Ghost Recon Wildlands - Fallen Ghosts, gli ultimi fantasmi  13

La seconda espansione di Ghost Recon Wildlands ci riporta in Bolivia per un'ultima, difficile missione

Versione testata
PlayStation 4
Digital Delivery
Steam, uPlay, PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo
14,99 €

Archiviate le atmosfere "caciarone" di Narco Road e le sue variazioni sul tema del gameplay, con un'azione in solitaria anziché di gruppo, Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands torna all'impianto originale con Fallen Ghosts, la seconda e ultima espansione del titolo Ubisoft. L'ambientazione è nuovamente quella della Bolivia, ma gli eventi si svolgono dopo la conclusione della campagna originale: il temibile El Sueno e la sua organizzazione sono stati sconfitti, ma come spesso capita l'eliminazione di un regime porta alla nascita di una nuova dittatura. E così le forze dell'Unidad hanno di fatto consegnato i territori boliviani a un gruppo chiamato "Los Extranjeros", se possibile persino più spietato e crudele della Santa Blanca. I suoi componenti hanno preso il controllo delle città, ridotto in schiavitù molti dei loro abitanti e imposto la propria volontà con indicibile violenza, arrivando peraltro a scoprire l'ubicazione degli agenti CIA presenti nel paese. La squadra Ghost deve dunque fare ritorno sul posto e cimentarsi nuovamente con la progressione che ha caratterizzato la campagna del gioco base, completando una serie di missioni per eliminare tre luogotenenti e arrivare infine al loro implacabile comandante, il colonnello Juan Ignacio Merlo.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Ritorno in Bolivia

Pur non avendo disdegnato l'intenzione di cambiare le carte in tavola con Narco Road, al netto di missioni non sempre ben realizzate e di un approccio che prendeva forse troppo le distanze dai meccanismi tipici di Ghost Recon Wildlands, appare chiaro fin dai primi minuti come Fallen Ghosts abbia colpito nel segno, consegnando ai fan del titolo Ubisoft un pacchetto solido e coerente, nonché piuttosto impegnativo.

È possibile cimentarsi con la nuova storia anche senza aver portato a termine la campagna originale, visto che viene creato un profilo apposito e si parte già al livello 30, con tutte le abilità potenziate al massimo e un nuovo albero introdotto specificamente per l'espansione, con level cap portato a 35. Utilizzando i punti esperienza guadagnati sul campo sarà in questo caso possibile migliorare le capacità del drone, che diventerà in grado di attaccare direttamente i nemici o quantomeno stordirli, sbloccare il dardo esplosivo per l'inedita balestra (uno strumento silenzioso ma volendo anche dirompente) e infine migliorare ulteriormente le capacità dei Ghost. Tutte cose che ci serviranno eccome, visto il grado di sfida assolutamente da non sottovalutare delle missioni di questo DLC: accolti a suon di contraerea durante il nostro ritorno in elicottero in Bolivia, dovremo per prima cosa liberare un agente della CIA tenuto prigioniero da Los Extranjeros e quindi coordinare con lui le varie operazioni, che comprendono anche stavolta eventi principali e secondari.

Trofei PlayStation 4

Sono sette i Trofei inclusi in Fallen Ghosts e non è molto complicato ottenerli, visto che bisogna eliminare i vari tipi di nemici che compongono le fila di Los Extranjeros, uccidere dieci soldati mimetizzati con il coltello, portare a termine tutte le missioni e così via.

Una nuova sfida

In Fallen Ghosts ci troveremo spesso ad affrontare situazioni molto complicate, in cui bisogna ripulire una zona invasa dai nemici oppure resistere per un determinato periodo di tempo, mentre ondate di soldati ostili provano ad ammazzarci. È possibile utilizzare il colpo sincronizzato per ripulire le zone dalla distanza secondo l'approccio strategico, ma un po' troppo semplicistico, che caratterizzava la campagna del gioco base; contando peraltro su di un drone pienamente potenziato e dunque dotato di una autonomia infinita e di un ampio raggio d'azione. Quando però c'è da barricarsi e resistere, tale tecnica non può essere attuata e ci si trova a provare le missioni più e più volte, disseminando magari la mappa di mine e sperando che i civili non le inneschino passandoci accanto e rovinando il nostro certosino lavoro di pianificazione.

A rendere le cose più difficili ci pensano in particolare alcune nuove tipologie di nemici: i cecchini potenziati, che possono mandarci a terra anche con un unico tiro andato a segno; i soldati equipaggiati con una mimetica avanzata, letteralmente invisibili se non con il visore termico e immuni al colpo sincronizzato; i nemici dotati di jammer, che disturbano il segnale del drone ma non solo; e infine i corazzati, avvolti da un'armatura pesante che li rende virtualmente invulnerabili, fatta unicamente eccezione per la testa. Avere a che fare con queste categorie di avversari, specie tutte insieme, non è affatto piacevole ma si pone come l'ideale coronazione dell'esperienza di Ghost Recon Wildlands: una sfida conclusiva degna di questo nome.

Multiplayer.it

8.0

Lettori (9)

8.6

Il tuo voto

Fallen Ghosts chiude al meglio l'esperienza di Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands, riportando l'azione del titolo Ubisoft sui percorsi battuti dalla campagna originale ma aumentando il grado di sfida attraverso l'introduzione di nuovi, temibili nemici e di situazioni parecchio impegnative. Si tratta insomma di un'espansione solida e duratura, con un buon set di missioni, nuove abilità da sbloccare e una storia tutto sommato interessante: se avete apprezzato la campagna del gioco base e siete alla ricerca di nuove sfide, questo DLC fa certamente al caso vostro.

PRO

  • Un buon numero di missioni
  • Molto impegnativo, perfetto come endgame
  • Interessanti le nuove abilità e la balestra

CONTRO

  • Un po' ripetitivo
  • Personaggi e trama poco convincenti
  • In alcune situazioni il frame rate soffre