempio, ma ci ha dimostrato che anche altre software house diverse dall'asse Bioware-Black Isle possono migliorare il genere.
Come al solito il vincitore dell'ambito titolo di "Gioco di Ruolo dell'anno" deve essere soprattutto il titolo che più ha saputo portare il genere avanti, vediamo dunque le nominations.

Le nominations


Pool of Radiance - Ruins of Myth Drannor

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Ero poco più che un bambino quando questi titoli conquistarono moltissimi appassionati di AD&D trasportandoli nel magico mondo dei Forgotten Realms. Certo, visti oggi i "Gold Box" della SSI, potrebbero strapparci un amaro sorriso se pensiamo alla maestria artistica e ai progressi visti in capolavori come Torment e Fallout. La Stormfront Studios ha deciso di far tornare il solito gruppo di avventurieri nelle rovine di Myth Drannor alla ricerca di una nuova "Pool of Radiance". PoR2 sfrutta un originale connubio tra mostri poligonali e scenari a due dimensioni in un sistema a turni. Il gioco non è altro che un incessante seguirsi di combattimenti poco appassionanti e dunque estremamente ripetitivi: in origine PoR2 doveva essere molto, ma molto di più.
Aspetti positivi: Il feeling di AD&D è presente, la grafica è molto bella.
Aspetti negativi: Combattimenti e ancora combattimenti, PoR2 offre poco più rispetto al suo predecessore uscito più di dieci anni fa.

Throne of Darkness

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Throne of Darkness è essenzialmente un "Action/CRPG" alla Diablo sviluppato appunto da alcuni membri della Blizzard che lavorarono al progetto originale. ToD è ambientato in una sorta di giappone alternativo, "fantasy". Se da una parte il titolo offre un gameplay estremamente simile a Diablo, dall'altra porta anche alcune novità: infatti nel gioco controllerete un party di quattro samurai (guerrieri, maghi, ninja, etc. - ma avrete controllo diretto solo su uno di essi, il resto sarà nelle mani dell'AI). Dunque ToD unisce all'azione sfrenata tipica del titolo Blizzard una certa tattica nel pianificare i combattimenti.
Aspetti positivi: Divertente a suo modo, ambientazione originale, componente tattica.
Aspetti negativi: Ripetitivo, scarsa innovazione, componente "ruolosa" pressochè assente.

Wizardry 8

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


L'ultimo capitolo della famosa serie di Wizardry è forse anche l'ultimo gioco che la Sirtech svilupperà. Wizardry 8 continua le vincende narrate nel settimo episodio: il "Dark Savant" ha invaso il pianeta Dominus ed è alla ricerca di un misterioso artifatto che lo renderebbe invincibile: naturalmente dovrete trovarlo prima di lui. In Wizardry 8 conviveranno sia la tecnologia portata dall'invasore alieno che il fantasy medioevaleggiante tipico della serie! Il gioco ha subito un serio restyling e i risultati si vedono: tutto il mondo di gioco è realizzato in tre dimensioni come anche i personaggi, il tutto in un'interfaccia di gioco in prima persona. La cura dei particolari e il ricco background contraddistingono ancora una volta questo titolo che purtroppo per la SirTech, rappresenta il canto del cigno.
Aspetti positivi: Titolo longevo, molta cura nei particolari, molto appassioanante, buon gameplay.
Aspetti negativi: Interfaccia di combattimento datata, trama un pò antiquata, si tratta comunque di un dungeon crawl.

Gorasul - Legacy of the Dragon

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Gorasul è un CRPG sviluppato da una software house tedesca e successivamente tradotto in inglese dalla JoWood (in maniera amatoriale però). Complessivamente Gorasul segue la scia dei Baldur's Gate e di Torment: infatti il protagonista, Roszondas, si sveglia improvvisamente dopo una decina d'anni di morte apparente senza memoria del suo passato. Lo stile di gioco si avvicina a quello dei titoli sopracitati, infatti potrete visitare città, parlare con i cittadini, risolvere quest, etc. Una novità riguarda quella della difficoltà: potrete "personalizzare" il gioco scegliendo lo stile che meglio desideriate a seconda che vogliate più enigmi o azione. Inoltre le varie armi presenti nel gioco avranno una loro personalità e guadagneranno esperienza: infatti alla fine potrebbero anche dubitare delle vostre scelte. Purtroppo una serie di bug e di difetti tecnici tolgono al gioco i suoi meriti, senza parlare dello scempio compiuto nella traduzione.
Aspetti positivi: Stile di gioco vicino ai Baldur's Gate, trama interessante, armi "senzienti", esperienza di gioco personalizzabile.
Aspetti negativi: Traduzione pessima, molti bugs.

Gothic

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Gothic, anch'esso sviluppato da una software house tedesca e successivamente tradotto grazie ad una petizione di giocatori anglofoni. Ci troviamo nel classico mondo fantasy in cui imperversa una furiosa guerra tra umani ed orchi: il re di queste terre, per velocizzare l'estrazione di un minerale magico chiamato "Ore" costrinse tutti i detenuti a lavorare nelle miniere che erano concentrate in un'unica zona. I maghi più potenti del reame decisero inoltre di innalzare una barriera magica sulla zona ma qualcosa andò storto e lo scudo anzichè proteggerli li intrappolò all'interno: il poco tempo di chaos che ne seguì fu sufficente perchè i detenuti prendessero i poteri. Il protagonista è uno di questi, che viene condannato a scontare la sua pena in questa zona. Seguendo lo spirito dei migliori CRPG, in Gothic avremo pieno controllo del destino del proprio personaggio in un mondo che, fedele alla tradizione di Ultima, vive di vita propria. Gothic porta alla ribalta il genere, offrendo una grandiosa esperienza di gioco unita ad una grafica eccellente.
Aspetti positivi: Grafica eccellente, "Virtual World": gli NPC vivono! Gioco abbastanza non lineare, molto appassionante.
Aspetti negativi: Traduzione pessima, sistema di controllo non molto efficente, verso la fine tende a diventare molto più orientato ai combattimenti.

Arcanum

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Se ci fermiamo a riflettere un momento sui CRPG notiamo che qualunque gioco fantasy ci propone un livello tecnologico situato all'incirca nel medioevo: ma il tempo passa per tutti no? E dunque anche per loro! E' quello che devono aver pensato anche i game designers della Troika, una software house che comprende alcuni dei geniali autori di Fallout 1. Arcanum ci pone in un mondo fantasy agli inizi di un ipotetica era industriale, in cui nani e umani rappresentano i portavoci della tecnologia mentre gli elfi sono i più conservatori. Arcanum è un connubio di magia e tecnologia, il tutto unito ad un CRPG che segue lo stile di Fallout, permettendo ad ogni giocatore un esperienza di gioco diversa: mago o tecnologista, ladro o gentiluomo, in Arcanum tutto è possibile! Purtroppo non tutto è rose e fiori, infatti accanto ad una realizzazione "ruolosa" impeccabile, Arcanum oltre ad usare una rappresentazione grafica estremamente datata, più che un gioco ambientato in un'era industriale sembra una total conversion di un gioco fantasy con un pò di tecnologia sparsa qua e là. Senza contare che verso la fine, inspiegabilmente Arcanum esce un pò "fuori traccia".
Aspetti positivi: Ambientazione originale, realizzazione "ruolosa" impeccabile, esperienza di gioco sufficentemente diversa a seconda del personaggio, background ben realizzato, molto lungo.
Aspetti negativi: Non sembra di vivere un'esperienza di inizio ottocento, grafica datata, interfaccia un pò confusionaria, sistema di combattimento molto sbilanciato, verso la fine si lascia un pò andare.

Anachronox

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Dalla Ion Storm, è arrivato quest'anno finalmente un titolo davvero molto atteso: Anachronox. Basato sul motore di Quake 2, per la prima volta adattato ad un tipo di CRPG sullo stile dei Final Fantasy. Anachronox ci mette nei panni di un investigatore privato, tale Sly Boots, che non volendo rimane impigliato in avvenimenti molto più grandi di lui. Il gioco è caratterizzato da una nota umoristica davvero forte, convincente e soprattutto divertente, cosa non facile da trovare oggigiorno. Il gioco unisce ad una buona avventura la parte combattiva in stile orientale riuscendo a coinvolgere il giocatore in un'esperienza di gioco entusiasmante grazie alle sue trovate davvero memorabili! Purtroppo uno dei suoi più grandi punti di forza, e cioè l'essere vagamente FF-style, è anche uno dei suoi più grandi punti deboli: il combattimento non è così appassionante come le spettacolari sequenze dei giochi squaresoft. Ciò nonostante, Anachronox è uno dei giochi che qualunque appassionato non dovrebbe lasciarsi scappare.
Aspetti positivi: umorismo convincente, ambientazione originale, trama appassionante, molto longevo.
Aspetti negativi: combattimenti noiosi, sezioni "avventurose" un pò noiose.

La delusione del 2001

Quest'anno, inaguriamo una nuova "categoria": il gioco che più ha deluso nel 2001. Come si suol dire, non c'è bene senza male, non c'è luce senza ombra e dunque anche questo "premio" è d'obbligo. Non ci troveremo a considerare però giochi semi sconosciuti e che chiaramente hanno deluso, altrimenti il tutto non avrebbe senso, ma bensì quei capolavori annunciati e che invece hanno deluso molti fra chi li aspettavano. In questa "triste" occasione ci troviamo dunque a parlare dei difetti di alcuni titoli anche molto importanti, che sicuramente nei loro campi potrebbero anche vincere, ma si sa: un gioco non può mettere d'accordo tutti.
Ed è dunque così che parleremo di Black & White: avrebbe dovuto rivoluzionare tutto, ma lo ha davvero fatto? Oppure di Baldur's Gate 2: Throne of Bhaal, in cui la Bioware ha deciso di mandare tutto alle ortiche in un finale splatter scontato e arrangiato e di altri titoli che in un modo o nell'altro hanno deluso. Ammiriamo dunque coloro i quali sono riusciti ad essere incisi in questo muro della vergogna!

Le nominations


Black & White

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il simulatore di dio. Black & White avrebbe dovuto cambiare tutto o almeno così ci era stato detto. Chi non si ricorda di tutti i vari designer's diary che parlavano degli abitanti che imparavano da soli, dei paesaggi che sarebbero dovuti diventare più "tenebrosi" o "paradisiaci" a seconda dei nostri comportamenti. Un gioco che sarebbe dovuto essere molto diverso da quello che abbiamo ottenuto. Black & White è a detta di molti un gigantesco Tech Demo che è bello per le prime 2-3 ore, ma che passata la novità ci lascia di fronte ad un gioco vuoto.

Baldur's Gate II - Throne of Bhaal

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il capitolo finale di una delle più famose e controverse serie di CRPG è finalmente arrivato quest'anno. Stranamente l'espansione non è stata quell'esperienza epica che molti si aspettavano ma piuttosto si è rivelata essere un qualcosa di affrettato, che lascia pensare che la Bioware non avesse realmente voluto che ToB riuscisse così (come infatti hanno ammesso i game designers: ToB gli è sfuggito un pò di mano). Invece di un'ultima avventura appassionante ci ritroviamo invischiati in una sequenza lunga e noiosa di combattimenti che a tratti scadono nel ridicolo.

Tribes II

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Avrebbe dovuto essere una vera e propria rivoluzione dei giochi multiplayer, ma evidentemente per molti così non è stato. Sostanzialmente, Tribes 2 ha deluso le aspettative perchè è risultato essere più lento e macchinoso del primo. Le idee ci sono, ma giocarci il più delle volte risultava frustrante e, a lungo andare, estremamente noioso. Un motore poco ottimizzato e buggato ha oltretutto convinto molti giocatori a preferire il primo episodio e a tornare sui server di Tribes 1.

Pool of Radiance - Ruins of Myth Drannor

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Il gioco in oggetto è stato in via di sviluppo per molto, molto tempo, e dopo tutta questa attesa, è uscito un gioco che ha deluso fortemente tutti coloro che avevano sperato in esso, dato l'hype che si era formato attorno al gioco. PoR2 è dunque un gioco minato da seri difetti nell'interfaccia di gioco e nel gameplay che lo rendono un titolo noioso e pesante. E se ci può essere un difetto così grande che tutti i giochi dovrebbero evitare di avere è proprio il rendere l'esperienza di gioco un qualcosa da sopportare controvoglia, e questo è purtroppo uno dei difetti di PoR2.

Return to Castle Wolfenstein

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Una delusione già annunciata? Forse. Return to Castle Wolfenstein è senz'altro un buon gioco, dotato di una grafica eccezionale.. ma è anche un buon gioco single player? Secondo molti, RctW alla fine non è altro che una semplice total conversion di Quake 3, dove manca qualsiasi esempio di "spettacolarità", caratteristica invece presente nel sempreverde Half-Life o nel più recente Aliens Vs Predator 2 (a mio avviso). In RctW si "spara e basta". Ciò può essere sufficente, ma non per tutti. Riflettendoci però, anche il primo Wolfenstein 3d era così, ma dopo 10 anni, il genere si è evoluto e ci si aspettava qualcosa di più!

Civilization III

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Le nominations


Ma come? Un gioco che a maggior ragione potrebbe anche essere lo strategico dell'anno è finito nel "muro della vergogna"? Ebbene si! Intendiamoci Civ3 non è un brutto gioco, anzi io stesso ci ho passato tanto tempo, vittima della sindrome dell' "ancora un turno", ma riflettendoci non si può che essere d'accordo nell'affermare che questo non è il Civilization che tutti si aspettavano. Poco o nulla è cambiato dal secondo episodio, anzi si sono fatti numerosi passi indietro a detta di molti rispetto ad Alpha Centauri. Sono spariti il sistema di rappresentazione del terreno, il consiglio planetario, l'Unit Workshop, la personalizzazione delle varie civiltà. Nemmeno uno sguardo è stato dato alla grandiosa "wish list" fatta da centinaia di appassionati per migliorare il gioco. L'era di Civilization è finita purtroppo.

Rts

Quest'anno è stato caratterizzato da due sfaccettature ben distinte nel genere degli strategici in tempo reale. Da un lato l'aspetto del classico e sempreverde gameplay con il sistema di gestione delle risorse e l'addestramento delle truppe.
Dall'altro la sempre più presente componente "skirmish" ovvero scontri fra pochi gruppi di unità, ognuno con caratteristiche ben definite, spesso con più attenzione allo stile degli scontri che al mero ammassare unità.
Titoli come Empire Earth hanno sfruttato filoni di successo per il grande pubblico come lo storico, mentre altri hanno proposto seguiti di tutto rispetto, sia come divertimento che come realizzazione tecnica, come Commandos 2 e Myth 3.
Inoltre è da segnalare come si stia gradualmente aprendo la strada verso l'arrivo del colosso Blizzard Warcraft 3, attesissimo titolo del 2002, con titoli del calibro di Battle Realms, con una trama solida, la presenza di eroi ai quali ci affezioniamo e un sistema grafico squisitamente dettagliato.
Carne al fuoco ce n'è tanta su PC per questo genere, vediamo chi si è guadagnato il diritto di entrare nel gotha degli RTS.