The Legend of Zelda: Aonuma all'E3 2019 su altri possibili remake, compreso Skyward Sword 20

Aonuma spiega alcuni aspetti del creare remake della serie Zelda e spiega come non ci siano piani per altri progetti del genere o per un remake di Skyward Sword.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   13/06/2019

La pratica del riproporre capitoli passati di The Legend of Zelda in forma di remake sembra sia diventata piuttosto comune in quel di Nintendo, cosa che tuttavia ha una spiegazione ben precisa, al di là della qualità indiscutibile dei materiali di partenza, come spiega il producer Eiji Aonuma.

Intervistato all'E3 2019 da Game Infomer, Aonuma ha spiegato che la frequenza di queste operazioni di remake su The Legend of Zelda è dovuta alla grande varietà che la serie offre, non essendo basata storicamente su un solo stile di gioco o artistico. "Ogni volta c'è un nuovo stile artistico o un gameplay diverso, c'è così tanta varietà", ha affermato Aonuma. "Dunque quando facciamo un remake teniamo in considerazione tutti questi diversi elementi originari ma possiamo incorporarne di nuovi e introdurre nuovi elementi di gameplay o altro in questi giochi", ha spiegato, riprendendo dunque il discorso fatto in precedenza sulla scelta di creare il remake di The Legend of Zelda: Link's Awakening.

In ogni caso, al di là di The Legend of Zelda: Link's Awakening non ci sono attualmente piani per recuperare altri capitoli: "Attualmente non ho piani precisi, ma se ci fosse un capitolo che può accogliere bene nuovi elementi o nuove caratteristiche che potrebbero valere la pena inserire in un remake, allora lo prenderemmo in considerazione". Per quanto riguarda un remake di The Legend of Zelda: Skyward Sword, di cui si è parlato diverse volte nelle voci di corridoio, Aonuma ha affermato che sarebbe "quasi impossibile" poterlo riproporre ora senza i controlli a rilevazione di movimento di Wii.