Cosa vi siete persi? - 38/2013

Settimana di fuoco quella che si è appena conclusa!

RUBRICA di Matteo Santicchia   —   22/09/2013
5

Cosa vi siete persi questa settimana? Speriamo nulla del Tokyo Game Show (aspettatevi un corposo "Cosa vi" a tema, la prossima settimana), ma senza dubbio non vi siete lasciati scappare tutte le nostre pubblicazioni pre (e durante la) fiera. La bomba della settimana è stata, inutile dirlo, la recensione di Grand Theft Auto V, che si porta a casa il probabile titolo di gioco dell'anno, e che a casa si è portato anche tutta la nostra banda visto che il giorno dell'uscita della recensione, lunedì alle 16, ci avete fatto crollare il sito per i troppi contatti. Mai down fu così bello! E poi? Altre recensioni di titoli top che anticipano la valanga autunnale, ovvero PES 2014, ArmA III ma anche Zelda: The Wind Waker HD. Insomma sette giorni da brividi, iniziati a Los Santos e terminati con tutte le ultime novità da Tokyo.

Settimana di fuoco quella che si è appena conclusa! Ecco il meglio delle nostre pubblicazioni

Cosa vi siete persi? - 38/2013

Capolavoro annunciato sin dalle primi immagini, e così è stato, senza se e senza ma. Addirittura oltre ogni più rosea aspettiva. GTA V ha fatto incetta di dieci in giro per il mondo: anche a noi è piaciuto tanto, anzi tantissimo, ma ci siamo fermati un filo prima. Rockstar si è portata a casa "solo" 9.7. Non male, eh?

Cosa vi siete persi? - 38/2013

Ma qual è il motivo di un successo così stratosferico? GTA V trasuda un'attenzione al dettaglio e una cura per i particolari che difficilmente è possibile trovare in altre produzioni videoludiche e tutto questo si riversa in una città, Los Santos, che riesce ad affascinare per la sua vastità e soprattutto per la sua credibilità. Insomma una vera e propria pietra di paragone per i futuri free roaming che usciranno: longevo, profondo, divertente, sorprendente in mille modi, e anche molto, molto bello da vedere. Fatevi un favore, giocatelo. Da un gioco che incentiva il "cazzeggio selvaggio" ad un altro in cui andare a zonzo con la testa tra le nuvole vuol dire morte certa. Stiamo parlando di ArmA III, il gioco più atteso da tutti quelli che vogliono cimentarsi in una simulazione credibile e realistica del campo di battaglia. Un progetto enorme, curato in modo maniacale, che si pone agli antipodi rispetto ai grossi calibri degli sparatutto come Call of Duty e Battlefield. Per trovare soddisfazione in ArmA III è innanzitutto necessario comprenderne i ritmi che sono funzionali ad un tipo di gameplay non comune. L'intensità di ArmA III non si esprime attraverso combattimenti convulsi, come quelli che caratterizzano la maggior parte degli sparatutto militari moderni, ma vive di tempistiche che consentono di chiamare i rinforzi, di aggirare il nemico, di faticare per raggiungere un obiettivo strategico. Non perfetto e ancora incompleto, ma una vera e propria manna dal cielo per gli amanti della simulazione totale. In attesa di un nuovo capitolo di Zelda, perchè non tornare a giocare, in HD con uno dei titoli della serie più belli, ma contemporaneamente discussi? The Legend of Zelda: The Wind Waker uscì dieci anni fa su GameCube e stupì il pubblico con la sua grafica in cel shading, il suo stile fiabesco, cartoon, avventuroso e piratesco, ma non scaldò i cuori dei fan duri e puri che si aspettavano all'epoca un gioco più "adulto".

Cosa vi siete persi? - 38/2013

Ma era un titolo di assoluto spessore e oggi nel 2013 lo è ancora, grazie ad alcune piccole rifiniture e all'alta risoluzione che esalta le scelte stilistiche degli artisti Nintendo. Il più bistrattato degli Zelda senza dubbio, ma anche il più poetico e affascinante, trova su Wii U la sua completa realizzazione con tutta una serie di modifiche e correzioni capaci di rendere giustizia ad un'opera coraggiosa, imperfetta ma assolutamente unica e indimenticabile. Se non lo avete giocato all'epoca fatelo ora, anzi giocatelo di nuovo anche se lo avete già fatto nel lontano 2003. Pro Evolution Soccer 2014 è un nuovo inizio per Konami. Un nuovo motore, un nuovo team di sviluppo e un forte approccio simulativo per tentare di tornare a riconquistare la vetta dei titoli calcistici. Ma non è esente da difetti. Da un lato abbiamo un titolo che grazie al nuovo engine e al lavoro degli sviluppatori sembra aver ritrovato davvero un gameplay più appagante dal punto di vista simulativo; dall'altro ci sono delle perplessità legate al ripetersi di alcuni dei difetti storici della serie, anche se in tono minore, ad un comparto grafico altalenante e ad una certa sensazione di incompletezza, come se mancasse ancora qualcosa, che forse si poteva fare di più, anche a costo di ritardare un po' il rilascio del prodotto sul mercato. Nel complesso, immaginandolo come il primo di una nuova era, PES 2014 resta comunque un titolo consigliato, meritevole della considerazione di tutti gli appassionati di calcio.

Cosa vi siete persi? - 38/2013
Cosa vi siete persi? - 38/2013

Tante le notizie questa settimana, soprattutto quelle che provengono da Tokyo, ma anche rimanendo fuori dalla bagarre del TGS non sono mancate informazioni interessanti. Iniziamo purtroppo con un doveroso omaggio ad un uomo importantantissimo per il nostro settore.

Cosa vi siete persi? - 38/2013

Si è spento ad 85 anni il precedente presidente di Nintendo, Hiroshi Yamauchi, l'uomo che aveva guidato la casa di Kyoto durante la cavalcata vittoriosa degli anni 80 e 90. Rimaniamo in Giappone con Dark Souls II. Sembra proprio che gli utenti PC debbano aspettare un pò di più rispetto a quelli console. Questione di ottimizzazione. Speriamo bene. Sega ha ufficializzato l'acquisizione di Index Corporation, che a sua volta è (o meglio, era) proprietaria di Atlus, i ragazzi dietro a diversi titoli molto importanti per tutti gli amanti dei jRPG, basta citare Persona. Quanti studi possiede Sega, oggi? Tra interni ed esterni, una bella diversificazione a tutto campo! Chiudiamo con il ciclone GTA V. Volete conoscere le differenze tra le versioni PlayStation 3 e Xbox 360? Andate anche voi ad attizzare il fuoco della console war! Se invece volete fare i conti in tasca a Rockstar preparatevi a cifre astronomiche, il tutto nel giro di 24 ore. Come dire...Shut up and take my money!

Cosa vi siete persi? - 38/2013
Cosa vi siete persi? - 38/2013

Quali video vi abbiamo proposto questa settimana? Innanzitutto un sacco di videorecensioni al seguito dei nostri scritti, ma sono stati anche sette giorni ricchi di Superdirette e videoanteprime sponda TGS.