Red Steel  0

Il countdown per Wii procede, e Red Steel sembra uno dei titoli da tenere maggiormente d'occhio...

ANTEPRIMA di La Redazione  —   08/11/2006

Red Steel, già dalle aspettative che girano intorno al titolo, ben rappresenta la posta in gioco di molti tra i titoli di prima generazione previsti per Wii: la scommessa, per il titolo Ubisoft e per gli altri giochi, non sarà tanto sulla presentazione grafica, quanto sul controllo. Red Steel ha dalla sua una estetica abbastanza accattivante, a metà strada tra l’anime a tema yakuza e il fumetto europeo. Il titolo ha anche dalla sua parte una realizzazione tecnica di buon livello che allo stadio attuale, pur non esaltando per complessità o raffinatezza del motore poligonale o delle texture, sembra poter promettere, per la versione finale, buone dosi di effetti di luce e particellari, un’ottima interazione con l’ambiente e animazioni convincenti. Tutto questo, tuttavia, passa in secondo piano. La domanda principale diventa infatti: riuscirà Red Steel a convincere dalla prospettiva dell’interazione, offrendo ai giocatori la possibilità di sentirsi dentro allo schermo molto di più che con un tradizionale controller?

La componente fondamentale è proprio questa: far sentire il giocatore all’interno del gioco, offrire un controllo immediato e “naturale”, divertire in maniera nuova. L’interazione è così regolata, per quanto riguarda i movimento del personaggio (salti e accovacciamenti inclusi), dall’uso del controller analogico di Wii. La seconda componente del controller servirà invece per puntare le armi e interagire con i nemici e l’ambiente. Sulle armi, del resto, ruota l’intera esperienza di gioco. Le armi da fuoco si prestano al puntamento su schermo in tempo reale e persino a uno stiloso stile di sparo con la pistola di traverso. Ben più promettente è però l’uso del katana, spada con la quale sarà possibile esprimere una quantità di colpi ampia e varia semplicemente muovendo il wiimote in direzione dello schermo nella maniera desiderata. Anche la parata dei colpi avversari avverrà in maniera del tutto “immersiva”, opponendo le due parti del controller insieme vicino allo schermo.

È proprio sul sistema di controllo, però, che alle aspettative sembrerebbero accompagnarsi anche i primi limiti nella realizzazione. Le critiche alle prime versioni giocabili di Red Steel hanno iniziato a fioccare e le accuse alle preview code del titolo di Ubi Soft si sono incentrate sul controllo, definito dai primi avventori come “poco naturale”; sul sistema di spostamento del personaggio, che sembrerebbe rallentare la frenesia degli spostamenti tipica del genere; sull’aspetto grafico, ancora nettamente in corso di sistemazione. Per Red Steel, ormai giunto al completamento e prossimo alla commercializzazione, il giudizio è rimandato di non troppi giorni e appare come la prima tappa di una prossima, lunga serie di proposte all’interfaccia della console Nintendo. Wii ha avviato un processo per cui gli sviluppatori cercando di offrire soluzioni particolari a una nuova sfida generale: quella di offrire ai giocatori un nuovo modo di giocare, più immersivo, diverso, capace di stimolare nuove soluzioni videoludiche come di rendere originali quelle dei generi esistenti. Altri giochi oltre a Red Steel, come i prossimi, previsti Metroid Prime e Call of Duty, offriranno una particolare interpretazione di ciò che i FPS potrebbero diventare, e non resta che attendere l’uscita di questa emozionante nuova piattaforma per valutare i primi risultati concreti.

Red Steel, sviluppato da UbiSoft come titolo di lancio per Wii e seguito a distanza dal team Miyamoto-Iwata nelle vesti di supervisori, rappresenta la via europea all’interpretazione delle potenzialità del controller della prossima console Nintendo. La maggior parte degli sforzi sui titoli previsti per questa console sono incentrati sul tentativo di utilizzare il motion sensing del controller di Wii per re-interpretare generi esistenti e infondere loro una nuova vita interattiva, oppure sulla sperimentazione di nuove soluzioni di gioco legate alla possibilità di sfumare il confine tra il controller e quanto accade sullo schermo. Red Steel Red è un titolo che rientra nella prima tipologia. Si tratta di un first-person-shooter con piccole dosi di adventure e una originale vena hack-and-slash, che riversa tutte le caratteristiche tipiche del genere all’interno del “modo nuovo” di interazione promesso da Wii.