Richard Garriott non ha una buona opinione dei nuovi game designer 16

Lord British si ritiene tra i migliori ma non solo per i propri meriti

NOTIZIA di Mattia Armani —   20/03/2013

Durante un'intervista con PC Gamer, Richard Garriot ha espresso pareri poco lusinghieri su buona parte dei game designer moderni.

Lo sviluppatore, appena tornato nel mondo degli RPG fantasy con Shroud of the Avatar: Forsaken Virtues, è tornato con la memoria ai tempi in cui scriveva, diesgnava e programmava da solo i propri videogiochi. Qualunque artista assunto successivamente era meglio di lui, ha ammesso Garriot, e come programmatore è ormai arrugginito. Ma, tranne eccezioni come Chris Roberts, ritiene di essere decisamente superiore a qualsiasi designer moderno.

Garriot ha specificato di non riternersi particolarmente brillante e che la sua superiorità dipende dal fatto che i game designer non siano particolarmente bravi nel loro lavoro. Il problema è che spesso, secondo Garriott, il ruolo di game designer viene ricoperto da chi non è particolarmente bravo nella programmazione e nel comparto artistico ma vuole comunque fare parte del mondo videoludico. Invece dovrebbe diventare game designer chi è qualificato per il ruolo, tanto più che non è possibile andare semplicemente a scuola e imparare il mestiere.

Fonte: PC Gamer