ArmA III - Ivan Buchta e Martin Pezlar sono ancora detenuti in Grecia  17

Gli avvocati spingono per il rimpatrio ma lo sciopero dei giudici contro i tagli al budget potrebbe complicare ulteriormente la situazione

NOTIZIA di Mattia Armani —  17 Ottobre 2012

Da un'intervista con Jay Crowe, Creative Director di Bohemia Interactive, emergono nuove informazioni sulla situazione di Ivan Buchta e Martin Pezlar, i due sviluppatori arrestati a Limnos con l'accusa di spionaggio.

Gli avvocati, e la stessa Bohemia, affermano che il materiale raccolto dai due sventurati non può essere considerato in alcun modo spionistico, ma il governo greco ha comunque sporto ufficialmente denuncia e i due, a questo punto, rischiano realmente 20 anni di reclusione in una prigione straniera.

Crowe ha affermato che a poche ore dall'arresto degli sviluppatori, è esplosa una campagna mediatica che indicava i due come colpevoli anche se non c'erano ancora accuse formali. Questo, probabilmente, ha contribuito a peggiorare le cose. Attualmente Buchta e Pezlar dovrebbero essere reclusi a Chios ma la mancanza di contatti diretti rende difficile verificare l'informazione.

Fonte: PC Gamer - Intervista a Jay Crowe