Diario del capitano  0

DIARIO di La Redazione  —   04/09/2001

Diario del capitano

E come al solito siamo costretti ad inseguire. Vi ricordate della gara d'appalto per la gestione dei canali di telefonia mobile di terza generazione, UMTS? Se ne fece un gran parlare, la gara andava avanti a suon di rilanci multimiliardari; Le licenze furono assegnate e poi, il nulla. Silenzio assoluto sui nuovi sistemi di connesione mobile alla rete, sulle infrastrutture, sulla produzione dei supporti ecc. Anche questa volta siamo stati battuti sul tempo. Sarà infatti la società giapponese Ntt DoCoMo il primo operatore mondiale di telecomunicazioni a lanciare il servizio Umts. Lo ha annunciato la Telecom del Sol Levante, Ntt. I servizi di telefonia mobile di terza generazione saranno offerti dalla società dal primo ottobre, dopo una sperimentazione portata avanti per 6 mesi da 4.500 persone. Quanto alle tariffe, quelle mensili che verranno applicate da Ntt DoCoMo vanno dai 2.000 yen (circa 35.000 lire) agli 8.000 yen (circa 140.000 lire), a seconda dei «pacchetti» scaricati, scelti dagli utenti. Obiettivo della società giapponese è di raggiungere 150.000 clienti entro il prossimo mese di marzo e quota 6 milioni entro il marzo del 2004. E in Italia, in Europa? Potremmo scrivere dei trattati sulla lentezza del nostro adeguamento tecnologico; l'arrivo dei primi servizi di connessione mobile, in Europa, è previsto per la seconda metà dell'anno prossimo, o addirittura per i primi mesi del 2003. Quando avremo tra le mani quei piccoli telefoni con schermi al plasma, tutti colorati, con la possibilità di scaricare e navigare nella rete a velocità nemmeno sognate sulla rete fissa, il resto del mondo avrà già spremuto tutto l'entusiasmo di questa meraviglia, e noi staremo ancora solamente iniziando a gustare dell'innovazione.