Wimbledon 2008  0

Una delle maggiori competizioni tennistiche a livello mondiale arriva sui nostri cellulari grazie alla notoriamente prolifica Gameloft. Sarà riuscito il produttore transalpino a replicare il fascino e l'atmosfera dello storico campo d'erba inglese?

RECENSIONE di Andrea Palmisano   —   12/05/2008

Malgrado sia uno sport che ben si presta alla riproduzione videoludica, il tennis non è sfortunatamente tra le attività più gettonate nel mondo dei videogiochi per cellulari. A placare la sete di racchette e palline digitali degli appassionati ci pensa però la francese Gameloft, realizzando un prodotto dedicato interamente ad uno dei tornei più famosi e seguiti del mondo, ovvero Wimbledon. Partiamo subito dalle note dolenti: quella della località britannica è infatti l'unica licenza ufficiale che la softco ha voluto o potuto accaparrarsi, e di conseguenza tutti i tennisti presenti non portano i nomi reali dei campioni, bensì semplici storpiature che li ricordano. Un peccato, ma nulla che impedisca di godersi i pregi di questo Wimbledon 2008 che non mancano; su tutti, il sistema di controllo studiato, che permette di giocare impugnando il telefono con una mano e interagendo solo col pollice. In pratica i tasti numerici corrispondono sia alla direzione in cui spostare il personaggio, sia a quella da impartire alla pallina. Una volta raggiunta infatti la posizione ideale per colpirla, il tennista automaticamente si blocca facendo quindi passare il controllo direttamente alla racchetta. Dopo un minimo di pratica, va ammesso che la soluzione studiata dai designer funziona in maniera pregevole; qualche limite ed errore viene infatti facilmente perdonato di fronte alla grande accessibilità del prodotto, che non si traduce però in scarsa profondità.

Al contrario si ha sempre a disposizione una buona varietà di colpi, e la facoltà di caricarli e direzionarli di fatto in 9 differenti spicchi di terreno consente di dar vita a match emozionanti e vibranti. Positiva anche la quantità di modalità disponibili, che a fianco della partita singola o dell'ovvio torneo di Wimbledon consentono anche di dar vita ad una carriera, creando da zero un proprio giocatore facendolo crescere nelle caratteristiche tramite appositi allenamenti, salvo poi scalare la classifica tramite veri e propri incontri ufficiali. Di fronte a tanti aspetti riusciti, c'è però una componente della produzione Gameloft non all'altezza e che anzi compromette in maniera sensibile la valutazione finale del gioco; ci riferiamo all'aspetto tecnico, più precisamente alle animazioni dei tennisti. Slegate, legnose ma soprattutto poco fluide e scarsamente coese tra di loro, in qualche caso al punto da incidere sulla godibilità delle partite. Un peccato, perchè dal punto di vista artistico Wimbledon 2008 non è affatto male, adottando un stile realistico gradevole con una buona quantità di dettagli e tocchi di classe. Fastidioso invece il sonoro, ben presto destinato a restare disattivato senza possibilità di ripensamenti. Per ultimo, spiace notare nuovamente come, specialmente in questo genere di giochi sportivi, manchi del tutto una qualsiasi modalità multigiocatore magari via bluetooth. L'evoluzione dei giochi su cellulare passa anche di qui, e sarebbe ora che le case di produzione iniziassero a capirlo.

Multiplayer.it

S.V.

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Wimbledon 2008 è un buon titolo di tennis, che rende onore ad uno dei tornei più importanti del mondo. Tante virtù, a partire dal sistema di controllo e dalla struttura di gioco, vengono parzialmente ridimensionate a causa di alcuni difetti come le animazioni legnose e poco fluide degli atleti. Tutto sommato però resta un gioco consigliato agli amanti dello sport in oggetto che con ogni probabilità avranno poco di cui lamentarsi.

PRO

CONTRO

PRO

  • Buon sistema di controllo
  • Struttura di gioco valida
  • Divertente

CONTRO

  • Animazioni insufficienti
  • Nessuna licenza per i tennisti
  • Multiplayer ancora un miraggio